Nome e Formato: Black Doughnut (Guerrilla Flavors)- aroma concentrato 10 ml –  ricevuto dal produttore

Lotto:

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: SVA Penguin BF + wasp nano RDA  parallel coil  0.25 ohm (26 ga SS316) con Cotton Bacon V 2.0.


Con l’arrivo di settembre e la fine delle ferie estive un pò tutti noi ci troviamo in quel momento dell’anno in cui, pieni di nuovi propositi, cerchiamo di organizzare i gli impegni futuri ripromettendoci di non commettere gli stessi “errori” dei mesi passati cercando sicuramente di migliorare il nostro stile di vita e imponendoci di risolvere tutte le questioni in sospeso. Attese che ovviamente andranno a sparire appena arrivato ottobre! Se anche voi, spossati dal rientro e con il morale basso, siete alla ricerca di qualcosa che vi possa dare la giusta energia siete nel posto giusto, perchè il team di The Flavourist è pronto per accompagnarvi nei prossimi mesi con le ricche novità, di cui da sempre andiamo a caccia.

Ed è proprio a proposito di novità che vogliamo parlarvi di un altro produttore di liquidi, che fa il suo debutto sulle nostre pagine andando ad inserirsi nella già importante libreria di produttori internazionali che abbiamo scoperto per voi, ed infatti saremo i primi in italia a parlarvi di un nuovo marchio che produce i suoi prodotti in Transilvania, la famosissima regione della Romania. I produttori che si affacciano al mercato italiano con il nome di Guerrilla Flavors e che ci hanno mandato la loro ricca linea di prodotti che coprono un pò tutti i campi si parte dei cremosi per balzare ai fruttati fino ad arrivare a tabaccosi. E noi siamo pronti per recensirli insieme a voi!

Il primo aroma, della nutrita schiera, che abbiamo deciso di testare è Black Doughnut che ci viene consegnato in una confezione dallo sfondo viola e sui cui risalta oltre il nome dell’aroma, un gigantesco donut che ci aspetta a braccia aperte con un simpatico sorrisetto. All’interno troviamo la boccetta di aroma che andrà diluito a circa il 15 percento ma si puo scendere un pochino con basi con meno VG. Ed inoltre ci viene fornita anche una “unicorn bottle” da 60 ml in cui versare il nostro preparato per le poche ore di stepping necessario per far si che l’aroma si amalgami con la base.

Black Doughnut che viene descritto in maniera molto veloce e senza troppi giri di parole dal  produttore:

Donut flavor with sweet blackberry jam

Sapore di  ciambella con marmellata di more.

Sicuramente i dubbi che ci rimangono su cosa andremo ad assaporare sono ben pochi il classico dolcetto americano donut ripieno con una marmellata di more è pronto per essere testato iniziamo così la prova olfattiva.

La prova olfattiva ci concede ottimi spunti, in prima battuta ecco emergere un deciso sentore burroso preso sotto braccio da una consistente nota di frittura ben mitigata e che non risulta eccessiva, continuando con la prova i profumi iniziano ad impastarsi tra di loro e finalmente ecco che sembra di trovarsi davanti ad una scatola appena aperta di donut, che riporta alla mia mente le incredibili colazioni americane nel negozio Donking donut dove per la prima volta ho avuto modo di provare il dolcetto a cui il liquido si ispira. Nella fase finale l’aroma che emerge è sicuramente quello della confettura di mora, che però non si presenta in maniera garbata anzi la sensazione è davvero carica che fa si che il risultato finale sia  quasi irreale nella sua dolcezza travolgente.

Già dalla prima boccata mi rendo conto che l’esempio del negozio Donking donut è davvero calzante, le note del vapore si legano perfettamente con i ricordi della mente, quindi permettetivi di paragonare l’esperienza personale con la nostra prova di vaporizzazione; come prima cosa dopo aver aperto la porta trovandoci all’ingresso siamo accolti da una fragranza incredibilmente dolce e burrosa farcita con picchi zuccherini davvero intensi, la componente grassa del liquido è sicuramente il primo elemento che ci raggiunge deliziando il nostro palato. Arrivando così al bancone per ordinare il nostro piccolo “peccato di gola”, ecco che dalle cucine una piacevole e delicata spirale di frittura si solleva e raggiungendoci ci avvolge con delicatezza, non ci soffoca anzi  è delicata ci solletica la mente che già  sta pregustando il primo morso, infatti nella parte centrale della boccata emerge così delicamente ma con forza una nota fritta che ben si mescola con la zuccherosità della base del donut. Eccoci finalemente, con le papille in fermento, arrivati al momento dell’assaggio, per l’occasione abbiamo scelto una “ciabbellina” ricoperta, aggiungerei anche farcita, con una confettura alle more infatti una straripante ondata di marmellata ci raggiunge soddisfacendo a pieno il nostro desiderio, la carica aromatica è davvero forte in puro stile americano che deve, per tradizione caricare di calorie le proprie specilità. Da un intesità così decisa la confettura perde un pò l’acidità della mora lasciando spazio a davvero molto zucchero. Infatti il liqudo risulta davvero carico aromaticamente e davvero molto dolce. Nel complesso gli elementi si legano alla perfezione intorno alla dolcezza ed il burro che esalta ad ogni svapata un elemento diverso prima il fritto e poi il gusto fruttato della mora. Così usciamo soddisfatti dal negozio non vedendo l’ora di tornarci, ma il giorno dopo!!

La svapata risulta nel suo complesso davvero gustosa, il risultato della ricetta è ben percebile all’interno delle nuvole di vapore, ma la componente aromatica principale è davvero dolce a volte troppo, che rilega il liquido a momenti oppurtuni di relax e non adatto a svapo quotidiano , infatti consiglio di abbassare un pò la percentuale di aromatizzazione per chi travolto dalla golosità non potrà farne a meno per qualche ora. Ricetta sicuramente già vista ma lo consideriamo un ottimo inizio !!

Pro: Dolcezza burrosa e fruttata che crea una combinazione unica!

Contro: A volte il troppo stroppia davvero dolcissimo!

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Instagram
Email
RSS