Nome: Capo 100w Squonk Mod (Ijoy) – Mod BF – ricevuto da Gearbest

Formato: Single 18650 – 20700- 21700

Max Power: 100 Watt

Colori: Nero,Argento,Bronzo, Oro, Verde, Arcobaleno

Prezzo: ~ € 40


Capo Squonk la nuova box squonk con display di Ijoy

Ijoy è una delle tante aziende produttrici di hardware che cercano di ritagliarsi uno spazio nel vastisimo mondo del made China, la produzione è sicuramente vastissima si passa da atom RTA a RDA fino ad arrivare ad RDTA, fino ad arrivare a box single, dual battery e box botton feder.

Oggi parlermo della box progettata e messa in commercio con cui Ijoy ha deciso di lanciarsi nel mercato si tratta della Capo Squonk 100 watt,che ha sicuramente attirato l’attenzione per le sue dimensioni contenute e il circuito. Nata con l’intento di sconfiggere i concorrenti a cui strizza leggermente l’occhio sotto alcuni aspetti che andremo a vedere nel corso della recensione.

IN THE BOX

1 x Capo 100w Squonk Mod Mod
2 x Boccetta in silicone da 9ml una 1 nera e 1 bianca
1 x Cavetto MicroUSB
1 x Manuale di istruzioni
1 x 18650 adpater

DESIGN AND BUILD QUALITY

Ijoy in fase di progettazione della sua nuova fatica ha sicuramente preso spunti dai concorrenti. Alla prima vista la box non ci trasmette quella sensazione di mai visto, sicuramente molte caratteristiche sono state riutilizzate in questa box che assomiglia molto alla famosissima e amatissima Pico Squeeze di Eleaf, infatti troviamo la stessa sistemazione della batteria con la parte del negativo che fuorisce dalla sagoma come anche la posizione della boccetta che si trova nella parte frontale. La differenza più grande è nel display che troviamo nella parte frontale incastonanto in un quadro stondato di alluminio ed in posizione leggermente obliqua nella parte in basso troviamo i tasti più o meno inseriti in una saetta. Il display dalle dimensione contenute di circa 1 pollice, riporta i watt gli omhs e la caricad della batteria, il tutto è coperto da una plastica che però risulta molto delicata e poco resistente ai graffi. Nella parte opposta al display il disegno generale rimane lo stesso ma al posto del display è stato inserito un pannello in che su sfondo blu almeno nella colorazione nera riporta la scritta “Capo squonker”. Il tasto fire si trova subito sopra la boccetta dello squonk ha una forma quadrata e la pressione risulta a “grilletto” alla pressione il risultato finale è preciso ma un po scricchiolante. Dal punto di vista estetico l’effetto generale è quello della semplicità ma le rifinutire in alluminio sono la parte più accattivante e rifiniscono una box dai materiali plastici. La sensazione di solidità è buona e sembra ben assemblata.

ERGONOMICS AND PORTABILITY

Il feeeling, una volta impugnata la capo Squonk è immediato e comodo, la presa risulta solida la parte stondata del retro si adatta perfettamente alla presa della mano che non risulta scivolosa visto anche le dimensioni abbastanza contenute per una box che comunque può ospitare anche batterie 20700 e 21700. La box infatti è alta 78.2 mm e lunga 52.3 mm e larga 30mm infatti può ospitare anche atom da 25 senza uscire dai bordi. Il peso invece è quello che si fa sentire la box infatti pesa 220 gr con una batteria e la boccetta piena. Il peso accessivo non favorisce la comodità del trasporto e difficilmente riuscirete a metterla in tasca senza notarla.

La box è stata sicuramente pensata per essere comoda e tutto a portata di mano infatti una volta presa impugnata arriviamo ovunque senza mai lasciare la presa,  la boccetta posizionata in modo frontale è molto comoda come il tasto fire posizionato sopra di essa ci permette di non fare movimenti in più o scomodi trasmettendoci quella sensazione di semplicità sin dal primo utilizzo.

FUNCTIONS & PERFORMANCES

Veniamo così al dunque, non fatevi ingannare dalla presenza del display e dei tasti di regolazione dei watt la Capo non è una box elettronica pura come potevamo immaginare. Infatti la box risulta più un ibrido,  una volta realizzata la resistenza e montato l’atomizzatore la box erogherà i watt seguendo la classica legge di ohm proprio come una meccanica, e allora a cosa serve il display ed i pulsanti per i watt? se tutti voi ve lo state chiedendo la risposta è semplice la box lavora solo in step down e non in step up infatti: se i watt impostati sono inferiori a quelli che in meccanico è possibile erogare, ricordandoci della carica della batteria, la capo taglierà l’erogazione in base ad i watt impostati ma se quelli selezionati saranno maggiori di quelli che realmente è possibile erogare per la batteria il circuito verrà semplicemente ingnorato. A conferma di quanto detto aggiungiamo che risulta percettibile anche il calo di batteria e che quindi il circuito integrato non manterrà i watt dall’inzio alla fine. Il risultato finale è una box meccanica ma protetta dal circuito, infatti troviamo diverse protezione come: protezione dal corto circuito, protezione da batteria troppo scarica, protezione da temperature troppo elevate. La presenza del circuito fa si che la box possa accendersi con i canonici 5 click ma non ci sono ne menù ne altre modalità, è possibile anche la ricarica attraverso una porta USB posta sul retro che però risulta molto più lenta della carica effettuata con un caricatore esterno.

Parlando di performance, a nostro avviso la box non è sprovvista di qualche piccola pecca in primis il display risulta forviante, infatti alla vista dei meno esperti potrebbe sembrare una box elettronica in stile Vandy Vape Pulse invece no, quindi se parliamo di meccanico dobbiamo sicuramente parlare di spinta la box è abbastanza reattiva a batteria carica ma risulta  pigra appena l’indicatore della batteria a display perde una taccheta delle 5 presenti, il tasto fire è preciso ma è il pezzo che ci è sembrato meno solido nel complesso.

Un piccolo e doveroso accenno va fatto per le boccette  in confenzione ne arrivano due una completamente in silicono abbastanza morbido e l’altra chiara formata da una struttura in plastica più dura con nella parte centrale due riquadri morbidi per la pressione, sicuramente quest’utlima è quella con cui abbiamo avuto più difficoltà non si riesce bene a trovare la giusta forza nella pressione per avere una “squonkata soddisfacente”. Possiamo sicuramente affermare che il sistema di squonk è preciso e non perde una goccia di liquido.

EASE OF USE

La box nel complesso è molto semplice da usare anche grazie ad un sistema di squonk facile e pulito ma il punto cruiciale è che una volta capito il semplice concetto che si tratta di una meccanica con protezioni tutto prenderà un’altra piega, quindi ci sarà da pensare alla giusta resistenza per le nostre esigenze e per il nostro stile di svapo ricordandoci sempre della legge di ohms, ma se avete ancora qualche dubbio il circuito vi aiuterà a non incorrere in spiacevoli situazioni.Molto comodo anche il poter inserire qualunque tipo di batteria che la rende ancora più versatile.

TO CONCLUDE

Ijoy porta nel mercato una box meccanica cercando di aggiungere qualche piccola caratteristica che  la faccia emergere dal gruppo, una box meccanica ben protetta da un buon circuito che ci permettere quel pizzico di liberà in più purtroppo il lavoro del chip è limitato ad un ruolo marginale e quindi non adatto a chi non cerca una box meccanica. Chi invece è in cerca di una semimeccanica questa si affaccia al mercato con una buona spinta e con la consapevolezza di poter fare bene e competere con tutti.

Consigliato a: skilled e hardcore vapers.


 

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Instagram
Email
RSS