12-Monkeys_logo

Recensione Liquido Pronto: Congo Cream – linea Discovery (Twelve Monkeys Vapor) 30 ml – ricevuto dal produttore

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Lotto: COC-187-102816

Nico: 3 mg/ml

Data scadenza: 11/17

Devices: Laisimo Snowwolf 200w plus + Peerless RDA dual coil 0.20 ohm (Kanthal A1 24 awg 0.50 mm ) con Cotton Bacon v 2.0


Il marchio Twelve Monkeys Vapor è salito alla ribalta della scena internazionale degli e-liquid nell’ultimo biennio, proponendo ai vapers un campionario gustoso di creazioni dolci e sbarazzine di indubbio impatto aromatico. I liquidi dell’azienda di Toronto, già ampiamente testati dal nostro team, hanno un forte appeal tra i vapers più giovani e soprattutto tra gli amanti del cloud chasing, in quanto molto performanti con vaporizzazioni potenti e ariose. L’azienda si è specializzata nella realizzazione di fruttati dolci e dal carattere esotico, ma per appagare la scimmia pulsante invernale del vaper, ha prodotto anche qualche e-liquid cremoso. Oggi ci occupiamo proprio di un cremoso della linea Discovery: Congo Cream.

Anche se la boccetta in mio possesso è una classica boccetta in vetro da 30 ml pre-TPD, vi ricordo che già da qualche tempo tutti i prodotti Twelve Monkeys sono assolutamente TPD compliant e commercializzati in Italia in formato da 30 ml suddiviso in 3 boccette in PET da 10 ml poste all’interno di un tubetto in cartone come mostrato nella foto qui in basso.

Del packaging vivace e frizzante proposto dal brand canadese abbiamo già ampiamente parlato nelle nostre precedenti recensioni. Vi consiglio di dare un occhiata alla pagina del sito dedicata al produttore e scoprire attraverso le precedenti recensioni del brand, la nostra opinione sul confezionamento dei prodotti Twelve Monkeys.

Congo Cream è così descritto ufficialmente:

This tantalizing recipe incorporates two distinctly different creamy vanillas to elevate the flavour of handpicked, fresh strawberries. Experience the taste of this sophisticated cream that has evolved to become a unique treasure.

Questa allettante ricetta incorpora due differenti tipi di vaniglie cremose per elevare il sapore delle fragole fresche raccolte a mano. Prova il gusto di questa crema sofisticata che si è evoluta fino a diventare un tesoro unico.

Inaspettatamente all’olfatto Congo Cream si mostra in controtendenza con gli altri 12Monkeys e-juices: aromaticamente poco marcato e dalla struttura tutt’latro che complessa. Si percepiscono le note di una generica crema custard solo in parte sporcate da un vago sentore di fragola. Il quadro olfattivo è decisamente meno esplosivo rispetto alle altre creazioni del marchio, e questo restituisce una insolita sensazione di “normalità” al quale non eravamo abituati.

Dopo aver preparato con cura il mio Peerless, sono pronto a vaporizzare le prime gocce di Congo Cream. E per la prima volta da quando sono alle prese con un Twelve Monkeys, provo uno strano senso di insoddisfazione… Mi si apre uno scenario aromatico imprevedibilmente comune e monocorde; il liquido appare alquanto anonimo, strano per essere un Twelve Monkeys. Abituato a sentirmi riempire il palato e farmi travolgere le papille da un turbinio di sapori indiscutibilmente gustosi e da dolcezze a volte anche spropositate, qui lo scenario è drasticamente differente… Nulla di spiacevole e disarmonico certo, ma profondamente lontano dal timbro aromatico caratteristico dell’azienda canadese.

Descrivere la svapata di Congo Cream è relativamente semplice tanto quanto la sua ricetta. L’ingrediente principale del mix (ma potremmo dire anche l’unico) è la crema custard che risulta presente e invariabile in tutte le fasi della svapata. Dall’inspirazione alla persistenza aromatica post svapata (peraltro modesta), un monopolio cremoso con poco carattere. Questa crema di vaniglia, sufficientemente rotonda e molto delicata non spicca in corposità.  Giusto il suo livello dolcezza ma, complice anche una composizione più “umana” con “solo” il 70% di VG, è una crema poco grassa e densa. Viene meno quel senso di pienezza che ci si aspetterebbe di percepire al termine di ogni boccata. Indistinguibili le due differenti tipologie di vaniglia che il produttore afferma di aver utilizzato, anzi l’insieme vanigliato risulta piuttosto piatto e poco variegato.

La presenza di lievi sfumature aromatiche alla fragola, arricchisce solo in parte una ricetta in definitiva semplice e priva di acuti degni di nota. L’aroma fragola si nota molto timidamente all’interno della custard stessa, facendomi pensare che in fin dei conti, Congo Cream altro non è che una tipica strawberry custard. Diversamente, una crema di vaniglia guarnita con delle “fresche fragole appena raccolte”, avrebbe regalato una percezione gustativa ben più profonda e sfaccettata.

Eh si, ahimè la descrizione ufficiale data dal produttore (e aggiungo il precedente assaggio di altre creazioni del marchio) in questa circostanza aveva creato ben altre aspettative…

Pro: Delicata strawberry custard da svapare tutto il giorno.

Contro: La fragola è decisamente sottotono e la crema poco corposa.

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Instagram
Email
RSS