La maturazione o steeping per usare un termine caro agli anglosassoni, è l’ultima fase del DIY, la fase della pazienza o meglio dell’impazienza per il vaper che ovviamente non vede l’ora di poter assaporare il frutto del suo “lavoro” di miscelazione e dosaggio.

Ma cosa è e a cosa serve la maturazione di un e-liquid? Far maturare un preparato fatto di glicole propilenico, glicerina vegetale, aromi, additivi ed eventualmente nicotina serve per far si che tutte le molecole dei vari componenti si combinino tra loro creando dei legami che restituiranno il giusto sapore all’eliquid. Si realizza in pratica un processo di sintesi tanto più veloce quanto più semplice e simili tra di loro saranno le strutture molecolari dei componenti (la glicerina vegetale ad esempio ha una struttura molecolare tale che rallenta il processo di maturazione degli e-liquid).

Dunque come procedere e per quanto tempo?

Personalmente consiglio sempre di far maturare gli e-liquid preparati al buio, con boccetta chiusa, ed effettuando un’agitazione giornaliera ed energica (30-60 secondi) per la prima settimana di steeping.

I tempi di maturazione variano in base alla percentuale di glicerina utilizzata ed alla tipologia di aromi utilizzati.

Qui di seguito una tabella di massima che riassume i tempi di maturazione con una base PG/VG 50/50:

TIPO DI AROMA TEMPO DI MATURAZIONE
Aroma fruttato semplice (mono gusto o bigusto) 0-3 giorni
Aroma fruttato complesso (più gusti, spezie ecc) 3-7 giorni
Aromi cremosi 7-15 giorni
Aromi tabaccosi 15-20 giorni
Aromi fruttati/cremosi “organici” 15-20 giorni
Aromi tabaccosi “organici” min. 20 gg