Recensione Liquido Pronto: Gladiotter (The Fuu) 10ml- ricevuto dal produttore

Lotto: GDT-03-020

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 80VG – 20PG

Data scadenza: 05/2018

Devices: Rx200 + Druga dual coil 0,16 ohm (ss316L 26 awg) con cotone organico giapponese.


 Oggi recensirò Gladiotter della linea Fuug Life di The Fuu.

Prima di iniziare vi ricordo che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

Gladiotter è così descritto dal produttore:

Une base bubble-menthe qui rappelle ce bon vieux malabar bi-goût.

Una base a base di gomma da masticare alla menta e menta che richiama il buon vecchio sapore del Malabar.

Intraprendo immediatamente l’esame olfattivo di Gladiotter, confermandovi note assimilabili al mondo delle bubble gum. Quel profumo fruttato indefinito – solitamente uva e frutti rossi – che indubbiamente, nel vaping avrete già avuto modo di intercettare. Nessun sentore mentolato è percepibile a mio all’esame. Il costrutto olfattivo è privo di note erbacee, ma quelle tipiche velature di gomma arabica ultradolce e il profilo fruttato di Gladiotter, tutto sommato, esprimo un bouquet sempliciotto, ma gradevole.

The Fuu, nella descrizione del suo prodotto, ha addirittura citato il buon vecchio sapore del Malabar“. Lo ha fatto in riferimento alla menta, o più in generale al mondo delle spezie. Il Malabar è una regione situata lungo la costa sud-occidentale della penisola indiana. Pare che in questa regione, circa 4000 anni prima che nel mediterraneo, si sia diffusa una forte cultura delle spezie, delle essenze e dell’utilizzo specifico di piante per la cura del corpo e della mente. Ma il Malabar era anche una fondamentale ramificazione della nota via della seta. Sin dal ‘300 i suoi porti erano attivi luoghi di scambio e commercio, ma solo dal ‘500 – questi luoghi – apparvero anche nella letteratura europea per via della dominazione portoghese che ne decantò i profumi intensi. Ancora oggi alcune varietà di menta (menta comune a dire il vero) si identificano con il nome “Malabar”. Un tributo al quele non cedono tisane, cosmetici e marchi che intendano affascinare il consumatore con… una storiella semplice, speziata, ma di cui si sa ben poco in realtà. Un nome che fa colpo. Di effetto. Anche molte caffetterie e sale da thè nel mondo prendono ancora oggi il nome di “Malabar“.

Se non erro… mai nessun marchio di e-liquid era arrivato a tanto. Rievocare una regione estrema della costa sud-occidentale della penisola indiana… per!? Scopriamo assieme con la prova di vaporizzazione di The Flavourist!

Gladiotter è in grado, già a 40w di spigionare un vapore denso affascinante. Un vapore carico di gusto e di facile interpretazione, trattandosi di un e-liquid ispirato al mondo delle bubblegum. Mi sono permesso di ironizzare sul fatto che The Fuu abbia citato addirittura il termine “Malabar“. Dietro tutto questo ci sono però precise motivazioni.

Poteva al mondo mancare una gomma da masticare che si chiami “Malabar“!? Certo che no! Una gomma da masticare addirittura con tatuaggio (finto) incluso. Dal 1958, Cadbury France, le produce. Ve le ricordate? Svapare Gladiotter potrebbe esservi di aiuto. A dire il vero questo e-liquid è molto più raffinato del gusto di una semplice gomma da masticare. Senza nulla togliere a quelle prodotte dallo storico marchio francese. The Fuu, ci presenta una chicca deliziosa e gli amanti del genere non dovrebbero farsi scappare questo e-liquid.

La boccata è particolarmente morbida e le note “grape” sono aggraziate e prive di picchi di acidità. La sensazione sintetica (propria del mondo della bubble gum) è in parte limata da molcole aromatiche di ottima qualità. La capacità di bilanciare i sapori del produttore è magistrale. La componente dolcificante si accompagna ad una lieve, ma significativa, nota mentolata. Non eccessivamente fresca, ma sufficiente ad accompagnare il gusto gummy, nobilitandolo. Una nota li latte, quasi impercettibile, sfuma ulteriormente i sapori di Gladiotter.

Siamo abituati a vedere questo genere di e-liquid con diffidenza. Colpa forse della diffusa scarsa qualità nel settore. The Fuu, bisogna ammetterlo, ha realizzato un ottimo e-liquid. Forse troppo buono, troppo elegante, come detto. E’ proprio la dolcificazione, in questo legame con la nota mentolata, a stupire. Emergono spunti floreali, più aderenti al magico mondo dell’erboristeria… che delle gomme da masticare. Non è – chi lo avrebbe mai detto – un e-liquid che stanca. La persistenza aromatica è intensa e particolarmente apprezzabile. La menta, davvero poco invasiva. Aggraziata ed amabile… come un latte fresco mentolato.

Pro: Grande qualità e selezione di ingredienti. Ottimo il bilanciamento della ricetta e la gradevole persistenza aromatica.

Contro: Nulla da segnalare.

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Instagram
Email
RSS