blendfeel_logobianco

Recensione Liquido Pronto: Las Vegas – linea Whatsamericavape (Blendfeel) 50 ml – ricevuto dal produttore

Base dichiarata: 26 PG / 74 VG

Lotto: 1715307045080001

Nico: 0 mg/ml

Data scadenza: 28/07/2019

Devices: Wismec Predator 228 W + NarDa RDA single coil 0.55 ohm (Kanthal A1 24 awg 0.50 mm ) con cotone Native Wicks


Oggi The Flavourist torna ad occuparsi della linea Whatsamericavape del produttore italiano Blendfeel. Dopo aver ospitato sulle nostre pagine le recensioni di New York, Los Angeles e Miami (Best Italian Fruity E-juice 2017), ci accingiamo ora a scoprire tutti i segreti di Las Vegas.

Vi ricordo che la Linea Whatsamericavape è composta da 8 prodotti nella duplice versione “ready” o “concentrate juices”. I Prodotti “ready” sono in boccette da 50 ml a nicotina 0 su base 70/30 VPG, mentre i “concentrate” sono su base 74/26 VPG e vanno diluiti con un “nicotine booster” di 5 ml per ottenere sempre 50 ml finali di prodotto.

Per le informazioni sulla confezione e la boccetta vi rimando alla recensione di New York.

Prima di inizare vi ricordo che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

Come detto tempo addietro nelle precedenti recensioni della linea, sul sito ufficiale di Whatsamericavape non ci sono descrizioni vere e proprie dei prodotti, ma per ciascuno di essi vengono riportati gli hashtag che identificano gli ingredienti cardine di ciascun prodotto; nel caso di Las vegas, il liquido odierno, sono riportati i seguenti hashtag:

#Avana #FrenchVanilla #Caramel #Blackcherry #Honey

#Sigaro Avana #Vaniglia francese #Caramello #Amarena #Miele

L’analisi olfattiva di Las Vegas mostra una inconfondibile base tabaccosa che affiora con elegante morbidezza e si fa strada tra leggerissime note alcoliche. Il timbro tabaccoso è fresco e gode di buona rotondità cosi com’è avvolto in un delicato mix di miele e vaniglia.

Ciò che l’olfatto annuncia, lo svapo conferma; non accade sempre così, ma fortunatamente nel caso di Las Vegas si. Ed è così che intense note di miele e vaniglia ammantano una lieve base tabaccosa, carica di sfumature vivaci ed erbacee, creando sin dalle prime boccate la sensazione di assaporare un sigaro aromatizzato passandolo lentamente sotto le narici. Se è vero che nel mondo analogico dei tabacchi un sigaro aromatizzato è considerato un prodotto di bassa livello e qualità, è altrettanto vero che nel variegato universo del vaping un e-liquid al sigaro aromatizzato, se ben fatto, può divenire un must assoluto.

In questa creazione tutti gli ingredienti sembrano concorrere in egual misura al raggiungimento dell’obiettivo finale: un gustoso american tobacco flavored e-juice.

Durante le varie fasi della svapata, Las Vegas mostra tutte le sue convincenti doti. In inspirazione la componente tabaccosa fa da sfondo ad un tripudio di miele, caramello e vaniglia. Un blend intrigante dai toni dichiaratamente dolci e zuccherati. Sono le sfumature mielate quelle dominanti in questa fase, con una profumazione così travolgente da permeare anche l’aria circostante in modo indelebile. Accanto all’ingrediente miele, si distingue per voluttuosità una densa e grassa crema di vaniglia della quale si percepisce addirittura la presenza dell’uovo nell’impasto. Più timida è invece la presenza del caramello, che pur non sfuggendo alle papille gustative, sembra svolgere più un ruolo di arrotondamento all’interno del mix.

Lo stile sul quale si sviluppa l’e-liquid ha un evidente stampo americano, i vari sapori tendono a fondersi l’un l’altro ma un nobile senso di cura e raffinatezza fa si che le singole identità aromatiche non si confondano del tutto.

Il cuore della boccata amplifica i toni rotondi e aromatici del bouquet, aggiungendo di tanto in tanto delle minime inserzioni acidule che, in sordina ma efficacemente, spezzano il ritmo univoco del trio dolce. Nella sua descrizione ufficiale, il produttore indica la presenza tra i vari ingredienti anche dell’amarena, che in effetti potrebbe essere l’artefice di queste leggere punte di acidità. Il binomio crema-amarena non è raro nella tradizione dolciaria italiana e personalmente in alcuni frangenti la svapata mi ha ricordato il gusto delle zeppole; non tanto nella loro base di pasta fritta, ma proprio nella guarnizione di crema e amarena che le sormonta. Non posso però nemmeno escludere che l’acidulo che di tanto in tanto si insinua all’interno della morbida e fragrante struttura aromatica, sia dovuto alla componente tabaccosa che, per la sua stessa natura giovane ed erbacea può facilmente trasportare con se delle finiture di questo genere.

La notevole carica aromatica di Las Vegas si propaga in ogni singolo istante della boccata, estendendosi fino alla persistenza aromatica davvero molto accentuata. Normalmente questo rappresenta un limite nella longevità di un e-liquid, un limite che però francamente non ho riscontrato in Las Vegas. Semmai la notevole carica aromatica di Las Vegas e la sua natura molto dolce a mio parere riduce nel tempo la sensazione di naturalezza del prodotto stesso. Se a primo impatto Las Vegas evoca al di la di ogni ragionevole dubbio un sigaro aromatizzato, il prolungato utilizzo  sembra fargli perdere gradatamente quella sensazione, traslando l’e-liquid verso un più comune ma pur sempre vivace e accattivante genere cremoso.

ico 4

Pro: Volete provare un american tobacco flavored made in Italy?

Contro: Tobacco flavored o creamy tobacco?

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Instagram
Email
RSS