Recensione Liquido Pronto: Tobacco Trail (Cuttwood) 10ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 032417-58

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 70VG – 30PG

Data scadenza: 04/2018

Devices: Rx200 + Druga dualcoil 0,16 ohm (ss316L 26 awg) con cotone organico giapponese.


Eccoci tornati nel ridente stato della California per recensirvi Tobacco Trail del marchio statunitense CuttWood. Un tabaccoso, il primo, mai prodotto da questo marchio.

Prima di iniziare vi ricordo che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

Tobacco Trail è così descritto dal produttore:

Mild sweet tobacco with a hint of honey

Un dolce tabacco con una ulteriore nota dolce di miele.

Una descrizione stringata (magari onesta), ma che non basterà mai ai nostri insaziabili ed esigenti lettori. Lo sappiamo. Procedo dunque al test olfattivo precisando subito che Tobacco Trial non manca certo di spunti olfattivi, pochi in realtà, ma ben definiti ed articolati. In realtà, già del test olfattivo, possiamo notare una struttura non di certo inedita. Sentori dunque molto banali ed ormai “tristi”, per quanto piacevoli ed affascinanti. Una nota spiccata e calda di cereale si lascia incorniciare da velature di miele. La “biscottatura” è intensa, avvolta in una base di caramello, accenni di vanigla, latte fruttato dal tenore dolciatro. Una colazione!? No… il tabaccoso più banale, ma vincente, che sia mai stato introdotto in questi (tanti ormai) anni di svapo. Ma non lo ha inventato di certo Cuttwood.

Ora… usate un Druga (come me), usate qualsiasi atomizzatore o rito e potenza e rischierete di innamorarvene. Si… è vero. Qualsiasi vaper non può (ormai) più restare insensibile a questa simulazione tabaccosa. Non parliamo certo del vecchio RY4, ma di una sua evoluzione, molto più robusta e fragrante, realizzata qualche anno fa. Molti marchi lo hanno riprodotto ed è lecito pensare che – intermini molecolari – questa sia una ricetta ben inquadrata, canonizzata.

La buona vaporosità prigiona sentori mascolini, invadenti e spregiudicati, a cui anche il pubblico (o consumatore) femminile cederà. Maliziosi accenni fruttati, in una base infima di latte e caramello, contrastano con le note forti e calde di biscotto al cereale (simile al Digestive) e… miele. Per miele intendiamo un composto zuccherino stucchevole, non esattamente dolce, ma utile alla esaltazione della fragrante biscottatura. Cio che ammorbidisce, ed ingentilisce, la boccata non è infatti il miele, ma quel mix nascosto di generica frutta, caramello e latte. Se vi state chiedendo come sia possibile inguadrare una ricetta con questi ingredienti in ambito tabaccoso…  siete davvero ai primissimi approcci con lo svapo. Diversamente… ci siamo capiti!

Molti vi parleranno di “tabacco”. A noi piace essere onesti. Sarà anche l’esperienza. E’ tutto solo frutto di una ottima ricetta, ma chiunque – meditandoci su – capirebbe che non si tratta di tabacco. Non a caso lo si definisce “tabaccoso”. Non a caso, noi di The Flavourist – per rendere giustizia ad ogni prodotto – distinguiamo, nel genere che si accosta ai tabacchi, due categorie. Tobacco Trail di Cuttwood è un “tabaccoso”… la loro versione di una ricetta ben consolidata. Insomma… sono voluti andare sul sicuro. Devo ammetterlo però… a me questa cosa un po mi irrita. Mi irrita che un marchio – la fama di Cuttwood non si discute – non sia in grado di proporre qualcosa di nuovo, di maggiormente personalizzato. In fondo Tobacco Trial è una ricetta così nota che moltissimi marchi di aromi – da anni – la producono e commercializzano.

Più lo svapi e più ti piace… e ti rendi conto che (forse) potresti svaparlo per giorni, mesi… ma lo conosci da anni. Lo conosci così bene, provato sotto diverse etichette, che poi hai iniziato ad evitarlo! Rappresentava il peggior modo di simulare un tabacco… in uno scenario ricco di ricette tabaccose gustose, ma sopratutto di estrazioni di vero, puro, schietto tabacco.

Come la mettiamo dunque con Tobacco Trial!? Tecnicamente perfetto, terribilmente banale! In tantissimi lo apprezzeranno… in tantissimi lo hanno apprezzato ben prima che Cuttwood lo imbottigliasse… poi basta però. Il mondo va avanti.

Pro: Una riproduzione fedelissima di una ricetta ormai nota da anni nello scenario tabaccoso.

Contro: Nessuna innovazione o particolare caratterizzazione. Noia!

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
EMAIL
RSS