Nome: Aegis Pod (Geekvape) – Pod Mod – ricevuto da Heavengifts

Tipo: Pod Mod

Colori: Gun metal, Beetle black, Silver chafer, Tamamushi

Prezzo: ~ € 28


Aegis Pod: la pod mod di classe targata Geekvape

Ormai da diversi mesi, complice soprattutto l’emergenza mondiale Covid-19, il mercato del vaping appare in affanno e in forte e generalizzato rallentamento, dal segmento degli e-liquids a quello hardware senza distinzioni di sorta. In Italia, in un clima generale di difficoltà, probabilmente il segmento che sta subendo la maggior flessione è soprattutto quello dei Pod system, la cui inarrestabile ascesa, ha subito dall’inizio del 2020 una netta battuta d’arresto. Nonostante il prolungato momento di crisi, i più grandi produttori cinesi hanno continuato a progettare nuovi modelli da lanciare sul mercato e oggi con i primi timidi bagliori di ripresa, torno a parlarvi del noto brand Geekvape e con l’occasione della sua nuova Pod Mod, la Aegis Pod.

Come di consueto, in avvio di articolo riporto il contenuto della confezione del prodotto ricevuto.

IN THE BOX

1 x Aegis Pod
2 x G. Coil mesh-tech pod-Formula (0,6 hm)
1 x Cavo USB (type-C)
1 x Strumento rimozione testina
1 x Manuale utente
1 x Carta di garanzia

DESIGN AND BUILD QUALITY

Aegis Pod è l’ultima creazione nonché la più piccola di Geekvape appartenente alla fortunata e rivoluzionaria serie Aegis e, come gli altri prodotti di questa linea, conserva l’importante caratteristica d’essere un device totalmente waterproof e shockproof. Sin dal primo device della linea, è proprio questo il concetto che Geekvape ha continuato a ripetere come un mantra sui prodotti Aegis: resistenti a tutto perchè indistruttibili. E la Aegis Pod non vuole di certo essere da meno.

In effetti la pod mod mostra da subito la sua alta qualità costruttiva, appare robusta tra le mani pur essendo compatta e abbastanza minuta. Il device ha la scocca in lega di zinco con degli inserti frontali in pelle e due bande laterali in silicone, mentre la cartuccia è in PCTG. Geekvape a mio parere è riuscita a coniugare l’elevata qualità costruttiva, con un’estetica raffinata e al tempo stesso ambiziosa, all’avanguardia e di sicuro impatto. La forma più o meno rettangolare del dispositivo garantisce una invidiabile portabilità, cosa di certo non trascurabile quando si parla di pod system.

FEATURES

Aegis Pod misura 88,1 mm in lunghezza, è larga 40,3 mm, ha uno spessore di 18 e un peso di circa di 72 grammi: numeri questi che testimoniano e confermano le doti di robustezza e al tempo stesso di tascabilità del device.

La batteria del dispositivo è integrata e ha una capacità di 800 mAh, a prima vista ben commisurata per le potenze di svapo per le quali è destinata la mod. La ricarica si effettua tramite porta USB type-C IP-67 (la prima nel settore del vaping completamente resistente all’acqua). Una spia luminosa sul tasto fire informa circa lo stato della ricarica e sul livello residuo di batteria durante la svapata. In ricarica la spia lampeggia di rosso, per poi diventare fissa verde a ricarica completata, e pensate che occorrono solo 25 minuti per riavere completamente carica e pronta all’uso la Aegis Pod!

La mod ha una cartuccia con una capienza di 3,5 ml all’interno della quale va inserita la testina G. Coil in Kanthal A1 da 0,6 ohm, realizzata appositamente per questo dispositivo. Il produttore dichiara un’erogazione fissa che non supera i 18 watt e che quindi a conti fatti dovrebbe corrispondere a una tensione di circa 3,3 volt.

Aegis Pod è un device studiato per un utilizzo facile e immediato e pertanto è privo di qualsiasi tipo di funzione e di regolazione. L’unico pulsante presente sulla mod, ben posizionato nella parte alta della batteria, viene utilizzato per accendere/spegnere il dispositivo (cinque click ravvicinati) e ovviamente per svapare. In svapata la luce led presente sul tasto fire indica il livello di carica residua della batteria (luce verde carica tra il 100% e il 70%, luce blu 69%-31%, luce rossa 30%-0%). Non mancano infine sul device alcuni utili e tra i più comuni sistemi di protezione: protezione da corto circuito, da basso voltaggio, da svapata prolungata oltre i 10 secondi e da temperatura troppo alta.

La Pod della Aegis è in PCTG color fumè e consente una facile lettura della quantità di liquido presente al suo interno. L’airflow è fisso attraverso tre piccole fessure poste su un lato della cartuccia. Ne risulta una svapata non propriamente da guancia, bensì da classico restricted flavor chasing. Il mouthpiece è piuttosto ampio e a mio parere ha una buona ergonomia ma, dopo aver testato decine e decine di pod mod, devo dire che ho avuto modo di imbattermi con mouthpiece più confortevoli sulle labbra.

A differenza della quasi totalità dei sistemi pod sul mercato, la Aegis pod non ha un sistema di magneti per l’ancoraggio sulla mod, ma si fissa sulla batteria grazie a dei ganci laterali. Questo sistema, se da un lato ancora alla perfezione la pod sulla batteria senza il benché minimo movimento, dall’altro rende molto difficoltosa la rimozione della stessa, anche per via di un grip sulle mani piuttosto mediocre.

COILING, WICKING AND FILLING

Come si è visto in precedenza, questa è una pod mod a testine sostituibili e Geekvape ha deciso di avvalersi del sistema plug&play per l’inserimento della testina all’interno della cartuccia; nessun avvitamento/svitamento ma “solo” tre o-ring che garantiscono un perfetto alloggiamento della coil. Per la rimozione della coil usurata, il produttore ha inserito nella confezione del prodotto uno strumento che permette di estrarre la coil dalla cartuccia senza patemi d’animo. Molto agevole e funzionale risulta anche il sistema di refill, ormai ampiamente utilizzato dalla stragrande maggioranza dei produttori per questa tipologia di device; sulla parte inferiore della cartuccia, lateralmente, è presente un tappo in silicone che una volta rimosso, dà accesso all’ampio foro di riempimento del liquido.

PERFORMANCES AND FLAVOUR

Il circuito Geekvape che gestisce la batteria da 800 mAh si è dimostrato durante i miei test reattivo e in grado di gestire discretamente bene la durata della stessa. Ho potuto registrare un’autonomia di circa 4,5 ml di liquido, che non è affatto male se si pensa soprattutto che il ciclo di ricarica completo dura solo 25 minuti.

Non trascurabile anzi encomiabile il fatto che la pod non presenta alcun problema di condensa, sembra davvero a tenuta stagna! Il tiro, che come ho detto in precedenza è un classico restricted DL,  è sempre molto preciso, lineare e privo di gorgoglii o di sgradevoli spit back. La boccata è davvero appagante in termini di vaporosità, peccato solo per la sua eccessiva rumorosità.

In merito alle performances aromatiche della G. Coil mesh-tech pod-Formula, va detto che per quanto si possano ritenere soddisfacenti, non posso però considerarle tra le migliori in assoluto all’interno di questo segmento del vaping. Ho effettuato i miei test aromatici con due liquidi tabaccosi sintetici che conosco molto bene e che spesso utilizzo con queste tipologie di dispositivi: il Booms Classic di TNT Vape e il Mexico della Dea Flavor.

La G. Coil pur riuscendo nell’intento di farmi percepire abbastanza bene le diverse sfumature presenti all’interno di questi due e-liquids, ha mostrato anche la chiara tendenza ad amplificare i timbri dolci perdendosi di conseguenza alcune sottili note aromatiche.

TO CONCLUDE

Aegis Pod è un prodotto che, pur con qualche limite (difficile rimozione della pod, resa aromatica buona ma non eccelsa), si dimostra a mio giudizio un device molto appetibile per i neo svapatori, grazie soprattutto a un utilizzo più che mai semplice, all’ottima trasportabilità e a un indubbio impatto estetico. Attraente ed elegante.

Consigliato a: newbies vapers.

THE FLAVOURIST RESPONSE
  • 8.5/10
    In the box - 8.5/10
  • 10/10
    Design & Build Quality - 10/10
  • 6/10
    Features - 6/10
  • 8/10
    Coiling, Wicking and Filling - 8/10
  • 8.5/10
    Performances and Flavour - 8.5/10
8.2/10


follow us: