logodeoro

Recensione Liquido pronto: Apache (DeOro Liquid) 10 ml
Lotto: 201511/003
Data scadenza: 03/11/2017

Base utilizzata: n.d.
Nico: 9 mg/ml

Devices: VP Box meccanica + Origen Little 0,42 ohm (Kantal A 0,40 mm) con cotone organico giapponese.

apache-deoro-liquid

Ho per le mani ormai da tempo l’intera linea di tabacchi della DeOro. Dopo una prima recensione qui su the Flavourist e dopo alcuni test di svapo, avevo deciso di trascurare la possibilità di nuove recensioni di questa linea. Il motivo vi sarà presto chiaro.

Quasi per caso però mi sono imbattuto nella descrizione di Apache della DeOro:

Tabacco dal retrogusto di cioccolato bianco.

Ho immediatamente scovato l’Apache, aperto la boccia ed annusato. Mi ero forse dimenticato di questo “tabacco dal retrogusto di cioccolato bianco”?

Come per tutti i tabacchi DeOro sono stato colto dalla repulsione che si prova inalando qualcosa di fortemente chimico. Il penetrante e pungente odore di solvente. Eppure, indagando attentamente, qualcosa di vagamente assimilabile al tabacco è percepibile. Note di sughero chiudono questo triste esame olfattivo.

Senza pensarci troppo ho rigenerato l’Origen Little. Atom che oggi sarebbe stato destinato ad altra recensione. Sento l’urgenza di dare priorità ad Apache. Mi va di svapare DeOro oggi!

Indubbiamente, l’esperienza accumulata in anni di svapo e di recensioni, mi porterebbe a concedere a questo liquido l’alibi del grado alto di nicotina. Seppur, in tutta sincerità, sia all’esame olfattivo, sia dalla prima boccata, sia chiaro che quanto percepibile non sia dipeso dal grado di nicotina. Questa hit è fortemente “chimica”. Facendo recensioni, come avrete notato, mi capita spesso di recensire liquidi a gradazione alta. Tabacchi, fruttati, dolci e follie varie che presenta il mercato. Notoriamente non sono sensibile a gradi alti di nicotina. Questa “hit” è più vicina ad una sniffata di acetone.

Inutile dunque girarci attorno. Lo svapo è dominato da un fortissimo gusto di chimico e di malsano che trovo inutile provare a qualificare alla ricerca di assonanze aromatiche. Dovrei parlarvi di vernici, smati, di prodotti disincrostanti e non lo trovo oppurtuno.

È davvero molto difficile, ma non impossibile, percepire l’animo tabaccoso di questo liquido. Le note sono assimilabili al sughero e allo chardonnay. Potrebbe sembrare ironia spicciola, ma questo Apache, al pari di altri tabacchi DeOro, seppur con le sue inclassificabili peculiarità, sa di tappo.

La cosa più triste è che si tratti di un liquido pronto e non di un aroma. Ci si aspetta che chi lo ha messo in commercio lo abbia testato. Che la sua formulazione abbia ispirato una decrizione utile ad orientare il vaper consumatore verso una scelta.

Non ravviso alcuna forma di eleganza o di criterio in questo liquido al tabacco. Ma effettivamente DeOro non ci parla di eleganza.

La descrizione parla di un “retrogusto di cioccolato bianco” inesistente, in un liquido in cui è difficile riuscire a percepire un chiaro tabacco. Il tutto combattendo con la tentazione di mollare tutto e salvarsi la pellaccia.

Nelle fasi di svapo, il naso è fortemente solleticato dall’invadenza dei sentori chimici, ma dopo circa 8ml svapati in bottom feeder, ci si abitua, arrendendosi a questo sapore privo di identità.

Non vi nascondo che continuo a cercare questo “retrogusto di cioccolato bianco”. Mi interrogo infatti sulla sfrontatezza di questo marchio. Devo dubitare di me stesso o cosa!? Perchè non parlare di anice? Perchè non liquirizia o cannella e caramello!? Perchè proprio “cioccolato bianco”?

La cosa che più mi tormenta è il pensiero che ci possa essere una qualche associazione tra gli Apache e il “cioccolato bianco” che mi sfugge.

Ora basta col fare i finti tonti. Recensiamo! Apache di DeOro è un liquido pronto realizzato con l’utilizzo di un estratto di tabacco che comunemente indichiamo come n.e.t.. In The Flavourist abbiamo già avuto occasione di accennare a questa tipologia di ingredienti. Alcuni sono buoni ed altri meno. L’estratto utilizzato da DeOro per Apache ha sicuramente una sua dignità tabaccosa pur essendo basico e mediocre, come ingrediente. Tutto sommato incarna fedelmente il ruolo di tabaccoso. Forse avrebbe davvero avuto un “retrogusto di cioccolato bianco”, ma la base o qualche additivo lo ha penalizzato.

Purtroppo infatti è diluito in una base di scarsissima qualità. Una base, per intenderci, il cui gusto (pessimo e chimico) sovrasta l’aromatizzazione. So bene che la DeOro rivende anche basi. Non le ho mai provate.

In un liquido pronto, ma anche in preparazioni “fai da te”, sappiamo bene che è fondamentale utilizzare basi che abbiano un gusto il più possibile vicine al concetto di neutro. Ma volendo risparmiare, fregandosene della qualità e del risultato finale, si può sempre avere il coraggio di mettere in circolazione un prodotto che… “piacerà ad alcuni e ad altri no”. Tanto “i gusti sono sempre soggettivi”. Esattamente quello contro cui mi batto da sempre!

Facile smentirmi. Basta continuare a dar credito a chi si limita a sostenere che “i gusti sono gusti”.

Io invece sostengo che la qualità deve essere percepibile e che una recensione è un parere tecnico, quanto più possibile approfondito, su un prodotto che deve rispondere a precise caratteristiche non influenzabili dalla soggettività del gusto del recensore e del consumatore. Tutto questo vale per aromi o e-liquid, al pari di atom, device vari e il ragù di mia suocera.

L’esperienza di questa giornata mi porta a rivedere le mie posizioni su questo marchio. Tutti i tabacchi DeOro meritano una recensione. Datemi tempo e ne troverò la forza, sperando di trovare in questi liquidi pronti note degne di essere comprese e portate alla vostra attenzione. Il puzzo chimico dovrò imparare a tollerarlo, pur chiedendomi perchè questa sia ad oggi l’unica caratteristica degna di nota di questa linea. Difficile trovare precedenti in altri marchi.

Se fossi un vaper agli inizi, alle prese con le prime esperienze di svapo, butterei via tutto e mi rollerei una sigaretta… alla vecchia maniera.

ico 1

Pro: nessuno.
Contro: meglio non infierire.

follow us: