Aspire Zero G – recensione

Oggi vi parlerò del Kit Zero G prodotto da Aspire in collaborazione con l’azienda italiana NoName, una collaborazione che ha già dato vita nel recente passato alla mod Paradox e al 9th tank. Sebbene il prodotto oggetto della recensione odierna sia sul mercato già da alcuni mesi, il team di The Flavourist ha ritenuto opportuno presentarlo qui sulle pagine del blog, perchè con ogni probabilità si tratta di un device meritevole di attenzione, se non altro perchè la collaborazione tra uno dei colossi mondiali del settore con una delle aziende high end italiane più prestigiose, non può certo passare inosservata.

Prima di iniziare con la nostra recensione, osserviamo come sempre le caratteristiche principali del prodotto e il contenuto della confezione.

ASPIRE ZERO G CARATTERISTICHE E CONFEZIONE

CARATTERISTICHE

  • Nome: Zero G (Aspire e NoName) – 
  • Formato: AIO Mod con batteria integrata 1500 mAh
  • Max Power: 40 W
  • Colori:  Black, Stainless Steel
  • Prezzo: ~ € 90

CONFEZIONE

  • 1 x Aspire Zero G Pod Device
  • 1 x Aspire Zero G 2ml Pod di ricambio
  • 1 x Aspire Zero G RBA Deck
  • 1 x Aspire Zero G RBA Camera di vaporizzazione
  • 1 x Aspire Zero G adattatore 510
  • 2 x Pin RBA
  • 1 x Aspire AVP Pro 0.65 Ohm Mesh Coil
  • 1 x Aspire AVP Pro 1.15 Ohm Coil
  • 1 x Tool rimozione coil
  • 1 x Cacciavite
  • 1 x Cavo USB Type-C
  • 1 x Manuale utente
  • 1 x Set di O-Ring di ricambio

Aspire Zero G packaging

DESIGN E QUALITA’ COSTRUTTIVA

La collaborazione tra Aspire e NoName Mods ha dato vita a un prodotto che sin dal primo impatto appare ineccepibile: costruzione perfetta e estetica a dir poco superba. Aspire Zero G è un device compatto con uno stile minimal, moderno e incredibilmente elegante. Zero G è costruita in acciaio con inserti in Liquid Silicone Rubber (LSR) e ha un design curatissimo oltre che una fattura da primo della classe.

Aspire Zero G pod colori disponibili

La forma a tubo, il precisissimo pulsante ovale con la texture gommata che lo circonda per facilitarne il grip, sono solo alcune delle caratteristiche più apprezzabili di questo prodotto. Davvero non c’è altro da aggiungere.

ERGONOMIA E PORTABILITA’

Per le sue caratteristiche (che vedremo tra pochissimo) e per le sue dimensioni, la Aspire Zero G è un sistema di svapo per qualsiasi tipo di svapatore, dal meno esperto sino al vaper di lungo corso. La mod è alta poco 107 mm, ha un diametro di 26 mm e un peso complessivo di circa 135 grammi.

Aspire Zero G contenuto confezione

E’ facile intuire come l’Aspire Zero G faccia della maneggevolezza e della portabilità uno dei suoi punti di maggiore forza. Anche l’ergonomia è eccellente, agevolata dalla classica forma a tubo e dalle texture gommate che agevolano e rendono sempre solida e sicura la presa. E’ un piacere tenere in mano questo device!

Aspire Zero G in mano

ASPIRE ZERO G FUNZIONI E PRESTAZIONI

La Aspire Zero G è un dispositivo molto semplice da usare: nessun display, ne tantomeno la possibilità di intervenire e agire su funzioni e impostazioni di svapata; all’utente viene chiesto semplicemente di utilizzare un pulsante fire per svapare (cinque click per accensione/spegnimento), regolando la potenza di erogazione mediante una ghiera (potenziometro) in basso, che ricorda molto quelle delle impostazioni delle fotocamere reflex. Una scelta dallo stile vintage molto intrigante ed efficace. Sul dispositivo infine è presente anche un controllo di regolazione dell’aria realizzato direttamente sulla parte superiore del tubo, che deve essere ruotata per stabilire l’apertura preferita delle tre asole dell’airflow.

Aspire Zero G pod kit con batteria 1500 mAh

La batteria di questo device è integrata da 1500 mAh, non male per un dispositivo pensato essenzialmente per l’MTL o per un restricted flavor chasing e che in ogni caso non può superare i 40 watt d’erogazione. Ad essere sincero però, avrei preferito una maggiore capacità della batteria anche a scapito di una maggior altezza della mod, per garantire al dispositivo di durare per un’intera giornata di svapo prima di dover essere ricaricata. Ad ogni modo la presenza di una presa USB type-C da 1A consente a questo dispositivo di ricaricarsi in tempi relativamente brevi anche se non tra i più rapidi in circolazione (circa 70-80 minuti per una ricarica completa).

Aspire Zero G contatti e magneti della batteria

La presenza di un piccolo led luminoso sulla parte superiore del pulsante fire indica il livello residuo di carica della batteria stessa:

  • Luce Verde: batteria tra 100-50% (>3,8V);
  • Luce Blu: batteria tra 50-20% (3,5-3,8V;
  • Luce Rossa: batteria tra 20-0% (<3,5V).

Aspire Zero G regolazione dei watt

Non mancano infine su questo dispositivo le più classiche funzioni di protezione di cui sono ormai dotati tutti i più comuni sistemi di svapo, dalla protezione da corto circuito, passando per la protezione da bassa tensione e proseguendo con le canoniche protezioni per carica troppo alta o carica troppo bassa.

Aspire Zero G adattatore

FACILITA’ D’USO

Sulla facilità di utilizzo dell’Aspire Zero G c’è ben poco da dire in quanto questo dispositivo come appena visto, è fornito solo di un pulsante di erogazione e della possibilità di regolare con estrema semplicità la potenza di erogazione e il flusso dell’aria. In più sulla Zero G risulta più che mai agevole operare sulla pod, sia per quanto riguarda il suo inserimento sulla mod (aggancio magnetico), che per la ricarica del liquido che si effettua dal basso sollevando l’apposito tappo nero in silicone.

L’unica operazione un po più complessa relativa all’Aspire Zero G riguarda la rimozione della coil dal pod/tank, operazione che richiede l’utilizzo dell’apposito tool di rimozione (presente in confezione) necessario per svitare la base del tank e per estrarre appunto la coil.

Aspire Zero G particolare pulsante attivazione

ASPIRE ZERO G POD-TANK e AROMA

Nella dotazione del kit di Aspire Zero G è presente un pod-tank (capienza di 2 ml nella versione TPD e di 3,5 ml nella versione standard) e due coil, la Aspire AVP Pro 0.65 ohm mesh coil e la Aspire AVP Pro 1.15 ohm coil. Entrambe le coil sono pensate per il tiro di guancia (MTL), la coil da 0,65 in un range consigliato tra i 15 e i 18 watt, la coil da 1,15 ohm in un range di svapata compreso tra i 10 e i 16 watt; con la Aspire Pro 0,65 ohm si può comunque tranquillamente svapare in restricted flavor chasing, servendosi anche del drip tip specifico basso con foro più grande. Per un tiro puro di guancia c’è a disposizione un secondo drip tip in ultem, più allungato e con foro più piccolo.

Aspire Zero G pod con drip tip per MTL

Oltre alle due coil Aspire ha messo a disposizione dei vaper più esperti anche una base RBA che trasforma il kit a tutti gli effetti in un tubo con wattaggio regolabile e con il suo atomizzatore RTA. Il refill del liquido all’interno della pod si effettua dal basso sollevando il tappo nero in silicone presente sotto la base del tank. La presenza di una sezione presumibilmente in ultem consente di verificare la quantità di liquido presente all’interno del tank.

Ho provato e testato l’Aspire Zero G dapprima utilizzando le due coil in dotazione e infine cimentandomi con la sua base rigenerabile per verificarne la valenza specie alle prese con liquidi di tabacco organici. Entrambe le coil AVP Pro hanno confermato quanto di buono ho sempre avuto modo di pensare e dire nei confronti delle coil Aspire in genere; le prestazioni aromatiche di queste due coil sono a mio avviso assolutamente soddisfacenti sia per gli amanti del flavor chasing (AVP Pro 0.65 Ohm Mesh Coil), che per coloro che preferiscono un tiro più chiuso di guancia (AVP Pro 1.15 Ohm Coil).

Aspire Zero G pod con drip tip da flavour chasing

Ma la vera sorpresa dell’Aspire Zero G riguarda la sua base RBA, che nella sua semplicità (non si dimentichi che cè comunque la possibilità di cambiare il pin 510 sotto coil per modificare l’ariosità dell’atom) ha saputo regalarmi piena soddisfazione aromatica con tutti i liquidi tabaccosi da me provati. Ho realizzato una semplice coil in Kanthal A1 28 AWG da circa 1,00 ohm su punta da 2,5 mm (senza alcun tipo di problema ne in fase di serraggio della coil che in fase di cotonatura), e sono rimasto favorevolmente colpito dalle capacità aromatiche della sua piccola camera di vaporizzazione.

Nello specifico, ecco un resoconto sui test fatti con tre liquidi prodotti da Officine Svapo in collaborazione con il nostro team.

Aspire Zero G base rigenerabile

Test con e-liquid “Poncho” di Officine Svapo e The Flavourist

Nel test con l’e-liquid Poncho, che ricordo essere un estratto organico di Tabacco di Verona, la base RBA dell’Aspire Zero G ha sfoderato una performance aromatica d’alto livello, riuscendo a mostrare tutte le qualità di questo tabacco raro, accentuandone le rotondità, i sentori vegetali e la sua freschezza. Una svapata gradevolissima con le note tabaccose che affiorano sul palato con grande morbidezza ma al tempo stesso con insospettabile incisività.

Test con e-liquid “Il Monco” di Officine Svapo e The Flavourist

Il secondo dei tre liquidi della linea “Italian Western Collection” di Officine Svapo, è stato Il Monco, un blend molto complesso e strutturato di Latakia siriano, Tabacco di Verona e Kentucky di Benevento, che rientra di diritto nella categoria dei dark blend. La resa aromatica de Il Monco è altrettanto valida quanto quella del liquido precedente e grazie alla capacità dell’RBA di presentare nitidamente tutte le sue numerose e robuste sfumature.

Aspire Zero G pods

Test con e-liquid “Agua Caliente” di Officine Svapo e The Flavourist

Anche con Agua Caliente, un blend di tabacchi kentucky, Latakia e Perique aromatizzati con patata dolce americana e ribes nero, l’Aspire Zero G in configurazione RTA ha espresso una buona performance aromatica, sebbene forse non sia stato perfettamente in grado di spacchettare in modo preciso tutti i suoi componenti. L’atomizzatore in questo caso ha mostrato con più efficacia i sentori tabaccosi e le note acidule del ribes e meno la componente dolce della patata americana.

Aspire Zero G pod kit black e stainless steel

In definitiva, a un tiro sempre molto pulito e lineare e sufficientemente silenzioso, si abbina un’ampiezza e una resa aromatica davvero invidiabile. Il vapore è mediamente secco e questo la dice lunga sulla sua capacità di esprimersi bene con una vasta gamma di liquidi.

ASPIRE ZERO G CONSIDERAZIONI FINALI

Aspire Zero G è un prodotto pensato e studiato in modo esemplare, per soddisfare le richieste di un vasto pubblico di svapatori. Un Kit bellissimo da mostrare, facile da usare e molto comodo da portare in giro; qualità da vendere anche se a un prezzo non proprio contenuto. Se siete alla ricerca di un prodotto simile ma dal prezzo più abbordabile, allora dovreste dare un occhio a QUEST’ALTRO KIT MOLTO INTERESSANTE

Buy Now PNG

—–

Consigliato a: Newbies, skilled e hardcore vapers.

THE FLAVOURIST - RESPONSO
  • 9/10
    Aspire Zero G caratteristiche e confezione - 9/10
  • 10/10
    Design e qualità costruttiva - 10/10
  • 10/10
    Ergonomia e portabilità - 10/10
  • 8.5/10
    Funzioni e prestazioni - 8.5/10
  • 9/10
    Facilità d'uso - 9/10
  • 9/10
    Aspire Zero G pod - aroma - 9/10
9.3/10