Nome: Aurora Play (Vaporesso) – Pod Mod – ricevuto dal produttore

Tipo: Pod Mod

Colori: Grigio metallico, Argento, Bronzo, Arcobaleno

Prezzo: ~ € 35


Vaporesso presenta Aurora Play la versione 2 della sua Pod Mod Aurora

Nel mondo delle e-cig, una delle migliori e più gettonate soluzioni per chi ha deciso di abbandonare il fumo tradizionale a favore del fumo elettronico, è rappresentato dalle Pod Mod, una felice e pratica evoluzione delle prime cigalike di un decennio fa. Si tratta di vaporizzatori personali molto compatti e di semplice utilizzo, in grado di rendere assolutamente easy e poco tramautico il passaggio dalle sigarette analogiche a quelle elettroniche.

Vaporesso, uno dei brand più noti al mondo nella produzione di device per lo svapo, dopo aver commercializzato l’ottima Pod Mod Renova Zero, lancia proprio in questi giorni Aurora Play la versione 2 rivisitata della sua sorella maggiore Aurora. Si tratta di una pod mod molto attesa specie per il suo profilo estetico che ricorda moltissimo un noto storico accendino.

Come di consueto, in avvio di articolo osserviamo il contenuto della confezione del prodotto ricevuto (nel nostro caso si tratta del sample 1-A in color silver).

IN THE BOX

1 x Vaporesso Aurora Play Pod Mod
1 x pod da 2 ml con resistenza da 1.3 ohm (installata)
1 x pod di ricambio da 2 ml con resistenza da 1.3 ohm
1 x Boccetta per riempimento pod da 10 ml
1 x Cavetto di ricarica USB
1 x Carta di garanzia
1 x Manuale di Istruzioni

DESIGN AND BUILD QUALITY

Non passa certo inosservata la silhouette di questa Aurora Play, facendo il verso, sin troppo chiaramente, ad un famosissimo accendino americano. Ed in effetti a pensarci bene è proprio nel suo aspetto che potrebbero risiedere le fortune di questa pod mod, specie se supportato da performances livello, quantomeno in linea con gli standard medio-alti ormai richiesti dal mercato. All’apertura della confezione, dopo averla osservata per qualche istante, mi ripeto che se Aurora Play sarà performante tanto quanto la sua accattivante estetica, allora davvero sarà una del Pod Mod Top del 2019.

Rispetto alla sua sorella maggiore, Aurora Play appare molto più curata sotto il profilo estetico. La sua linea è più morbida e compatta e l’effetto satinato le conferisce sobrietà ed eleganza davvero fuori dal comune. Piacevolissima al tatto e anche piuttosto massiccia, è subito grande il feeling con questa pod mod in lega di zinco; si presenta senza dubbio come un oggetto di un certo valore. La POD si inserisce sulla batteria con facilità grazie a un sistema di due magneti che le permettono una perfetta tenuta sul corpo interno della mod.

L’unico difetto che abbiamo riscontrato dal punto di vista costruttivo è il gioco laterale del coperchio quando la Pod è aperta.

FEATURES

Osserviamo ora più da vicino le caratteristiche della Aurora Play. La pod mod misura circa 79 x 43,5 x 16 mm e ha un peso intorno ai 97 gr, decisamente superiore alla media delle più diffuse pod mod in commercio; in un certo senso questo peso contribuisce a far si che il prodotto di Vaporesso restituisca un’idea di grande solidità. Aurora Play è equipaggiata con una cartuccia dalla capienza di 2 ml e una resistenza in ceramica da 1,3 ohm (CCELL coil).

L’accensione e lo spegnimento del dispositivo si effettua con la classica sequenza di cinque click ravvicinati; una volta acceso, con tre click ravvicinati è possibile scegliere tra uno dei tre diversi livelli di potenza: 9 watt (spia rossa), 10,5 watt (spia blu), 12,5 watt (spia verde).

La batteria della Aurora Play ha una capacità di 650 mah (in media con le sue concorrenti) che garantisce una buona autonomia (dai miei test circa 4-5 ml di liquido) e anche un sistema di ricarica da 1A che in 45 minuti circa completa il suo ciclo di ricarica (spia verde accesa).

Come già visto nella recensione di Renova Zero, anche l’Aurora Play è dotata di un sistema di controllo di temperatura automatico che previene le cosiddette “steccate” (boccate a secco) che in questo caso si verificherebbero all’esaurimento del liquido all’interno della cartuccia. Una soluzione interessante che ho avuto modo di verificare, funziona correttamente. In più la mod è dotata di una finestrella trasparente di controllo del livello del liquido; una soluzione che può apparir banale ma vi assicuro che è molto utile e intelligente.

Non mancano infine sul circuito Omni Board Mini della Aurora Play i più classici sistemi di protezione contro corto circuito, svapata prolungata oltre 10 secondi, sovraccarico della batteria in fase di ricarica e protezione ESD.

COILING, WICKING AND FILLING

Aurora Play possiede una POD da 2 ml ricaricabile attraverso un sistema dalla facilità imbarazzante. Vaporesso ha semplificato davvero al massimo l’unica operazione che tende a scoraggiare soprattutto i vapers alle prime armi. La ricarica della cartuccia si può effettuare senza neanche dover rimuovere la stessa dalla mod, servendosi della valvola posta di fianco al drip tip. Sarà sufficiente adagiare e successivamente spingere verso il basso la boccetta fornita dal produttore o qualsiasi altra boccetta dotata di una punta sottile e resistente. Attraverso la finestrella laterale si controllerà il livello del liquido all’interno della cartuccia. Forse non è mai stato così semplice svapare con una pod mod o più in generale con una e-cig!

PERFORMANCES AND FLAVOUR

Aurora Play è una Pod Mod che, una volta accesa, funziona in automatico senza l’utilizzo di un tasto fire. Il suo tiro ha un buon hit (la pod è essenzialmente pensata per liquid ai sali di nictoina), è mediamente contrastato, silenzioso, fluido e restituisce un vapore piuttosto denso e tiepido. Durante la mia prova non mi sono mai imbattuto in spiacevoli spruzzi di liquido, tiri a secco e non ho riscontrato alcun tipo di perdita. Pressoché inesistenti anche i problemi di condensa che si verificano spesso esternamente al di sotto della cartuccia.

Grazie alle CCELL coils Vaporesso, con questo dispositivo è possibile utilizzare liquidi con una densità massima di VPG 70/30 senza riscontrare alcun problema di pescaggio del liquido.

E in termini aromatici come si comporta il dispositivo? Le prestazioni aromatiche di Aurora Play sono a mio parere più che buone, sicuramente superiori a quelle della Renova Zero vista qualche settimana addietro. Credo che la combinazione della CCELL coil da 1,3 ohm con questo drip tip stile 510, sia il segreto di questo successo. Ho provato la Pod con diversi tipi di liquidi e che ci crediate o no sono rimasto piacevolmente colpito anche dalla sua resa con un liquido tabaccoso organico pensato per sistemi non rigenerabili (ve ne parlerò prossimamente).

Credo che nel complesso il produttore abbia raggiunto un risultato più che mai soddisfacente considerando sempre che siamo alle prese con un sistema entry level.

TO CONCLUDE

Aurora Play a mio avviso in questo momento è il fiore all’occhiello delle Pod Mod realizzate da Vaporesso, perchè si tratta di un prodotto esteticamente elegante, raffinato, solido e soprattutto molto valido in termini di prestazioni aromatiche. E se è vero che si tratta pur sempre di un prodotto entry level, perchè generalmente tali sono le Pod Mod, è altrettanto vero che le sue qualità indiscusse, sia estetiche che funzionali, lo rendono un oggetto quanto mai appetibile per chi si accinge ad acquistare la sua prima e-cig e una soluzione molto comoda anche per i vaper più navigati.

Mi sbilancio dicendovi che Aurora Play sarà una delle più apprezzate Pod Mod del 2019!

Consigliato a: newbies, skilled and hardcore vapers.

THE FLAVOURIST RESPONSE
  • 9/10
    In the box - 9/10
  • 9/10
    Design & Build Quality - 9/10
  • 9/10
    Features - 9/10
  • 10/10
    Coiling, Wicking and Filling - 10/10
  • 8.5/10
    Performances and Flavour - 8.5/10
9.1/10


follow us: