Nome e Formato: Caramel Latte on Ice – Linea Volume I (Ohm Boy) – Sample 10 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: n.d.

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: Vaporesso Gen 220 W + Steam Crave Aromamizer Lite RTA single fused clapton coil 0.25 ohm (Ni80 28 awg x 4 + Ni80 36 awg) con Native Wicks Platinum Cotton.


Ohm Boy è un marchio inglese di liquidi di proprietà della Oxford Vapours che gode di un’eccellente fama oltremanica. Questo brand si è affacciato in Italia solo negli ultimi mesi, e ha cominciato a farsi conoscere dai vaper di casa nostra grazie anche alla sua presenza al Vapitaly 2019. Proprio durante la manifestazione veronese, i ragazzi di Ohm Boy ci hanno fornito alcuni sample dei loro prodotti per poterli testare e recensire sul nostro blog.

Eccoci qui dunque pronti a parlarvi dell’e-liquid Caramel Latte on Ice inserito nella linea Volume I del produttore e commercializzato nel formato 50 ml a zero nicotina (eventualmente integrabile) all’interno di un flacone da 60 ml.

Ohm Boy descrive così ufficialmente Caramel Latte on Ice:

Layers of authentic coffee, creamy milk and sweet caramel are infused with an icey finish for a delicious latte vape.

Strati di autentico caffè, latte cremoso e caramello dolce infusi con una finitura ghiacciata per un delizioso svapata al latte.

PROVA OLFATTIVA

In cinque anni di test e recensioni di liquidi e aromi, ci siamo imbattuti diverse volte in prodotti di caffetteria che fanno il verso alle innumerevoli creazioni della famosa catena di caffè americana Starbucks. Caramel Latte on Ice è uno di quei prodotti e lo dimostra sin dalla prova d’olfatto presentando al naso, con moderazione, il tipico sentore del caffè “starbucksiano” avvolto in una più ampia cornice dagli evidenti toni caramellati. Un sottile velo alcolico infine chiude il mio test “nasale”, restituendomi esattamente ciò che ci si può e in generale deve aspettare da un e-liquid di questo genere: un cremoso a base di caffè americano, declinato secondo una delle tante ricette proposte dalla catena statunitense.  In questa circostanza il caffè, già di per se per sua natura (quella di Starbucks) poco intenso, ha un ruolo secondario rispetto alla componente cremosa e caramellata.

Per la prova di svapo, mi affido al sorprendente e forse un po’ sottovalutato Steam Crave Aromamizer Lite, un atomizzatore rigenerabile da 23 mm in grado di esprimersi al meglio con diverse tipologie di e-liquid e in particolar modo in flavor chasing anche abbastanza spinto.

PROVA DI SVAPO

Allo svapo Caramel Latte on Ice offre nella fase di inspirazione un boccata fresca di caffè, una sorta di caffè al ghiaccio. Il carico aromatico è piuttosto leggero, perchè come prevedibile non siamo dinanzi alla forza e all’intensità di un espresso italiano, ma anche perchè in questa ricetta il caffè non recita un ruolo di primaria importanza. Anche la nota “ice” appare moderata, tanto più quanto ci si tiene bassi con i wattaggi di svapo, è piacevole, rinfrescante e quasi dissetante

Le note di cuore lanciano aromaticamente tutta la dolcezza del caramello e i suoi gradevoli spunti, ben mescolati ad una componente cremosa leggera e poco densa, che in effetti ha tutte le sembianze di un buon latte fresco. L’e-juice emula piuttosto bene il sapore che rilascia sul palato il famoso Caramel Frappuccino Blended Coffee di Starbucks. In fondo non è proprio questo che il produttore inglese voleva ottenere? Ma siamo sicuri che ci sia da gioire per questo risultato?

Le sfumature dell’infuso di caffè, per noi vaper italiani troppo pallide in aroma per meritarsi l’appellativo di vero caffè, tornano durante la fase di espirazione e percorrono le papille a braccetto con la delicata e lodevole impronta ice di questa creazione. La sensazione fresca in esalazione amplifica e migliore la persistenza aromatica post svapata, piacevole e rinfrescante.

Il bouquet appare equilibrato e composto, non manca certo di buon gusto ma a mio giudizio è davvero troppo comune e poco fantasioso. Non mi sembra che Caramel Latte on Ice aggiunga qualcosa di nuovo alle numerose ricette che hanno emulato e cavalcato lo stile di caffetteria di Starbucks in questi anni.

Ohm Boy ha il merito di aver costruito un liquido molto ben bilanciato, non troppo dolce e mai sovradosato, ma il rischio di confondere questa creazione con altre dello stesso genere è davvero molto alto. Così mi ricorderò di Caramel Latte on Ice come di un buon liquido mainstream capace di sicuro di avere anche un ottimo successo commerciale, ne sono convinto, ma troppo poco per meritarsi un posto nella billboard dei migliori vape e-liquids di sempre.

Pro: E-liquid cremoso delicato e fresco, per tutto il giorno.

Contro: E-liquid comune e poco innovativo.

follow us: