Dark Mistery – VM Famy

Dark Mistery – VM Famy

Dark Mistery VM Famy – Recensione

INTRODUZIONE

Per la recensione odierna mi occuperò di una new entry assoluta per il nostro blog, vi parlerò infatti di un prodotto del marchio VM Famy nato nel dicembre 2019 grazie all’intuizione e alla lunga esperienza nel settore di Vincenzo Iorio Esposito. L’azienda VM Famy prende vita puntando da subito sulla qualità e la certificazione delle materie prime utilizzate per realizzare i suoi prodotti, e si propone di realizzare ricette ricercate che si distacchino non poco dagli standard più classici del mercato. L’idea di fondo è quella di offrire alla platea dei vaper liquidi inediti ma adatti a uno svapo all-day e mai stancante.

VM Famy Dark Mistery boccetta e packaging

Dopo aver lanciato nel febbraio 2020 Mistery e CookiNuti, all’inizio di gennaio di quest’anno VM Famy ha presentato Dark Mistery, la versione tabaccosa dell’aroma Mistery. Oggi dunque mi accingo a recensire per voi proprio l’aroma Dark Mistery, un aroma shot da 20 ml proposto all’interno di una boccetta da 60 ml; come di consueto all’aroma bisognerà aggiungere un base neutra di 40 ml per ottenere il liquido pronto da svapare. Dark Mistery, stando alle indicazioni del produttore, può essere svapato sia in MTL che in flavor/cloud chasing.

DARK MISTERY – DESCRIZIONE

In mancanza di un sito ufficiale del marchio, ho cercato in rete una descrizione condivisa di Dark Mistery, ma prima di riportarvela qui sotto, voglio ricordare quella che è invece la descrizione ufficiale dell’aroma Mistery, dal quale Dark Mistery prende spunto.

Ecco come il produttore descrive il suo Mistery: Il waffle incontra il gelato alla vaniglia e il cioccolato bianco con un tocco salato del graham cracker… Un vero mistero ad ogni svapata.

Ed ecco invece cosa ci viene detto in merito al Dark Mistery, oggetto della recensione odierna di The Flavourist:

L’affumicatura del Latakia e il sapore intenso del Kentucky, per un mix di tabacco organico microfiltrato reso unico dal ricordo del Mistery…Dal piacere del tabacco allo sfizio del cremoso.

VM Famy Vincenzo Esposito con Dark Mistery

PROVA OLFATTIVA

L’esame olfattivo di Dark Mistery purtroppo sembra non lasciare scampo al progetto tabaccoso di quest’aroma, perchè all’apertura della boccetta si viene subito travolti da un’intensa e quanto mai dolce profumazione vanigliata. I sentori vanigliati, a tratti invadenti e comunque molto penetranti, sembrano essere accompagnati da un background cremoso a base di latte che ben si amalgama alle persistenti note vanigliate. Il test olfattivo non riesce a rivelare gli altri componenti di questo complesso bouquet e, waffle e graham cracker da un lato, e tabacco Latakia e Kentucky dall’altro, mancano all’appello durante la mia prova nasale.

Mi preparo dunque immediatamente per la prova di svapo, per capire se Dark Mistery in vaporizzazione sarà in grado di mostrare le diverse sfumature indicate nella descrizione ufficiale.

Tabacco kentucky tra le mani

PROVA DI SVAPO

Devices: Exvape Expromizer V3 Fire single coil 1,10 ohm (Kanthal A1 28 AWG)+ Penodat V2 RTA single coil 1,00 ohm (Kanthal A1 28 AWG) con Cotton Bacon Prime

Per l’assaggio e la degustazione di questo nuovo aroma di VM Famy, mi sono affidato a due atomizzatori rigenerabili con diverse caratteristiche, il sempre affidabile e inossidabile Expromizer V3 Fire e il nuovo atomizzatore turco Penodat V2 con campana stretta e lunga.

     Expromizer V3 Fire by ExVape  Penodat V2 atomizzatore rigenerabile MTL

Anche in svapata Dark Mistery non si allontana molto dal carattere profondamente cremoso emerso durante il test olfattivo, sebbene in inspirazione un timido accenno tabaccoso sia percepibile sul palato, soprattutto nel mio caso con l’atomizzatore Expromizer più adatto e propenso a enfatizzare i toni più corposi e secchi dei tabacchi presenti nel mix. E’ il tabacco Latakia con la sua inconfondibile nota affumicata a palesarsi soprattutto nelle battute iniziali della boccata, riuscendo a trasferire sul palato una breve ma apprezzabile nota secca e abbastanza legnosa.

Nel cuore della boccata gli elementi cremosi di Dark Mistery si prendono la scena, e sfoggiano con spavalderia tutta la cremosità vanigliata del bouquet aromatico di Dark Mistery. Il liquido in questa fase cambia registro rispetto alle percezioni iniziali e risulta più che mai avvolgente e morbido. Gli spunti tabaccosi iniziali sembrano ora solo un lontano e flebile ricordo…

waffle dolce

La svapata procede gradevole su binari aromatici sinuosi e a tratti vellutati, un percorso gustoso e familiare nel vaping, un percorso che tuttavia non sembra davvero lasciare spazio alcuno alla percezione di qualsivoglia aroma di tabacco. Gli amanti dei liquidi cremosi troveranno questo frangente della svapata assolutamente amabile e ne apprezzeranno soprattutto la sua dolcezza mai sovradimensionata; da un’altra prospettiva i vaper più propensi a esperienze sensoriali tabaccose, stenteranno a cogliere l’essenza di una reale e profonda svapata di tabacco strong con Latakia e Kentucky.

csm crop 43 gelato di crema alla vanigliaImg9097 d4f20b6f95

Nelle fasi finali della boccata Dark Mistery sembra voler mostrare una sintesi della sua complessa struttura, e i timbri aromatici appaiono più equilibrati; così mentre la scia cremosa scorre fino all’espirazione finale, le mia papille rintracciano nuovamente quelle sfumature smoky percepite solo nelle note di testa, questa però volta arricchite e impreziosite da leggere note salate, che ricordano con buona fedeltà il sapore di un classico graham cracker anglosassone. Buona ma mai invadente la persistenza aromatica post svapata.

DARK MISTERY CONSIDERAZIONI FINALI

Dark Mistery, il nuovo aroma di VM Famy, pur classificandosi ufficialmente all’interno della categoria dei tobacco flavored e-liquid, è in realtà un prodotto molto più creamy oriented che tabaccoso, e i suoi tabacchi ricoprono all’interno del bouquet un ruolo molto più marginale di quello che ci si poteva attendere. Un liquido a mio avviso molto apprezzabile soprattutto da coloro che preferiscono “sentire” maggiormente sul palato la nota dolce e cremosa, mentre per i puristi dei tabacchi (come il sottoscritto) potrebbe essere interessante se il produttore in futuro proponesse anche un’edizione “reserve” con una presenza più marcata di Latakia e Kentucky.

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito, consigliati 3-4 giorni

ico 3

Pro: Dolce e gustosi gli elementi vanigliati con base di gelato

Contro: Una miscela troppo flavored e poco tabaccosa

VM Famy logo

Nome e Formato: Dark Mistery (VM Famy) – Aroma concentrato 20 ml

Lotto: PCT2011N1

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 11/2023

Talius Blendfeel – Recensione

Talius Blendfeel – Recensione

Nome e Formato: Talius (Blendfeel)  – Aroma concentrato 20 ml

Lotto: 20702060001

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: n.d.


 

TALIUS INTRODUZIONE

Quella di oggi sarà l’ultima recensione dell’anno 2020, anno che The Flavourist, come molti di voi sapranno, ha dedicato esclusivamente a liquidi e aromi della categoria tabaccosi. Per la recensione odierna torno a occuparmi di Blendfeel e nella fattispecie di un tabaccoso aromatizzato che porta la firma di Daniela Talia, biologa nonché stretta collaboratrice di Renzo Cattaneo all’interno del Blendfeel Lab, il luogo dove vengono partorite tutte le creazioni dell’azienda lombarda.

Pronti a conoscere segreti e caratteristiche dell’aroma scomposto Talius? Su alcuni gruppi facebook in queste ultime settimane se ne è parlato tanto, scopriamo allora di cosa si tratta e se è un’aroma all’altezza di precedenti creazioni aromatizzate di Blendfeel tipo l’Irish Black, La Vie en Douce o il Milano.

Talius Blendfeel Boccetta

Il Talius viene commercializzato nel formato shot series 20 ml di aroma concentrato in glicole propilenico all’interno di una boccetta da 60 ml. Per ottenere i 60 ml di liquido pronto da svapare, sarà necessario aggiungere una base da 40 ml complessivi di glicole propilenico e glicerolo vegetale. Ci preme a sottolineare la bellezza della grafica dell’etichetta anche se la foto della boccetta fornita dal produttore che vedete qui sopra non le rende la giustizia che merita. Peccato… Forse riesce di più nell’intento la foto a inizio articolo realizzata per The Flavourist dall’agenzia fotografica Photokappa, che da qualche tempo collabora fattivamente con il nostro team, con l’obiettivo di regalare un tocco creativo e artistico ai prodotti del settore.

pistacchio

TALIUS DESCRIZIONE

Ma torniamo a noi e leggiamo quanto Blendfeel dichiara ufficialmente sul suo sito in merito a Talius:

Pistacchio,cioccolato bianco, cocco e tabacco Burley. La base tabaccosa di Talius è Il nostro Burley Professional, dal gusto pieno, particolarmente complesso e articolato. L’aromatizzazione è il frutto di un curato bilanciamento nel quale si è lasciato prevalere il gusto del pistacchio che viene arrotondato e ammorbidito dal cioccolato bianco e dal cocco.

Blendfeel prosegue aggiungendo quanto segue: “durante la degustazione del prodotto si avverte inizialmente il pistacchio per terminare con la sensazione tabaccosa enfatizzata dal permanere di un cocco delicato che accompagna il gusto, apprezzabile anche dopo la svapata. Il pistacchio che potrete trovare ha una caratteristica impronta naturale che evidenzia la cura nella selezione di questo aroma. L’armonia del gusto e la sua perfetta bilanciatura ne consentono un utilizzo prolungato individuando mano a mano sfumature aromatiche inedite.

Gli estratti Aroma di Tabacco(R) sono prodotti con le migliori foglie di tabacco reperibili nel mercato, la selezione e la ricerca avviene con meticolosità ed i prodotti pervengono nel nostro impianto produttivo direttamente dai produttori individuati nelle località di coltivazione. Questo aroma concentrato è qualificato come LL- LONG LIFE, caratterizzante la sua migliore durata prima di compromettere le caratteristiche fisiche di coil e cotone.”

white burley

PROVA OLFATTIVA

L’inizio della prova olfattiva ci pone subito dinanzi a un aroma con un chiara impronta cremosa. Spicca decisamente il profumo del pistacchio che irrompe e si staglia con decisione tra tutti gli elementi che compongono lo spartito aromatico di questo aroma. Il pistacchio di Talius è gustoso e anche piuttosto realistico per quanto a mio avviso credo si tratti di un aroma di origine sintetica; al pistacchio si affiancano flebili sentori di cocco e una sottile scia cremosa che in effetti sembra ricordare discretamente bene il profumo di una tavoletta di cioccolato bianco.

Pur con una prevalenza delle note del pistacchio, l’equilibrio tra questi tre ingredienti appare molto ben congegnato e il bilanciamento mi sembra assolutamente inappuntabile, purché ci si dimentichi del tabacco. Eh si perchè il tabacco Burley citato in descrizione è il grande assente nonché il sconfitto di questa prova olfattiva. Cercasi Burley disperatamente…

PROVA DI SVAPO

Devices: Kizoku Limit RTA BVC single coil 0,7 ohm + Innokin Ares 2 RTA 24 mm single coil 0,9 ohm (Khantal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.

limit mtl rta gunmetal   innokin ares 2 mtl rta 24mm 4ml

Per il test di svapo odierno ho deciso di affidarmi agli atomizzatori Limit di Kizoku (con testina Aspire) e Ares 2 di Innokin. A costo d’essere sempre più noioso e impopolare, ribadisco che mai nessuno mi convincerà del fatto che per svapare bene non occorre possedere un device rigorosamente high end e anche piuttosto costoso.

In svapata Talius attira immediatamente la mia attenzione perchè si mostra un liquido molto armonico e avvolgente. Possiede sicuramente un’anima invernale, regala calore e dolcezza a ogni boccata e non delude le ottime aspettative createsi con la prova olfattiva. Il pistacchio prende forma e si prende la scena durante l’inalazione e trasferisce sul mio palato quel senso di naturalezza avvertito durante il test olfattivo.

cocco

Non ho dubbi nell’asserire che si tratta dell’ingrediente principe di questa ricetta, quello al quale Daniela Talia ha deciso di dare maggior enfasi nel confezionare il suo Talius. Anche le fasi centrali della boccata sono caratterizzate dalla presenza del pistacchio che continua a imporsi all’interno del mix con tutta la sua aromaticità e intrinseca dolcezza, proprio come se fosse un vero pistacchio di Bronte. Il bouquet approda poi delicato e sinuoso verso le note di coda, con una boccata sempre amabile e rotonda, e svela durante l’esalazione aggraziate e quasi cremose velature di cocco, che sfumano emergendo da un’impercettibile sottofondo legnoso.

E sebbene sia il pistacchio l’ingrediente e l’attore principale di questa creazione, non esito a dirvi che a mio avviso è proprio il cocco, con il suo ruolo da non protagonista, a sfoderare una recitazione impeccabile, con quella sua persistenza aromatica post svapata che, se fossimo in ambito cinematografico, non esiterei a definire da Oscar.

cioccolato bianco

TALIUS CONSIDERAZIONI FINALI

Talius è senza alcun dubbio un liquido creato con grande cura e confezionato con altrettanta meticolosità e bravura. Gli elementi pistacchio all’inizio, e cocco sul finale, sono quelli su cui ruota questo mix tabaccoso-cremoso; il cioccolato bianco, difficilmente individuabile ma comunque presente, fornisce la cornice cremosa all’interno della quale si muovono i due ingredienti principali. Il tabacco Burley? Se dicessi che si percepisce bene, all’interno del bouquet, mentirei spudoratamente, e se dicessi che si riesce a riconoscere una lieve sfumatura secca, leggermente legnosa che è tipica del Burley, mentirei lo stesso e ancora.

Per chiudere mi chiedo: perchè classificare un liquido come un tabacco aromatizzato quando in fin dei conti non lo è? E pensare che come cremoso è davvero un liquido di gran qualità…

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: 1-2 giorni

ico 3.5

Pro: Amabilissima persistenza aromatica post svapata con una delicata sensazione di cocco sul palato

Contro: Un altro tobacco flavored secondo l’attuale stile degli aromatizzati: molto flavored e molto poco tobacco

Cacao (Blendfeel)

Cacao (Blendfeel)

blendfeel newlogo

Nome e Formato: Cacao (Blendfeel) – Aroma concentrato 10 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 1945500010003

Nico: 3 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 45 VG / 5 H2O

Data scadenza: 28/10/2021

Devices: ExVape Expromizer V3 Fire RTA single coil 1,10 ohm (Kanthal A1 28 AWG) + Flash e-Vapor 4.5s RTA single coil 0,85 ohm (Kanthal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.


Il team di The Flavourist per l’anno 2020 in corso, in via del tutto eccezionale, ha stabilito di occuparsi almeno per ciò che attiene le recensioni di liquidi e aromi, solo di prodotti tabaccosi, istituendo anche un premio speciale (#VITA Prize – Vape Italian Tobacco Award) riservato a questa categoria così tanto apprezzata e diffusa nella nostra penisola.

Allora perchè oggi ci accingiamo a parlarvi dell’aroma Cacao prodotto dall’azienda lombarda Blendfeel? Perchè dopo averlo gentilmente ricevuto dal produttore e opportunamente assaggiato, ci siamo resi conto di quanto questo aroma sia così tanto vicino e accostabile (nonchè abbinabile) a un vero aroma di tabacco. Il Cacao estratto di Blendfeel è quanto di più simile ci sia a nostro avviso ad un real tobacco e-juice pur non essendo assolutamente un tabacco.

Blendfeel Cacao packaging

L’aroma Cacao appartiene a una linea denominata “Coloniali” e viene venduto sotto forma di aroma concentrato da 10 ml da miscelare al 10% in una base consigliata 40 PG/50 VG/10 H2O oppure in una base 50/50.

Gli aromi “Coloniali”, secondo quanto ci riferisce il produttore, sono estratti naturali dalle migliori materie prime di prodotti provenienti da paesi lontani ma ormai da tempo presenti nella nostra cultura di tutti giorni, prodotti che traggono dalla storia passata e dall’epoca coloniale la loro diffusione in tutto il mondo.

Blendfeel descrive così ufficialmente il suo aroma Cacao:

Lo abbiamo individuato per primo, il cacao proveniente dal Madagascar, con le sue piantagioni assolate nelle quali con pazienza e tanto lavoro i semi migliori di un frutto particolarissimo vengono fatti fermentare per poi essiccare solo al sole del giorno, riparati dalla umidità della notte e alla fine diffusi in Europa nella val di Rodano per essere infine raffinati dai migliori produttori olandesi.

PROVA OLFATTIVA

All’olfatto Cacao si mette subito a nudo e mostra senza remore la sua incredibile fedeltà ai sentori delicati ma al tempo stesso secchi e amarognoli di una fava di cacao essiccata. Sinceramente c’è poco da soffermarsi e argomentare sull’analisi olfattiva di questo aroma, perchè si tratta di un estratto di fave di cacao e in quanto tale profuma di cacao. E’ molto invitante pertanto riponiamo grandi speranze anche sulla prova di svapo.

expromizer v3 fire

flash e vapor v45s

Per la prova di svapo abbiamo deciso di utilizzare due atomizzatori tedeschi, l’Expromizer V3 Fire di ExVape e la versione 4.5 S del Flash e-Vapor.

PROVA DI SVAPO

Le sensazioni olfattive non vengono tradite dalla prova di svapo che ci restituisce, è bene metterlo in chiaro sin da subito, un liquido molto buono e soprattutto unico nel suo genere, perchè a nostro ricordo, crediamo sia la prima volta in assoluto che ci si trova dinanzi a un estratto di cacao. In tanti anni di svapo e test effettuati, ci saranno passati sotto il naso e sul palato un’infinità di prodotti cremosi e tabaccosi con basi più o meno cioccolatose, ma mai del cacao puro.

Cocoa bean

C’è una differenza enorme tra cacao e cioccolato: il cioccolato, a meno che non ci si riferisca al cioccolato extra-fondente con percentuali di pasta di cacao superiori al 75%, è morbido e dolce, per lo meno lo è quello che viene sintetizzato e/o estratto per l’industria del vaping, il cacao invece decisamente no. Avete mai provato ad assaggiare scaglie di fava di cacao puro? Se lo avete fatto, allora avete ben compreso di cosa stiamo parlando.

Il Cacao di Blendfeel riesce a non perdere le qualità aromatiche del cacao in purezza, e lungo tutto l’arco della svapata si presenta sul palato piuttosto secco e penetrante, mostrando a nostro avviso proprio in questo senso la sua anima “tabaccosa”.

Cacao fava

Affascina parecchio sia se degustato in MTL puro a wattaggi contenuti (13-15 watt con l’Expromizer), che a potenze più generose, tra i 18 e i 22 watt con il Fev 4.5 S. Nel primo caso si riesce ad apprezzare al meglio tutta la sua aromaticità, nel secondo gli si conferisce maggior sprint rendendolo più tostato e leggermente più cupo.

Cacao fava ambientata

E’ molto piacevole e appagante riuscire a cogliere boccata dopo boccata il sapore delicato e intenso che si unisce a quella punta di amarognolo tipico di una vera fava di cacao. Possiamo dunque ritenere l’aroma Cacao di Blendfeel fedele al 100% dal punto di vista aromatico alla materia prima di provenienza? Purtroppo no perchè a nostro avviso questo estratto non riesce a scrollarsi di dosso completamente il retrogusto naturalmente dolce dei componenti della sua base; il glicole propilenico e ancor di più del glicerolo vegetale lasciano in definitiva un’impronta non trascurabile all’interno dell’e-liquid pronto da vaporizzare.

Cacao by Blendfeel è un prodotto nuovo che merita d’essere scoperto, provato sia in purezza che eventualmente abbinato ad una miscela tabaccosa; facile immaginarlo ad esempio insieme a un Kentucky, ma dal canto nostro non possiamo che auspicare che sia Blendfeel stessa a proporcelo quanto prima combinato con un tabacco singolo o addirittura un blend di tabacchi.

Diluizione consigliata: 10%

Tempi di maturazione: pronto anche subito, consigliati 4-5 gg

ico 4

Pro: Per gli amanti dei tabaccosi organici, un’ottima variante sul tema da utilizzare anche in miscelazioni con tabacchi organici

Contro: Gli manca quel pizzico in più di amarognolo che lo avrebbe reso fedele al 100% alla materia prima di provenienza

Ivory Gold Reserve (Iron Vaper)

Ivory Gold Reserve (Iron Vaper)

Iron Vaper Logo

Nome e Formato: Ivory Gold Reserve (Iron Vaper) – Aroma concentrato 20 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 2001015

Nico: 2 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 01/2022

Devices: Vaporesso Swag II 80W + Damn Vape Fresia RTA single coil 1,0 ohm (Kanthal A1 27 awg) con Cotton Bacon Prime.


Iron Vaper, giovane e dinamica azienda del Sud Italia, ha fatto la sua comparsa qui sul nostro blog solo verso la fine del 2019, quanto basta per meritarsi grazie al liquido Sharm, il titolo di Best Creamy E-juice del 2019 agli Italian Vape Awards di The Flavourist.

Oggi metteremo sotto esame il liquido Ivory Gold Reserve, la versione arricchita di uno tra i più famosi liquidi del produttore campano, Ivory. Grazie alla preziosa collaborazione con l’azienda Azhad’s Elixirs, la componente tabaccosa sintetica nel liquido Ivory, è stata sostituita da un blend di tabacchi estratti.

Ivory Gold Reserve viene proposto nel consueto formato sho 20+40 ml all’interno di una elegante scatoletta in cartone viola decorata con disegni di foglie di tabacco color oro. Mi preme far notare quanto accurate e più che mai esaustive siano le informazioni riportate sia sulla confezione di cartone che sulla boccetta stessa; non manca davvero nulla, dai riferimenti del produttore, alle info prodotto per terminare con i vari pittogrammi di pericolo.

ivory gold reserve azhad

 Dal sito ufficiale del produttore riportiamo la descrizione ufficiale di Ivory Gold Reserve:

Da una selezione di tabacchi organici by Azhad’s Elixirs sapientemente miscelati con il gustoso cioccolato bianco by Iron Vaper nasce Ivory gold reserve: il liquido perfetto per chi ama svapare tabacchi senza rinunciare a un po’ di dolcezza.

PROVA OLFATTIVA

Il quadro olfattivo di Ivory Gold reserve è dominato dagli elementi cremosi del bouquet e nello specifico dal cioccolato bianco, che si prende la scena con il suo profumo dolce e avvolgente. In seconda battuta è possibile percepire un altrettanto dolce e convincete nota mandorlata che si abbina alla perfezione alla crema di cioccolato.

cioccolato bianco

Nel complesso dal test nasale emerge un liquido dotato di un notevole carico aromatico, che contribuisce senza mezzi termini a nascondere del tutto, anche se la cosa non mi sorprende, la componente di tabacco naturale del mix. Sarà la prova di svapo a svelarne in modo più o meno nitido la nobile presenza degli elementi tabaccosi firmati Azhad’s Elixirs.

L’atomizzatore scelto per il test di vaporizzazione è il Damn Vape Fresia RTA, per l’occasione buildato con 6 spire di Kanthal A1 27 awg su punta da 2,5 mm. Il Fresia RTA è un atomizzatore che ha avutoun discreto successo ma forse leggermente inferiore ai suoi meriti; a nostro parere resta al momento tra i migliori atomizzatori low cost per tiro di guancia.

damn vape fresia rta

PROVA DI SVAPO

In svapata Ivory Gold Reserve si presenta mostrando sin dalle battute iniziali la forza aromatica e l’indubbia qualità del cioccolato bianco, non a caso l’ingrediente che più di ogni altro caratterizza la produzione di Iron Vaper; già da qualche tempo un vincente marchio di fabbrica del brand campano. Sinuoso, voluttuoso e avvolgente e inevitabilmente dolce, è così che si presenta il cioccolato bianco sul palato durante l’inspirazione, ritagliandosi un posto in prima fila all’interno del bouquet di Ivory Gold reserve e attirando inevitabilmente su di se l’attenzione delle mie papille, rapite da tanta dolcezza di gusto.

Black Cavendish

Il cioccolato bianco, è un’onda cremosa, addirittura quasi burrosa che si afferma con decisione ma che, grazie al lavoro minuzioso dell’aromatiere capo di Iron Vaper, lascia il giusto spazio all’ingresso di una soffice e quanto mai gradevole sensazione mandorlata; questo connubio, come già percepito nel test olfattivo, è di gran pregio, un ricamo di arte pasticcera. Il binomio cioccolato bianco-mandorla attraversa tutto l’impianto aromatico dell’e-liquid, supera le note di cuore della boccata e giunge in coda con un impatto più modesto; è qui che sottili infiltrazioni tabaccose fanno la loro comparsa ed entrano in scena con il non facile compito di fedeli accompagnatori del protagonista della ricetta: il white chocolate.

mandorle

Ai tabacchi scelti da Azhad, per comporre e chiudere il quadro aromatico dell’e-liquid, è stato affidato un ruolo preciso anche se apparentemente “ingrato”: enfatizzare le rotondità del mix  e in seconda istanza diffondere un delicato sottofondo tabaccoso. Secondo il mio parere, Azhad ha scelto per questo lavoro una sapiente mistura di Virginia e Black Cavendish che con le loro sfumature vegetali e i loro toni morbidi, sorreggono e assecondano la conduzione cremosa dell’e-liquid con grande naturalezza.

I tabacchi organici chiudono con grande eleganza la svapata e durante l’esalazione è possibile riconoscerne le leggere sfumature fienose del Virginia e i dolci timbri vegetali del Black Cavendish. La modesta persistenza aromatica è infine perfetta per impedire che la svapata nel lungo periodo diventi stucchevole nonostante il bouquet abbia uno stampo profondamente dolce e zuccherino.

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito; consigliati 5-7 giorni

ico 4

Pro: Un sinuoso e gustoso cioccolato bianco con una spruzzata di tabacco naturale

Contro: Componente zuccherina un po’ eccessiva

Choko (Dago E-liquids)

Choko (Dago E-liquids)

dago logo e1561198166474

Nome e Formato: Choko (Dago E-liquids) – Aroma concentrato 20 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: CH0011119

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 45 PG / 55 VG

Data scadenza: 11/2021

Devices: Vaporesso Gen 220 W + Vapefly Brunhilde MTL RTA single coil 1.2 ohm (Nichrome 80 28 AWG) con Cotton Bacon Prime.


Le settimane che precedono le festività natalizie e l’arrivo imminente dell’inverno sono il periodo dell’anno in cui tra i vaper si diffonde in modo esponenziale il consumo di caldi e intensi liquidi cremosi e anche di mix tabaccosi dotati di un certo corpo e struttura, tutte ricette in grado di accompagnare il vaper regalandogli sensazioni avvolgenti, in una sorta di caldo e passionale abbraccio invernale. Nelle ultime settimane il marchio abruzzese Dago ha lanciato tre nuovi liquidi che si inseriscono alla perfezione nella categoria dei liquidi considerati tradizionalmente invernali, e oggi dunque ne approfitto per parlarvi proprio di uno di questi nuovi prodotti Dago: Choko.

La descrizione ufficiale del prodotto, è semplice ed essenziale e fa comprendere con chiarezza cosa aspettarsi da questo liquido:

Choko è una crema di latte al cioccolato con una forte presenza di arachidi tostate e salate.

dago choko aroma 20 ml

Prima di iniziare a parlarvi di Choko, vi ricordo che il prodotto in questione è un aroma scomposto da 20 ml all’interno di una chubby gorilla da 60 ml. Per ottenere il liquido nella sua composizione finale, sarà necessario aggiungere una base di 40 ml (con eventualmente la presenza di nicotina). Pregevole e di ottima fattura la grafica del prodotto, con tonalità calde e dall’impatto assicurato. Confermo quanto già detto in altre occasioni, lo stile grafico di Dago è a mio modo di vedere di qualità eccelsa.

PROVA OLFATTIVA

All’esame olfattivo Choko sprigiona con forza tutto il profumo di una vera fava di cacao, che si diffonde e penetra profondamente all’interno delle mie narici. Dopo ripetute pressioni sulla boccetta, riesco a scorgere un velo sottile di arachidi tostate che, più che mai intriganti si fanno strada all’interno di una cornice dolce e a tratti burrosa. E’ proprio in questi frangenti che improvvisamente si riapre il cassetto dei miei ricordi olfattivi, facendomi riconoscere in questo Choko le fattezze aromatiche di un irresistibile liquido francese di qualche anno addietro.

Le assonanze sono incredibili e mi auguro di ritrovarle anche nella prova di svapo.

Vapefly Brunhilde mtl rta

Per il test di vaporizzazione mi affido alla qualità dell’ultima creazione di casa Vapefly, ovvero il Brunhilde MTL RTA che per l’occasione ho settato per una svapata da restricted flavor chasing. Si lo ammetto le indicazioni del produttore consigliano di svapare questo liquido in cloud chasing, ma preferisco provarlo con potenze e ariosità ridotte per carpire al meglio le sfumature di questo mix.

PROVA DI SVAPO

In svapata è l’elemento cacao il primo a sprigionarsi sul mio palato. Contrariamente a quanto percepito nel corso della prova olfattiva, la boccata durante l’inspirazione presenta un sentore di cacao più morbido, la fava di cacao sembra aver lasciato il posto ad una dolce crema di cioccolato: dalla fava di cacao a una gustosa barretta fusa di cioccolato al latte. La struttura di Choko è naturalmente dolce, ma spesso nel corso della svapata ho la sensazione che la componente dolce del bouquet sia stata ulteriormente accentuata addizionando qualche altro elemento o molecola dolcificante. L’effetto è di sicuro impatto specie se si decide di gustare Choko a pieni polmoni, ma a mio parere toglie un po’ di eleganza al mix, anche se di sicuro così come è stato costruito risulta più facilmente recepibile dal grande popolo dei vaper.

cioccolato latte

Nel cuore della svapata, nonostante l’ingombrante presenza dei timbri dolci, emerge con perentorietà un sentore di arachidi tostate e salate dalla fedeltà aromatica assoluta. Il liquido acquista corposità e intensità e il binomio cioccolato-arachidi si trasforma in un’ampio e rassicurante manto scuro che avvolge e conquista l’intero palato.

L’intreccio tra le morbide sfumature del cioccolato con il vigore e le profondità delle arachidi tostate, si diffonde fino alle note di coda della boccata dove una leggera e quasi impercettibile finitura caramellata, completa e arrotonda la ricetta. Anche la persistenza aromatica a fine svapata è più che buona, le percezioni dei singoli ingredienti sono ben distinte e nell’aria circostante il profumo di cacao si diffonde voluttuoso e inebriante.

arachidi

L’impianto aromatico di Choko, ben sfaccettato e dalle sensazioni più che mai naturali, appare sempre rotondo ed equilibrato, sebbene come detto poc’anzi, il produttore abbia voluto chiaramente enfatizzare la dolcificazione della ricetta. Il binomio cioccolato-arachidi non è nuovo nel panorama internazionale degli e-liquids, ma spesso in passato per questo tipo di ricette, si è esagerato con l’uso quasi smodato del burro d’arachidi. In questa creazione invece, Dago si fa apprezzare perchè ripropone in forma liquida il sapore inconfondibile di vere arachidi tostate e salate. Goduria assicurata!

torta al cioccolato e arachidi

Anche in svapata, così come all’olfatto, Choko ricorda moltissimo la superba creazione di un brand francese provato e testato qualche anno fa. Come molti di voi sapranno, per nostra politica interna non citiamo mai all’interno di una recensione nomi di prodotti di altri brand, ma se siete curiosi di scoprire di quale liquido si tratta, vi basterà una rapida ricerca qui sul blog e il gioco sarà fatto.

Ci siete arrivati? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto l’articolo o sulla nostra pagina facebook. Ne va della vostra competenza di vapers!

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: 2 gg

ico 4

Pro: Binomio cioccolato-arachidi di altissima qualità. 

Contro: La componente zuccherina è un po’ ingombrante.

flavor theflavourist2019

Zaktus (Dago E-liquids)

Zaktus (Dago E-liquids)

dago logo e1561198166474

Nome e Formato: Zaktus – Linea Mexico & Nuvole (Dago E-liquids) – Aroma concentrato 20 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 006/19

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 40 PG / 60 VG

Data scadenza: 06/2021

Devices: Geekvape Aegis 100 W + Innokin Ares MTL RtA single coil 0.8 ohm (Kanthal A1 27 AWG) con Native Wicks Platinum Cotton.


Oggi mi accingo a parlarvi del terzo e ultimo e-liquid della linea “Mexico e Nuvole” del marchio italiano Dago, linea presentata in occasione del Vapitaly 2019 di Verona. Il nostro blog dopo avervi mostrato nel dettaglio caratteristiche aromatiche, qualità e difetti degli e-liquid Carlota e Ginebra, si appresta ora a completare con Zaktus questa linea del marchio abruzzese.

Dalla descrizione ufficiale del prodotto, sembra che anche in questa circostanza avrò a che fare con un liquido dalle caratteristiche principamente estive:

Un liquido al Cactus, fresco e dolce, leggermente cremoso e arricchito da pitaya e maracuja

Dago Ginebra

Prima di iniziare a parlarvi di Zaktus, voglio rammentarvi che gli aromi scomposti Dago sono commercializzati all’interno di una scatoletta in cartone, contenente una chubby gorilla da 60 ml, riempita con i canonici 20 ml di aroma in glicole propilenico. Per ottenere il liquido nella sua composizione finale, sarà necessario aggiungere una base di 40 ml (con eventualmente la presenza di nicotina). Pregevole e di ottima fattura il confezionamento di questa linea, fatto di grafiche vivaci e colorate con una cura nel dettaglio esemplare. Uno stile degno dei maestri del packaging a stelle e strisce. Complimenti!

PROVA OLFATTIVA

Il test olfattivo mi pone dinanzi a un prodotto che mostra subito una struttura aromatica piuttosto complessa e non proprio comune. Una base cremosa avvolge con grande armonia un mix fruttato dolce con una matrice di stampo chiaramente esotico. A differenza di altre creazioni del brand, nelle quali sin dalla prova nasale era possibile individuare quanto meno una parte degli ingredienti componenti il mix, in questa circostanza mi risulta molto difficile rintracciare spunti aromatici che possano ricondurre agli elementi dichiarati dal produttore in descrizione.

Nonostante le numerose ripetute pressioni sulla boccetta, la sensazione che trasmette Zaktus alle mie narici , è quella di un liquido molto denso e cremoso, oserei dire con una corposa base di panna montata, sulla quale sono stati adagiati dei frutti che, a mio sentire, condividono alcune molecole con quelle di una rossa e succosa fragola. Questa sensazione mi riporta con i ricordi verso il cuore degli anni ’80 e in particolare al sapore di una famosissima gomma da masticare italiana all’epoca tanto diffusa.

INNOKIN ARES e1557244959931

Messi da parte i ricordi d’infanzia, mi preparo per la prova di svapo di Zaktus, fiducioso di ritrovare anche in questo e-juice un prodotto ricco e gustoso.

Mi rivolgo anche oggi al rodatissimo e intramontabile Innokin Ares MTL RTA disegnato dal famoso youtuber Phil Busardo. L’Ares, mai troppo “spinto” a livello mediatico, continua ad essere a mio parere uno dei migliori RTA low cost per svapo di guancia/flavor chasing, soprattutto perchè dotato di una duttilità che ha pochi rivali nel settore.

PROVA DI SVAPO

Allo svapo Zaktus si rivela sin dalla prima boccata un liquido abbastanza insolito dotato di una struttura aromatica ad ampio spettro, in grado di combinare elementi fruttati, una componente cremosa e persino un contorno “ice”.

 

panna montata

La boccata in inspirazione è accogliente e avvolgente; un generoso manto cremoso abbraccia le papille e dona subito rotondità alla svapata. Confermando quanto detto nel corso della prova olfattiva, trovo che ci siano elementi aromatici a base di latte o panna montata a reggere l’impianto cremoso di Zaktus; un impianto morbido rotondo e ben costruito.

La base cremosa del bouquet va presto ad intersecarsi con un mix di sfumature fruttate, all’interno delle quali si muovono sia spunti aromatici più dolci e delicati che altri più vivaci e aciduli.

Sebbene non sia per nulla facile riuscire ad individuare con precisione i singoli ingredienti dell’insieme fruttato, risulta abbastanza evidente al palato la sua natura tipicamente esotica;  il connubio cremoso-tropicale si muove su binari aromatici molto ben calibrati, in grado di trasmettere in svapata una grande sensazione di equilibrio tra le note dolci e quelle aspre e acidule.

cactus

In realtà sono i timbri più dolci che dirigono e segnano principalmente la scena di Zaktus, e a questi si aggiungono le caratteristiche intrinsecamente dolci del fico d’india e del dragon fruit che in effetti faticano un po’ a liberarsi e a staccarsi dal resto dell’impianto cremoso della composizione. Si percepiscono flebili, in modo quasi impercettibile.

La sensazione in svapata resta comunque sempre gradevole ancorchè molto naturale, anche se forse non abbastanza sfaccettata.

Nel cuore della svapata alcune inserzioni fruttate dai toni più aciduli intervengono a spezzare il ritmo monocorde impostato dalla componente cremosa.

maracuja

Ne riconosco il sapore tipico vagamente aspro e al tempo stesso dolce-acidulo della maracujà, frutto stimolante simbolo dell’energia vitale tipica dei climi tropicali; la svapata si fa più ricca e piena, grazie anche alla presenza di una scia fresca e dissetante che attraversa in profondità tutti gli elementi fruttati del mix.

In coda è la base cremosa che torna a far sentire la sua presenza a mio parere un pizzico ingombrante, anche se al dire il vero non posso non ammettere che il bilanciamento cremoso-fruttato-fresco di Zaktus appare sempre solido e inattacabile.

pitaya e1573405500533

Chiude la svapata di questo prezioso cremoso-fruttato, una consistente e piacevole persistenza aromatica post svapata, che lascia sul palato un’ammiccante sensazione di fresco “sporcata” da dolci e delicati profumi fruttati.

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: 2-3 gg

ico 4

Pro: esperimento cremoso-fruttato molto armonico e ben realizzato.

Contro: gli amanti dei fruttati puri potrebbero non gradire a lungo andare le contaminazioni cremose di Zaktus.