Nome e formato: Cherry Ice (Dr. Frost E-liquid)  – Aroma concentrato 20 ml in boccetta da 60 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: n.d

Data scadenza: n.d

Base utilizzata: 30 PG / 70 VG

Nico: 0 mg/ml

Devices: SVA Penguin BF + wasp nano RDA  parallel coil  0.25 ohm (26 ga SS316) con Cotton Bacon V 2.0.


In una tiepida domenica quasi primaverile, con i raggi del sole che mi scaldavano come d’improvviso la mia vista si annebbiò, e come trasportato in un vortice di mille cubetti di ghiaccio colorati mi sono ritrovato in pochi secondi nel fantastico mondo del Dr.Frost. Ormai tutti conoscete il simpatico pupazzo di neve con una passione ed una conoscenza su aromi e miscelazioni tali da essere chiamato Dottore. Tra le strane montagne su cui si estendevano a perdi occhio valli di frutta congelata vidi in lontananza Dr.Frost che stava correndo verso trasportando la sua creazione. Pensando tra me e me ma come non avevamo finito? Lui con la sua solita simpatia mi lanciò il cubetto di ghiaccio che una volta afferrato, mi trasportò di nuovo nella realtà. Svegliandomi di sobbalzo. Avevo tra le mani l’ultima creazione di cui si erano perse le tracce, si tratta del Cherry Ice di Dr.Frost.

Tornando alla realtà,  saprete che si tratta di ricette semplici in puro stile malesyano dove l’elemento principale risulta la forte componente ghiacciata, che va a gelare uno specifico frutto creando quella forte caratteristica di frutta fresca ghiacciata, quasi una granita. Ci stiamo avvicinando a grandi passi alla stagione che riesce ad esaltare questo tipo di liquido, anche se noi di TheFlavour non li abbiamo disprezzati nemmeno in questo periodo più freddo. Oggi quindi è il turno di Cherry Ice che viene così presentato dal nostro amico Frost:

Juicy cherries are stored in the arctic and delivered to the Frost’s lab then blended into this amazing cherry ice.

Le ciliegie succose sono conservate nell’Artico e consegnate al laboratorio di Frost per poi fondersi in questo fantastico ghiacciolo di ciliegie.

La descrizione che ci viene fornita dal produttore segue sempre il proprio filo conduttore, semplice ma che comunque riesce a strapparci un sorriso, mettendoci di fronte a quello che andremo ad approcciare, un ghiacciolo di ciliegia succosa ma che provenendo dall’artico sarà sicuramente congelata, pronta a sciogliersi nei nostri atomizzatori per consegnarci il suo fresco aroma.

La boccetta in nostro possesso è una chubby gorilla da 60 ml e contiene 20 ml di aroma in glicole al quale bisognerà aggiungere 40 ml di glicerina vegetale eventualmente addizionata con nicotina. Il packaging  rimane molto colorato e divertente su un sfondo traslucido leggermente violaceo , ritroviamo il super ed arrabbiatissimo Dr. Frost che con il suo cilindro in testa non vede l’ora di saltarci a dosso per farci provare a tutti i costi la sua creazione.

PROVA OLFATTIVA

Passiamo subito alla prova olfattiva. Cherry Ice  il primo approccio è molto timido, la carica che ci aspettavamo dalla ciliegia di solito molto zuccherosa e prepotente si trasforma in questo eliquid in qualcosa di molto più pacato e grazioso, infatti al contrario di come ce lo aspettavamo, il profumo è delicato e si presta davvero bene facendosi apprezzare. La ciliegia è presente ma non è oltremodo concentrata, questo ci fa ben sperare per la prova di vaporizzazione, inoltre questa sua leggerezza aromatica fa si che tutto non si trasformi in un mero pasticcio sintetico andando così ad ammorbidire questi sentori. La ciliegia è ricca di zucchero ma anche leggermente acidula ma questa sensazione all’olfatto non è eccessivamente chiaro infatti percepisco altro ma che tende ad essere poco distinguibile. Speriamo che la prova di vaporizzazione renda tutto molto più limpido.

PROVA DI SVAPO

La prima boccata procede liscia e ghiacciata,  nella sua totalità non si può certo dire che la sensazione di fresco sia poco presente e tutto viene accompagnato con una buona combinazione da un ciliegia zuccherata e leggermente acida alla fine.

Provando a descrivere la boccata nelle sue fasi, subito veniamo pervasi da un brivido ghiacciato che ci percorre, facendo rabbrividire ogni nostro muscolo ma che una volta passato si consegna al nostro palato pronto per affrontare quello che verrà. Possiamo dire che questa sia la sensazione che rimane costante dall’inizio alla fine della boccata e che ci accompagna anche dopo rinfrescando completamente il nostro corpo. Nella fase centrale della svapata, è qui che scorgiamo, finalmente, una delicata sensazione di ciliegia che si fa spazio tra i cubetti ghiacciati, come immaginato dopo la prova olfattiva non risulta essere troppo invasiva ma è ben bilanciata e non sovraccarica mai l’intensità aromatica restando leggermente in disparte. Anche se precisamente amalgamata riusciamo a percepire comunque la natura sintetica dell’aroma che tende a sopprimere le caratteristiche naturali della ciliegia come la sua marcata acidità in favore di un meno reale sentore zuccherino. Questo si impossessa nella fase finale della boccata, del vapore donando quella golosità generale alla boccata. Possiamo dire infine che in questa costruzione aromatica  avvertiamo sicuramente una buona quantità di zucchero, ma pochi elementi ci portano con la mente ad immaginare una bella ciliegia ricca gustosa.

In generale questo liquido non si discosta dagli altri e dal modo di interpretazione che si da ai classici liquidi maleysiani il vapore è ricco  e denso di note zuccherine che ricordano la ciliegia ma il protagonista non può che essere il ghiaccio e la sensazione ice che ci rinfresca dalla testa ad i piedi. Il solito piccolo consiglio che ci sentiamo di darvi, come per tutta la linea, è sicuramente un liquido che strizza l’occhio a wattaggi alti e che da il meglio spinto su sistemi completamente da cloud.

Pro: Liquido semplice dominato dalla sensazione ice.

Contro: Debole la nota di ciliegia.

follow us: