814HistoireDeliquides-logo

Recensione Aroma: Clovis (814 Histoire d’E-Liquides) 10 ml
Lotto: 15S5202
Data scadenza: 01/2017

Base utilizzata: 47 PG – 47 VG – 6 H2O
Nico: 1,5 mg/ml (0,15%)

Devices: iStick TC60W + Aromamizer RDA V2 dual coil 0,5 (Kantal A1 0,40 mm) con cotone organico giapponese.


Come promesso alcuni giorni fa, rieccomi pronto per proseguire il racconto legato alla storia della Francia, una Francia antica e remota che si perde nella notte dei tempi, e delle dinastie che la governarono durante l’alto medioevo. Eheheh, ragazzi non preoccupatevi! Non ho intenzione di annoiarvi con un articolo sulla storia antica. Il mio riferimento alla storia di Francia è puramente metaforico. Qui ci occupiamo di una rivisitazione in chiave moderna attraverso i profumi ed i sapori che ci vengono proposti da 814 Histoire d’E-Liquides, un marchio transalpino che ha saputo suscitare il mio interesse, inizialmente solo virtuale ed in seguito reale e concreto dopo aver acquistato alcuni aromi di questa gamma.

clovis

Così, dopo aver parlato dell’aroma Bathilde, la prima recensione dedicata a questo brand, oggi vi narrerò di Clovis, un aroma cremoso ispirato al re Clodoveo I, secondo sovrano della dinastia dei Merovingi.

Ricordo, senza dilungarmi più di tanto, che l’etichetta del prodotto riporta informazioni su laboratorio di produzione e luogo di fabbricazione, composizione e data di scadenza; inoltre riporta anche il dosaggio consigliato. Personalmente devo anche dirvi che apprezzo molto lo stile grafico utilizzato per la realizzazione delle etichette.

La descrizione ufficiale del prodotto recita quanto segue:

Un subtil mélange entre la crème vanille, le sirop d’érable et des notes de biscuit, un délice gourmand pour vos papilles.

Una miscela equilibrata di crema alla vaniglia, sciroppo d’acero e note di biscotto, una gustosa delizia per il vostro palato.

Non mi lascio ingannare da questa descrizione alquanto risicata fornita dal produttore, anzi, per la precisione riportata dagli shop che ne commercializzano i prodotti (al momento infatti non mi pare esista un sito web ufficiale di 814 Histoire d’E-Liquides); mi aspetto, come già accaduto nel caso del Bathilde, che l’aroma mi sorprenda positivamente e che superi brillantemente la prova di svapo.

Il liquido alla vista si presenta di color giallo ocra caldo ed intenso con delle sfumature dorate, è un bel un color miele. Anche l’occhio vuole la sua parte e questo colore sicuramente invoglia.

All’olfatto si avverte un invitante profumo di vaniglia, una vaniglia dolce ma non particolarmente intensa; non riuscendo a percepire altre particolari note da questa prova, mi faccio l’idea che possa trattarsi di un liquido piuttosto semplice e comune, sicuramente piacevole , ma senza troppe pretese.

E’ il momento dunque di dedicarci a ciò che più ci piace e ci appassiona, la vaporizzazione e la degustazione del liquido, nella speranza d’esser avvolti da una insostenibile leggerezza di piacere.

La prima sensazione che si prova quando Clovis incontra le papille è quella di una crema di vaniglia non troppo dolce, ritoccata con un qualcosa che ne riduce la dolcezza; i vaper più esperti, rodati da centinaia di prove e degustazioni, riconosceranno subito in quella nota il gusto dello sciroppo d’acero, aroma non troppo utilizzato nelle creazioni nostrane e invece molto diffuso oltreoceano.

Clovis in effetti allo svapo appare come un sciroppo d’acero vanigliato e arricchito con qualche altro piccolo contorno aromatico. Dopo le boccate introduttive, quelle in cui si fa la conoscenza dell’aroma, le successive mi fanno percepire una base biscottosa, forse lievemente aromatizzata con una minima nota di cannella, quasi impercettibile.

La ricetta propostaci da Fred (per chi non lo sapesse è il nome del creatore degli 814) a questo punto è chiara e vuole, almeno sulla carta, riproporre il gusto di quelli che in Nord America si chiamano “Maple cream cookies” ovvero biscotti di pasta frolla con crema di vaniglia e sciroppo d’acero.

biscotti_acero02

L’aroma si presenta con un gusto ed un corpo unici, gli ingredienti sono amalgamati in modo tale da restituire un unico sentore; non è un “mischione” (è chiaro vero cosa intendo per mischione?) ma è appunto, giusto per intenderci, un biscotto di pasta frolla con delle note aromatiche caratterizzanti: vaniglia e sciroppo d’acero su tutte.

Il biscotto però non emerge e non spicca molto nel mix e il liquido alla fine presenta più un connotato cremoso che “biscottoso”. Il tutto appare piacevolmente dolce ma non stucchevole, il surplus di Clovis è senza dubbio la delicatezza ed il bilanciamento; gli ingredienti sembrano esser stati inseriti e dosati in egual misura e proporzione, non si avverte mai un vero sapore prevalente. A wattaggi più elevati direi che si percepisce una maggior presenza dello sciroppo d’acero ma sempre nell’ambito di un’assoluta compostezza e naturalezza.

Compostezza e naturalezza. È così che definirei Clovis, un aroma composto, naturale, educato, mai oltre misura, che non eccede mai e stenta quasi a mettersi in mostra.

biscotti_acero03

Lo sciroppo d’acero stempera quanto basta la dolcezza della crema di vaniglia e del biscotto e questa caratteristica lo rende praticamente instancabile, un “mulo da svapo”. Siamo dinanzi al classico liquido che nessuno definirebbe eccezionale ma che poi ci si ritrova a svapare per tutto il giorno.

Un’altra importante qualità che ho riscontrato nel Clovis è la sua versatilità: si adatta molto bene a diversi modi e tipologie di svapo; si adegua alla perfezione sia ad uno svapo più soft, con sistemi poco ariosi e wattaggi contenuti, che a sistemi più hard molto ariosi e perchè no anche in subohm spinto. L’aroma infatti non teme affatto gli alti wattaggi, resta stabile ed apprezzabile in qualsiasi condizione venga degustato.

Dopo l’aroma Bathilde, anche l’assaggio di Clovis mi consente di poter dire che 814 si conferma un marchio molto interessante e da seguire con attenzione. Il comune denominatore più significativo è il senso di naturalezza che il prodotto riesce a trasmettere. Mica poco!

Si ok, alla fine non sarà un capolavoro di ingegneria aromatica ma mi sento di poter affermare che il produttore ha fatto anche in questo caso un buon lavoro.

Diluizione consigliata: 20% oppure 60 gocce su 10 ml di base

Tempo di maturazione: min 15 gg

ico 3

Pro: un aroma morbido e delicato che non stanca mai.

Contro: il prezzo alto, unitamente alla diluizione consigliata non lo rendono un aroma economico.