Nome e Formato: Cose dell’Altro Mondo (Officine Svapo) – Aroma concentrato 20 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 7 93597 03842 5 (codice a barre)

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: Uwell Nuchaku 80 W + Innokin Ares MTL RTA single coil 0.9 ohm (Kanthal A1 27 AWG 0,36 mm) con Fiber N’ Cotton.


CBD e Svapo: due mondi che si sono accarezzati e ben voluti sin dal primo incontro…
In Italia, l’avvento della cannabis light ha avuto un effetto domino abbastanza evidente sul mondo delle e-cig, così che negli ultimi tempi abbiamo assistito ad una incredibile proliferazione di e-liquid ed aromi per sigaretta elettronica a base di canapa light.

Tempo fa ci siamo occupati della recensione di CDXX targato Officine Svapo e oggi, sempre del produttore lombardo, osserveremo da vicino il liquido/aroma “Cose dell’Altro Mondo” realizzato in collaborazione con il rapper italiano Mondo Marcio e Purple Weed.

Cose dell’Altro Mondo è un aroma da 20 ml all’interno di una chubby gorilla da 60 ml, da addizionare con 40 ml di base (si consiglia una base 50/50) con o senza nicotina, come sempre a discrezione del vaper. La boccetta, contenuta in una classica confezione di cartone è davvero ben curata, con una vivace etichetta satinata che dona al prodotto un aspetto giovanile e decisamente trendy. Non mancano sul retro dell’etichetta le consuete avvertenze di pericolosità, informazioni sulla composizione e i dati anagrafici del produttore.

Officine Svapo descrive così il suo aroma Cose dell’Altro Mondo:

Strawberry kush e lemon lime, un connubio dalle sensazioni fresche ed avvolgenti. Nuova frontiera del canapa-vaping.

Prima di accostare le mie narici alla boccetta di Cose dell’Altro Mondo, qualche breve approfondimento sui contenuti della descrizione del prodotto. Leggiamo infatti che si tratta di un mix tra una qualità di canapa light, la Strawberry Kush e il frutto del lime. Se del lime c’è poco o nulla da scoprire, c’è da chiedersi invece cosa sia la Strawberry Kush. Si tratta di una varietà ibrida di cannabis light proveniente da due ceppi completamente diversi tra loro: la Strawberry Cough da cui attinge le note muschiate di fragola e l’OG Kush, da cui eredita invece le caratteristiche più forti resinose e di pino.

PROVA OLFATTIVA

Dopo queste doverose premesse mi avvio ad iniziare la prova olfattiva che sin dalla prima annusata mi appare esaltante! Dalla boccetta fuoriescono fresche note che profumano d’estate. Un intrigante connubio fruttato tra lievi e dolci note di fragola con più penetranti sentori agrumati; un intreccio di profumi che si avvicendano con grande generosità avvolti da un pulito sottofondo erbaceo e terroso. Per le sue caratteristiche è la componente agrumata ad emergere maggiormente durante la prova olfattiva, ma non copre del tutto le altre note aromatiche del mix, segno questo di una calibratura tra gli ingredienti davvero ineccepibile. Ma non sempre ciò che all’olfatto appare perfetto si rivela tale anche durante la vaporizzazione, e viceversa, spesso dietro una prova olfattiva poco edificante si nascondono insospettabilmente ottimi liquidi.

Il punto di partenza “nasale” è più che mai promettente, stiamo dunque a vedere, anzi a “sentire”…

Mi preparo per la prova di svapo che questa volta affronterò rispolverando il buon vecchio e caro ARES MTL RTA di Innokin disegnato dal famoso youtuber Phil Busardo. E’ vero si tratta di atomizzatore per tiro di guancia un po’ datato, ma in grado di ben figurare con la tipologia di liquido che mi aspetto di ritrovare di qui a poco.

PROVA DI SVAPO

Spesso mi sono chiesto se, dopo circa setti anni di svapo, mi sarei ancora imbattuto in qualche liquido in grado di stupirmi. Inconsciamente ho sempre saputo di si, ma era diverso tempo che attendevo con impazienza un nuovo “uaooo”. Ed eccomi dunque oggi dopo una lunga attesa, di nuovo dinanzi a qualcosa di strabiliante! E pensare che questo prodotto non è esattamente il genere di e-liquid che prediligo…

Una sottile e raffinata scia erbosa inaugura la boccata portando con se velature fruttate e dolci dal fine sapore di fragola. E’ il profumo dell’attraversamento leggiadro di un campo di montagna macchiato dal rosso di fresche fragoline di bosco.

Evidenti sono le contaminazioni tra il delicato dolce della fragola e le fresche e penetranti sfumature di pino. L’atmosfera è briosa, supportata da una scenografia naturale agreste che dona ampio respiro alla svapata. I toni lentamente si arricchiscono, nelle fasi centrali, della vivacissima presenza del lime, che con i suoi timbri aspri incentiva ed esalta la percezione erbosa della cannabis.

Dapprima gentile e dolce per poi lentamente virare verso lidi più frastagliati con sfumature più decise, energiche e sfaccettate, Cose dell’Altro Mondo mostra una struttura aromatica poliedrica all’interno di una quadro generale fruttato molto armonico e naturale.

Non avrei mai immaginato che si sarebbe potuto creare un liquido fruttato servendosi di uno strain ibrido di cannabis, altamente aromatico e sfaccettato, coniugato a sua volta elegantemente con delle punte di fresco lime.

Le papille gustative sono rapite da un bouquet soffuso nelle cui vene però scorre con grande fervore tutta la vitalità dei mesi più caldi dell’anno. Un immaginifico inno all’estate presentato con una solenne esaltazione di timbri aromatici leggeri e raffinati. Poesia in una notte di mezza estate.

E mi abbandono in spiaggia al tramonto, quando l’atmosfera marina si fa più intima e vera e mi lascio abbracciare dal tepore del sol calante, scandito dal ritmo lento delle boccate di Cose dell’Altro Mondo.

Perchè questo è un e-liquid che induce un forte senso di serenità…

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: 5/7 giorni

Pro: Naturalezza di prima classe in un bouquet fruttato con strawberry kush e lime.

Contro: –

follow us: