Malayneum

Recensione Liquido Pronto: Crème Fruitée (The Malayneum Brew) 30 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: n.d.

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 50% VG – 50% PG

Data scadenza:n.d.

Devices: Rx200 + Griffin 25mm top air  dual coil 0,21 ohm (ss316L 26 awg) con cotone organico giapponese.


Torniano oggi in Malesia per raccontarvi di un nuovo marchio emergente. The Malayneum Brew.

Prima di inizare vi ricordo che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

Il confezionamento, il packaging di cui è corredato Crème Fruitée di The Malayneum Brew, prevede un tipico cilindro in cartone, un “astuccio”, ben rifinito e infondo gradevole nella sua semplicità, la cui introduzione nel mondo dello svapo risale a circa 3/4 anni fa. Le informazioni riportate su questo astuccio, rispecchiano infondo quanto descritto sulla boccetta, compresa la descrizione di Crème Fruitée:

Premium blend of Fruits with tasty creamy flavor. It makes the flavor taste unique.

Una miscela di frutta dal gusto cremoso. Questo rende il gusto unico.

Crême Fruitêe the malayneum brew

L’esame olfattivo è di facile interpretazione. Questa percezione lega Crême Fruitêe a sentori accesi di fragola. La veste cremosa è indubbiamente caratterizzata da un generico gusto fruttato. Pur percependo stimoli olfattivi che accennano all’agrumato e ad altre lievi velature dai tratti floreali, resta la fragola il sentore di testa. La fragranza della base cremosa ha una struttura, a livello olfattivo, delicata, ma completa. Crema pasticcera.

Effettivamente mi sono sempre chiesto come si possa limitare la descrizione di un prodotto alla semplice evocazione di “una crema alla frutta”. Una “crema alla frutta” o una “crema di frutta”? Per noi italiani questo dettaglio è importante. Crême Fruitêe, ve lo dico io, è una “crema (pasticcera) alla frutta“. Percui sarebbe giusto immaginare una crema pasticcera all’interno della quale siano stati inglobati pezzi di frutta. una crema che sarebbe destinata a farcire una torta.

crostata frutta

Il test di svapo, real time per voi, segue in realtà una ben più approfondita analisi di Crème Fruitée (20ml circa) avvenuta nei giorni scorsi. In aspirazione Crème Fruitée restituisce il suo mix cremoso e un gusto leggero di banana legato ad altri sentori. Quello dominante resta la fragola. Non particolarmente matura e lievemente acidità. Banana e crema, riescono a dominare questa acidità, pur non trasferendo alla svapata la dolcezza che mi sarei aspettato. La crema pasticcera emerge con timidezza. Oltre a confermare le velature agrumate percepite durante l’esame olfattivo, ci tengo a sottolineare la “vaghezza” di questi sentori fruttati privi di struttura.

Anni fa, saremmo letteralmente impazziti per un liquido con queste caratteristiche. E’ stata questa la mia riflessione. Crème Fruitée si presta ad uno svapo tranquillo. In sigle coil, magari in bottom feeder e una areosità limitata. Ho avuto modo di testarlo nei giorni passati. E’ un liquido semplice, se paragonato agli attuali standard e mode nel campo degli e-liquid. Con il Griffin 25, quello in uso in questo momento, il corpo e la struttura della ricetta non vengono esaltati. Ma non dobbiamo aspettarci molto.

Parliamo indubbiamente di un e-liquid che non stanca e che ha una persistenza aromatica infondo piacevole e non stucchevole. Spesso tendo ad esaltare “la semplicità” come valore positivo quando accompagnato da grande qualità degli ingredienti e piena aderenza a gusti reali o realistici. Nel caso di Crème Fruitée, non posso confermare un percepito di grande pregio e “la semplicità” rimane dunque fine a se stessa, in un mercato vario, competitivo, ricco di proposte e dunque spietato. Eppure comprendo che Crème Fruitée possa essere per alcuni una scelta ideale. Un liquido gradevole.

I parametri di valutazione di The Flavourist sono particolarmente severi come sapete. E’ il crescente numero di marchi e prodotti ad imporci “selezione e severità”. Comprendiamo che The Malayneum Brew debba farsi strada, e che lo meriti al pari di altri, nel mercato internazionale. Dovranno però dedicare più tempo ed attenzione alle fasi di studio di prodotto individuando un preciso mercato di riferimento.

ico 3

Pro: Un prodotto semplice che può essere apprezzato solo avendo cura di utilizzare setup molto leggeri.

Contro: La qualità aromatica non lascia sorpresi. La dolcezza, trattandosi di una crema di frutta, è scarsa. Non sorprende.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS