liquid-state-banner

Recensione Liquido Pronto: De La Crème – Linea Liquid Nation (Liquid State)

Lotto: n.n.

Nicotina: 6 mg/ml

Base dichiarata: 70vg / 30pg

Data scadenza: n.n.

Devices: Le Mirage (Vaponaute) coil 0.5 ohm kanthal 0.42 – cotone Muji


 

Da sempre attento osservatore dei prodotti di questa azienda, sapevo da un po’ di tempo che erano in via di preparazione tre nuovi e-liquid da parte di Liquid State, temporalmente parlando, circa 5 mesi fa, e infatti la conferma avvenne prima al VapeJam di Londra (dove non li presentarono ma ne parlavano) e poi al VaperExpo UK di Birmingham dove li hanno finalmente presentati al pubblico europeo. Ovviamente erano presenti anche al Vapitaly lo scorso Maggio, ma alla fine mi sono ridotto ad acquistarli non più di tre giorni fa in uno shop qui a Londra. Sto parlando, lo avrete capito benissimo dal titolo della review, del “De La Crème“, del “Italian Gelato” e del “Maple Glaze“, scommessa dell’azienda americana che riproduce i tre simboli delle nazioni rappresentate sulle etichette: la Francia, l’Italia e gli Stati Uniti.

I melange sulla quale é caduta la scelta degli aromatieri di Liquid State, sono stati nell’ordine la créme brule per rappresentare la Francia, il Gelato per l’Italia e la ciambella glassata per gli States, ma vedremo gli altri due nelle prossime review, adesso é il momento di occuparci del De La Crème, la promessa di una créme brulé é molto allettante, essendo io davvero fan di questa specialità d’oltralpe nel vostro caso, d’oltremanica per chi invece si trova, come me, dall’altro lato.

IMG_0287

Come Liquid State ci ha abituati, la boccetta da 30ml si presenta completamente opaca (difficile vedere il liquido all’interno, se non in controluce) questa volta di colore totalmente blu, per distaccarsi dalla precedente linea. Da notare anche una differenza sostanziale nell’etichettatura, presenta, adesso tutti i richiesti loghi riguardo la sicurezza e adesivo tattile per i non vedenti. Tappo childproof e pipetta a punta che conosciamo benissimo. Niente da dire sul packaging, é fedele alla linea che contraddistingue la Liquid State, pulita, semplice e facilmente riconoscibile.

im13232777371

Per assaporare a pieno questo liquido ho completamente lavato e rigenerato il mio nuovo Le Mirage, che mi sta dando davvero tante soddisfazioni. Prima di procedere alla prova di svapo, ho dato una sniffatina (terribile…lo so…) alla boccetta, tutto ci sento tranne che il classico profumo dello zucchero caramellato bruciato, ma é ovvio, non lo sentirete mai, piuttosto un forte accento vaniglioso e a tratti cioccolato e quello che i miei sensi percepiscono all’olfatto…ma andiamo di vapore.

Vaporizzando il liquido a vuoto le cose cambiano leggermente…una profumatissima vaniglia e un sentore “quasi” alcolico, come di cognac, che si perde subito, adesso é il momento di svaparlo. La ricetta mi suggerisce di prenderlo come un dessert “cotto” e di conseguenza sono intorno ai 20watt, devo “cucinare” la vaniglia e tirare fuori le note nascoste di questo eliquid. Effettivamente all’inalazione quello che percepisco subito non é vaniglia, ma piuttosto cioccolato, leggero, dolce e amabile, che si posa bene sul palato…la vaniglia si insinua subito dopo, pian pianino tra una boccata e l’altra, sempre accompagnato da questo sentore lieve di cioccolato al latte molto molto ben bilanciato, non male per niente, anche quella “nota alcolica” non ben definita é presente, solo che va a discapito di quella che dovrebbe essere la “créme brulé”, che sinceramente io proprio non riesco a riconoscere in questo eliquid.

E’ senza dubbio la migliore crema di vaniglia che io abbia provato fino ad oggi, ma purtroppo solo quello, la promessa non é stata mantenuta, nonostante il liquido sia davvero interessante proprio per questo connubio vaniglia/cioccolato magistralmente dosato. Si sposa davvero bene con del caffé espresso amaro, con il quale ho cominciato ad accompagnarlo dopo le prime boccate, le note di vaniglia non si perdono, ma tutt’altro, il caffé riesce a esaltarne le note forse grazie proprio alla presenza del cioccolato. 

de_la_creme-liquid-state-svapoexpress

Ho provato anche ad abbassare il wattaggio ma sono stato deluso dalla perdita totale dei sentori principali, diventa vergognosamente blando. Questo liquido ha necessità di essere “cucinato” per bene, quindi scordatevi bassi watt, dai 20 in su, da il meglio di se, insomma, alla fine della fiera un eliquid senza infamia e senza lode, buon dessert, niente di più. Peccato.

 

ico 3

Pro: Una buona crema di vaniglia e cioccolato…

Contro: …per gli amanti…beh…niente créme brulé

follow us: