Nome e Formato: Halfzware Shag – linea Classic Blends (Tabacchificio 3.0) – Aroma concentrato 20 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 01/20

Nico: 3 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 47 VG / 3 H2O

Data scadenza: 01/2022

Devices: Svoemesto Kayfun Lite 2019 24 mm RTA single coil 0,9 ohm (Kanthal A1 28 AWG) + Kizoku Limit RTA single coil 0,9 ohm (Kanthal A1 28 AWG) con Cotton Bacon Prime


Non lo nego, oggi torno a parlarvi con una certa curiosità dell’azienda Tabacchificio 3.0 che ha fatto il suo debutto qui sulle nostre pagine solo alcune settimane fa. L’approccio con questo produttore emiliano è stato assolutamente positivo, pertanto non posso nascondervi di riporre incredibili aspettative sul nuovo prodotto che mi accingo a testare, dopo le più che buone impressioni ricevute dalla prova dell’aroma Eclissi.

Pronti dunque per il test di Halfzware Shag?

Ricordo per dovere di cronaca che i prodotti Tabacchificio 3.0 sono commercializzati nel formato di aromi concentrati in boccette in vetro da 20 ml e vanno diluiti tra il 10% e il 20%, per una composizione finale quanto più prossima possibile al VPG 50/50. Il produttore mi ha informato che non necessitano di maturazione, sono svapabili subito anche se qualche giorno di steeping è sempre consigliabile.

Il produttore ci fornisce questa descrizione del suo Halfzware Shag:

Una classica miscela da rolling, caratterizzata dalla presenza di Kentucky fire cured, Virginia e Burley. Per non essere scontati, abbiamo voluto dare la nostra interpretazione a questo classico, utilizzando tre diversi tipi di Virginia ed aggiungendo una giusta misura di Maryland. Un aroma duro, ma allo stesso tempo,complesso e ricco di sfaccettature.

PROVA OLFATTIVA

Sebbene questo blend come dichiarato dal produttore stesso sia fortemente caratterizzato da un Kentucky fire cured, la prova olfattiva di questo aroma non offre picchi aromatici così elevati, o per lo meno meno consistenti di quello che ci si poteva attendere; al naso la miscela si presenta di media intensità con un leggero sottofondo vegetale e soprattutto una vivace nota di cuoio. La sensazione che mi trasferisce Halfzware Shag dopo la prova olfattiva, è quella di un blend molto equilibrato e non eccessivamente Kentucky oriented, e in questo senso rifletterebbe proprio ciò che ci dice il suo nome: una miscela da rolling (shag) di media forza (halfzware).

Mi preparo per il test di vaporizzazione che, dopo diverse prove, ho deciso di effettuare ufficialmente con gli atomizzatori Kayfun Lite 2019 e il Limit di Kizoku.

PROVA DI SVAPO

Quando inizio a vaporizzare Halfzware Shag mi rendo subito conto di quanto questa mixture sia complessa e ricercata e anche non facile da descrivere. Aroma impegnativo da svapare e da raccontare…

Il Kentucky è subito in prima linea a inizio svapata, mostra i suoi timbri dark con una certa spavalderia anche se non si rivela eccessivamente affumicato; un Kentucky che contribuisce a creare una scenografia aromatica molto corposa sulla quale presto si inseriscono i tabacchi chiari del blend, per nulla intimoriti dalla forte presenza scenica del tabacco fire cured.

Nel cuore della boccata infatti la scena si completa e lo scambio di “battute” tra i diversi protagonisti del mix diventa la caratteristica principale e peculiare di Halfzware Shag. Un dialogo aromatico molto articolato e ricco di sfaccettature; ai sentori stallatici e legnosi del Kentucky si affiancano amabili sfaccettature vegetali di Virginia e una inaspettata nota secca.

Questa nota secca nel Limit tende a prendere un po’ il sopravvento con una conseguente minima riduzione delle nobili sfumature di tutta la mixture; al contrario nel Kayfun Lite 2019 riesco a notare una maggior esaltazione dei tabacchi chiari che svolgono il fondamentale ruolo di abili insaporitori di tutta la miscela. Il quadro aromatico mostra maggior equilibrio, è un pochino meno robusto ma sicuramente più armonico.

Su un lucido e vivido letto di cuoio i Virginia, il Burley e il Maryland eseguono un balletto di rara intensità e raffinatezza, alternando note erbose e dolci con punte più secche condite da impercettibili sfumature acide. Un balletto dai toni festosi che si chiude in espirazione nuovamente con il Kentucky, perentorio nel chiudere le danze così come le aveva aperte con una fine scia terroso-stallatica.

L’interpretazione liquida di una classica miscela da rolling si rivela più ricca e complessa di quanto mi potessi immaginare. Molto abile e meritevole di elogio la capacità dell’aromatiere nel riuscire a far percepire scura una mixture che nonostante il Kentucky è ben farcita di tabacchi light air cured.

Halfzware Shag non è un tabacco all day, ma nemmeno un dark blend tipico da “svapata” da dopo caffè; questo aroma ha bisogno di tempo e di “ascolto” per essere colto al meglio e apprezzato. Sappiatelo se deciderete di provarlo!

Diluizione consigliata: 15-20%

Tempi di maturazione: pronto subito, suggeriti 5-7 giorni

Pro: Blend innovativo e sorprendente per ricchezza e complessità

Contro: aroma difficile da interpretare e cogliere nella sua pienezza

follow us: