Recensione Liquido Pronto: Indie Pop (Green Fog) 40 ml – ricevuto dal produttore

Base dichiarata: 20 PG / 80 VG

Lotto: S320517

Nico: 3 mg/ml

Data scadenza: 11/2018

Devices: Laisimo Snowwolf 200w plus + Geekvape Peerless RDA dual coil 0.19 ohm (SS316L 24 awg 0.50 mm ) con Cotton Bacon V 2.0.


Facciamo oggi la conoscenza di un altro e-liquid targato Green Fog,  il nuovo marchio italiano nato da una collaborazione tra il Dott. Fortunato Francia e Rino Cucci, nomi di indiscusso riferimento all’interno del panorama nazionale degli e-liquids.

Indie Pop, oggetto della recensione odierna, appartiene alla Linea Electro, composta da 13 e-liquids commercializzati nell’ormai noto formato Mix Series, in questo caso 30 ml + aggiunta di 10 ml di base eventualmente con nicotina. I liquidi della linea hanno una composizione 80/20 VPG e sono proposti in comode boccette in PE con un pratico contagocce con punta stretta, perfetto per qualsiasi tipo di refill. La linea si ispira al mondo e alla storia della musica elettronica, ai sintetizzatori, ai ritmi e ai generi della disco, funk e pop dagli anni 70 fino ai giorni nostri. La stessa grafica e il packaging dell’intera linea, molto essenziale e minimale, ha un piacevole stile da “equalizzatore”.

Prima di inizare vi ricordo che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

Il produttore descrive così Indie Pop:

Un mix di sapori ispirati chiaramente all’atmosfera vintage dei cinema anni 70, al movimento controculturale, alle assemblee studentesche, al rock/pop indipendente.

Pantaloni a zampa e capelli alla Beatles per questo e-liquids che rappresenta un equilibrio irresistibile di vapore e sapore di cereali, popcorn, vaniglia, caramello e zucchero di canna.

Impossibile farne a meno!

Mi accingo a testare il liquido all’olfatto non senza averne notato prima il suo colore così intensamente opaco. Una tonalità di marrone scuro che ricorda non poco il colore di alcuni liquidi tabaccosi estratti e che inevitabilmente, mi fa pensare ad un prodotto non troppo gentile con le coil.

La profumazione che fuoriesce dalla boccetta è dolcemente intrigante. Il background del liquido presenta vivaci sentori di mais accompagnati da un tratto leggermente pungente che rammenta una sorta di tostatura; un quadro efficace che proietta con buona credibilità l’immagine di una manciata di pop-corn appena preparati. Una cornice dolce e caramellata avvolge intensamente le note di mais, facendo subito intendere che non si tratta di un pop-corn classico e semplicemente salato, tutt’altro… La sensazione generale di morbidezza e naturalezza mi induce ad un immediata prova di svapo poichè la prova olfattiva è stata superata a pieni voti.

Per il test di vaporizzazione ho preparato il mio Peerless RDA in dual coil con acciaio 316L per una resistenza finale da 0.2 ohm; confesso che il produttore mi ha indirizzato verso una simil configurazione adatta a vaporizzazioni ariose e potenti.

Le prime boccate di Indie Pop mi rivelano un liquido più complesso e strutturato rispetto alle percezioni olfattive. In inspirazione la scena è catturata ottimamente da note di mais tostato e leggermente salato  che conferiscono all’intera struttura una ricchezza di gusto invidiabile. Mi colpisce la fedeltà aromatica del liquido al prodotto reale pur non trattandosi, lo ammetto, di un tipo di snack a me particolarmente gradito. Nella fase centrale della svapata, si scorgono sfumature dolci di caramello e vaniglia supportate da leggere ombreggiature di etilmaltolo che sormontano senza offuscarla la base di mais. La sensazione di un pop-corn caramellato è nitida e perfetta e tutto il mix diviene ora estremamente corposo e rotondo. Libidinoso!

Determinante e vincente appare anche l’utilizzo di zucchero di canna per ricreare con efficacia la sensazione tostata e vagamente “smoky” che fa da cornice all’intera creazione, mentre le punte salate sfumano nelle retrovie durante l’esalazione, lasciando nel palato la tipica sensazione del chicco di mais caldo saltato e scoppiettante.

Indie Pop pur essendo un liquido molto dolce, non brilla e non si impone per la sua dolcezza ma per l’accoppiata tra i chicci di mais saltati, più fragranti e composti e la caramellizzazione degli stessi, morbida e voluttuosa.

E’ qui che emerge l’arte creativa del Dott. Francia, nell’aver strutturato un liquido dal profilo aromatico sottile e intelligente in grado di soddisfare sempre e comunque. Indie Pop è un liquido “four seasons”.

Il Pop-corn caramellato è una variante del più classico pop-corn salato, che negli ultimi anni, attraversando rapidamente l’Atlantico è approdata diretta nelle nostre sale cinematografiche. Una ricetta americana che abbiamo importato con rapidità e altrettanto piacere.

Gree Fog qui ci propone la sua interpretazione per il mondo del vaping. E che interpretazione! Sicuramente da Oscar! E il nostro team non dimenticherà di tenerla in debita considerazione per gli Oscar di The Flavourist 2017.

Pro: Pop-corn caramellato: una ricetta americana con la classe e lo stile italiano.

Contro:

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS