Nome e Formato: Irish Black (Blendfeel) – Aroma concentrato 10 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 18166600010001

Nico: 4 mg/ml

Base dichiarata: 48 PG / 48 VG / 4 H2O

Data scadenza: 12-09-2020

Devices: Yihi SX Mini MX Class 75W TC + EXvape Expromizer V3 Fire single coil 1.05 ohm (Ni 80 28AWG 0,32mm) con Cotton Bacon Prime.


L’azienda italiana Blendfeel è stata premiata all’International Vape E-liquid Award 2018, per la sua linea di aromi di tabacco estratti “Aroma di tabacco”. Si tratta di una linea di aromi concentrati molto ampia e in continua evoluzione, basti pensare che al momento della sua prima commercializzazione, poco più di un anno fa, contava nove aromi concentrati e che oggi è arrivata ad essere composta da ben ventotto prodotti.

Così dopo avervi parlato di Bodeguita, Byzantium, Kentucky Reserve, Hell’s Key, Mata Fina Raw, Tuscan Blend, English Blend, Basma Raw, Burlesque e Balkan Blend, oggi prenderemo in esame uno degli aromi più particolari di questa linea, probabilmente tra i più inediti che il mercato dei n.e.t e-liquid può offrire al momento: ci accingiamo a parlarvi di Irish Black.

Come sempre prima di addentrarci nell’analisi dell’aroma prescelto, vi ricordo che la linea “Aroma di tabacco” viene proposta in boccette di vetro ambrato contenenti 10 ml di puro estratto di tabacco in glicole propilenico. Ricche di informazioni sono le etichette vintage che ricordano vecchie pergamene e mappe ingiallite. Blendfeel come sempre si dimostra esemplare nel fornire all’acquirente chiarezza a 360 gradi su ciò che sta acquistando. Esempio da seguire.

Blendfeel ci descrive così il suo Irish Black:

Un bancone di legno, gli avventori, le spine, i boccali. Una corposa birra Stout, ma non una qualunque, la regina delle Stout. La tradizione irlandese cerca il connubio perfetto, e lo trova in uno scurissimo e spietato Latakia. Una combinazione da K.O. Pronti per il primo round?

PROVA OLFATTIVA

All’olfatto, Irish Black anticipa con estrema franchezza tutto ciò che possiamo e dobbiamo aspettarci dalla svapata di questo aroma: potenza aromatica all’ennesima potenza. Dalla boccetta fuoriesce un prepotente intreccio di profumi, frutto del mix tra i due ingredienti citati in descrizione, ovvero il tabacco Latakia e l’altrettanto inconfondibile profumo di una birra Guinness. Sentori tabaccosi affumicati si avvicendano vorticosamente alle impronte fortemente tostate tipiche di una birra stout, facendomi pensare ad un aroma dal gusto profondo, scuro e amaro. Se l’inferno può immaginarsi come un luogo cupo e rovente, gli odori che Irish Black rilascia non possono che esserne la sua anticamera. Non vorrei sbagliarmi, anzi sono sicuro di no, questo pare proprio essere l’e-liquid al tabacco più potente che sia mai stato concepito.

Il dado è tratto, all’atom l’ardua sentenza…

Per la prova di svapo odierna, ho deciso di affidarmi al mio fedelissimo Expromizer V3 Fire di EXvape, per l’occasione abbinato alla sempre verde SX Mini MX Class, con la quale a mio parere l’Expromizer si abbina alla perfezione.

PROVA DI SVAPO

Non appena concedo al palato la prima boccata di Irish Black, mi rendo subito conto che sono dinanzi a un blend così prepotente che, definirlo un aroma di nicchia nella già ristretta nicchia dei tabacchi estratti, è alquanto riduttivo. La porta degli inferi si spalanca con violenza inaudita e soffocanti sentori di carboni ardenti anticipano la potenza di fuoco di questo aroma. L’atmosfera, nelle note di testa, è drammaticamente cupa e terribilmente affumicata, le velatura dolciastre del tabacco latakia sono ridotte al minimo (ancor più se, come nel mio caso, il liquido viene svapato su sistemi che esaltano una vaporizzazione “secca”), l’ondata tabaccosa è sferzante, un mare di cenere cosparge le papille.

Bisogna essere psicologicamente pronti per affrontar le tenebre, perchè “Questa lor tracotanza non è nova” …

Irish Black profuma di nero e ha il sapore del nero, Irish Black è nero come la notte, è nero come una Guinness…

E si perchè quando i fumi del legno bruciato si sono diffusi con pienezza e intensità tra le mie fauci, le mie percezioni si dirottano verso ombrose sfumature di un forte caffè tostato, che con arroganza si affacciano sulla scena, amplificandone i toni già di per se drammatici. Un sottofondo amaro si insinua con decisione tra gli spazi (pochi) lasciati liberi dai timbri smoky e tostati; percepisco in questo amaro le peculiarità aromatiche di un vero stecco di liquirizia, ne riconosco tutte le componenti che compongono il gusto del malto tostato della regina delle birre Stout.

Irish Black è il trionfo del binomio perfetto. Due co-protagonisti molto bene affiatati, si intendono a meraviglia e si dividono la scena perfettamente a metà, con grande naturalezza. Ad ognuno un ampio raggio d’azione, ma sempre in grado di avvicendarsi l’un l’altro con grande spontaneità. Non una mera fusione di aromi, ma piuttosto un’intersezione tra di essi; ne risulta un bouquet aromatico, il cui equilibrio tra tabacco Latakia e birra Guinness non può che definirsi ottimale.

E seppur nel tabacco Latakia forse manchino un po’ all’appello i suoi spunti più speziati, forse lievemente offuscati dal timbro fortemente tostato della birra, non si può non restare catturati e affascinati da questo vortice strabordante di sapori forti.

Cala il sipario sul giorno, ora governa il mantello nero della notte, tutto è compiuto…

Diluizione consigliata: 5-10%

Tempi di maturazione: pronto anche subito, consigliati 10/15 gg

Pro: Un tabaccoso strong inedito dalla potenza aromatica inaudita. Aroma da brevi e intensi momenti di degustazione.

Contro: Come prevedibile “sporca” molto.

follow us: