Recensione Liquido Pronto: Loud Cafe (Green Fog) 40 ml – ricevuto dal produttore

Base dichiarata: 20 PG / 80 VG

Lotto: S320517

Nico: 3 mg/ml

Data scadenza: 11/2018

Devices: Laisimo Snowwolf 200w plus + Vandy Vape Icon RDA dual coil 0.18 ohm (Kanthal A1 22 awg 0.60 mm ) con cotone Native Wicks.


Per la recensione odierna, torniamo in Italia e riprendiamo il viaggio tra i prodotti targati Green Fog, marchio italiano che ha debuttato sul palcoscenico internazionale degli e-liquids in occasione dell’edizione 2017 del Vapitaly.

E’ Loud Cafe l’oggetto della prova d’assaggio del nostro team, un e-juice della linea Electro, composta da 11 e-liquids commercializzati nell’ormai noto formato Mix Series, in questo caso 30 ml + aggiunta di 10 ml di base, eventualmente con nicotina. I liquidi della linea hanno una composizione 80/20 VPG e sono proposti in comode boccette in PE con un pratico contagocce con punta sottile, perfetto per qualsiasi tipo di refill. La linea si ispira al mondo e alla storia della musica elettronica, ai sintetizzatori, ai ritmi e ai generi della disco, funk e pop dagli anni 70 fino ai giorni nostri. La stessa grafica e il packaging dell’intera linea, molto essenziale e minimale, ha un piacevole stile da “equalizzatore”.

Prima di inizare vi ricordo che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

Il produttore descrive così Loud Cafe:

Pensavate fosse il solito e-liquid al caffè? Nient’affatto! Questo bouquet aromatico nasce da un’idea assolutamente inedita. Provate ad immaginare le ore 16:00, un quartiere di Napoli, il profumo del caffè che esce dalla finestra del vicino; aggiungete un tocco di caramello, cacao e tanta schiuma di latte. Niente di meglio per tenervi svegli fino a notte fonda!

All’olfatto Loud Cafe si presenta con l’odore inconfondibile di un delicato latte macchiato. La sua profumazione è perfettamente identica ad un bicchiere di latte caldo al quale è stato aggiunto qualche goccia di fumante caffè espresso. Si intuisce un mix morbido e zuccherato, di pregevole fattura, ma non si rivelano gli altri componenti indicati nella descrizione ufficiale del produttore.

Scopriremo il tutto nel consueto test di svapo che per l’occasione verrà effettuato con il generoso Icon RDA di vandy Vape.

Allo svapo, nella fase di inspirazione si viene raggiunti in prima istanza da note nitide di latte fresco che inaugurano una svapata morbida e dolce. Un latte naturale e correttamente zuccherato che si lascia penetrare gradatamente da quello che è l’ingrediente principale di tutto l’e-liquid: il caffè.

Il caffè di Loud cafe è un espresso tipico italiano. E’ lui l’ingrediente principale di questa creazione, ma diversamente da quanto si potrebbe immaginare, non è elemento irruento all’interno del bouquet anzi… La sua presenza è piuttosto discreta e si mantiene come sottofondo costante in tutte le fasi della svapata. Il cuore della svapata è ricco e gustoso. Al latte, appena macchiato da leggere note di caffè, si aggiungono accenti minimi di cacao, che tende a rinvigorire il mix aggiungendo robustezza e intensità. Il bilanciamento aromatico è garantito dalla presenza di una componente zuccherata (zucchero di canna?) che oltre ad addolcire l’e-juice lo rende ancora più naturale. Sfugge al mio palato il tocco di caramello annunciato dal produttore, anche se la mia personale percezione di zucchero di canna potrebbe celare proprio la presenza del caramello.

Il gusto di Loud cafe ci porta in una dimensione rustica senza mai perdere l’eleganza tipica con la quale si presenta sul mercato questo marchio.

Nella fase di esalazione il caffè riemerge più nitido, mostrando un’intrigante nota amarognola e sapida che persiste bene a fine svapata e ci regala un’intensa sensazione di liquido caldo e corposo.

Nonostante la sua compozione ad alto contenuto di glicerina vegetale, ritengo che Loud Cafe meriti di essere degustato a wattaggi medi, che non superino i 55-60 watt. Sebbene non appaia sgradevole a potenze elevate, ad alti wattagi ho notato, com’era ovvio attendersi, una riduzione di apprezzamento delle sfumature aromatiche del mix ed un potenziamento del sapore del caffè che si fa più scuro e tostato, quasi bruciacchiato.

Un pregevole latte macchiato caldo, ideale da degustare nella stagione autunnale, magari al mattino subito dopo colazione per mantenere la sensazione di caffè fumante appena sorseggiato o dopo cena, per una svapata rassicurante, calda ed intensa.

Pro: Raffinato latte macchiato con un leggero tocco di caffè espresso.

Contro: Forse manca un pizzico di cremosità.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS