blendfeel_logobianco

Recensione Liquido Pronto: Miami – linea Whatsamericavape (Blendfeel) 50 ml – ricevuto dal produttore

Base dichiarata: 26 PG / 74 VG

Lotto: 1615307050040002

Nico: 0 mg/ml

Data scadenza: 19/12/2018

Devices: Laisimo Snowwolf 200w plus + Recoil RDA dual coil 0.22 ohm (Kanthal A1 24 awg 0.50 mm ) con Cotton Bacon V 2.0


Dopo avervi parlato e raccontato le impressioni di The Flavourist su New York e Los Angeles di Blendfeel, oggi ci occupiamo del terzo prodotto della linea Whatsamericavape, che fa un po’ il verso alle grandi produzioni provenienti dall’altra parte dell’Atlantico, recensendo per voi Miami.

Vi ricordo che la Linea Whatsamericavape è composta da 8 prodotti nella duplice versione “ready” o “concentrate juices”; al momento i liquidi disponibili in commercio sono 7, ne resta da svelare ancora 1 alla fine del prossimo mese di luglio. I Prodotti “ready” sono in boccette da 50 ml a nicotina 0 su base 70/30 VPG, mentre i “concentrate” sono su base 74/26 VPG e vanno diluiti con un “nicotine booster” di 5 ml per ottenere sempre 50 ml finali di prodotto.

Per le informazioni sulla confezione e la boccetta vi rimando alla recensione di New York.

Prima di inizare vi ricordo che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

Come detto tempo fa nelle due precedenti recensioni, sul sito ufficiale di Whatsamericavape non ci sono descrizioni vere e proprie dei prodotti, ma per ciascuno di essi vengono riportati gli hashtag che identificano gli ingredienti cardine di ciascun prodotto; nel caso di Miami, il liquido odierno, sono riportati i seguenti hashtag:

#Peach&lime #Toasted #Custard #Caramel #Sweet

#Pesca&lime #Tostato #Crema custard #Caramello #Dolce

All’olfatto Miami si presenta con un singolare contrasto tra note cremose e pungenti inserzioni agrumate che paiono creare una sorta di effetto speziato nella profumazione generale del liquido. Scorgo anche un sottofondo con una minima velatura alcolica, alla quale si accostano delle lievi punte caramellate. Anche in questo caso, come nei precedenti prodotti della linea, il tutto appare mixato in pieno stile american. E  come potrebbe essere diversamente? Le profumazioni tendeno a fondersi e a confondersi l’un l’altra.

Allo svapo Miami appare un liquido che, sotto le comuni spoglie di un classico americano, nasconde invece una struttura alquanto complessa e articolata partendo proprio dagli ingredienti utilizzati e dai loro singolari accostamenti. Il mio Recoil RDA lanciato ad una potenza di 70 watt, fa subito emergere la complessità di questo mix, proponendomi sin dalla prima boccata un insieme di sentori aromatici non facili da descrivere, risultato di una fusione alquanto inedita tra i vari “componenti”.

In inspirazione una gradevole sensazione terroso-fruttata, incorniciata da una discreta base zuccherata apre il palcoscenico di questa creazione, rivelando tra le righe delle sfumature quasi speziate. Solo dopo alcune boccate di rodaggio si percepiscono meglio gli spunti aromatici che determinano la particolare sensazione nella svapata: una pesca, a mio parere poco matura e quasi legnosa, si combina con una sottile velatura caramellata. Uno scenario molto interessante in grado di accogliere tutta la fragranza cremosa, che emerge con convinzione nel cuore della svapata e che crea una mirabile armonia di contrasti.

Tutta la struttura aromatica di Miami vive sul perfetto bilanciamento che Blendfeel ha saputo conferire ad ingredienti sulla carta in contrasto tra loro e difficilmente abbinabili. Anche il lime, che affiora con decisione nelle note di coda, unitamente alla crema custard e alla profumazione della pesca, insomma al resto del mix, conferisce una piccantezza e una vivacità scoppiettante a tutto l’e-liquid.

Esotico e stravagante, in grado di ricreare con fascino le calienti atmosfere tipiche delle spiagge della Florida e della sua città principe. Un liquido solare, in una cornice morbida e cremosa, e con carichi aromatici molto equilibrati per un percepito naturale vivace e colorato.

Molto buona appare anche la persistenza aromatica di Miami, esaltata dalla dose di “sweetner” caramellato che crea il tipico effetto “dipendenza” dei liquidi da cloud chasing. Con questo non voglio dire che Miami sia specificatamente un liquido da cloud chasing, anzi, si tratta di un prodotto alquanto duttile e versatile per qualsiasi stile di svapo. Certo è che la sua dolcezza induce ad un certa compulsività e come tale ben si sposa con uno svapo particolarmente vaporoso e aggressivo.

Un summer all-day da portare sotto l’ombrellone, anche se non l’avete a Miami…

ico 4

Pro: Intrigante combinazione esotica di ingredienti apparentemente contrastanti.

Contro: E’ un liquido “cotton killer”.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS