decima-liquid_logo

Recensione Liquido Pronto: Mistery – linea Mix Vape (Decima liquid) 30 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 0003 del 14-03-2016

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata:  70% VG – 30% PG

Data scadenza: 14/03/2018

Devices: Eleaf iStick TC60W + NarDa RDA single coil (acciaio 316L 28 awg, 0.32 mm) 0.7 ohm con cotone organico giapponese + Mad Hatter mini RDA dual coil (Kanthal A1 0.4 mm) 0.45 ohm con cotone organico giapponese.


L’ultima edizione del Vapitaly, quella svoltasi dal 28 al 30 maggio scorso, ha permesso al team di The Flavourist di verificare lo stato evolutivo, creativo e qualitativo sia italiano che estero del “cibo” che da nutrimento a tutto il vaping, gli e-liquids. Nella tre giorni veronese, The Flavourist ha avuto la possibilità scrutando e girovagando tra gli stand della manifestazione,  di assaggiare molti nuovi prodotti. Numerosi sono stati i marchi provati, parecchie sono state le sorprese e non poche anche le delusioni.

Tra le note liete sicuramente va menzionato il brand italiano Decima Liquid, non perchè non ne fossimo già a conoscenza, ma perchè fino a questo momento non avevamo mai avuto il piacere di provare i loro prodotti e di fare la conoscenza delle loro menti creative. Scoperti in ritardo è vero, ma ora con enorme piacere ve ne parleremo a partire da oggi, soffermandoci in particolare sull’ultima linea prodotta con la quale l’azienda palermitana a nostro parere ha fatto un lavoro degno di nota.

Decima Liquid ad oggi produce solo liquidi pronti suddivisi in tre linee classiche (aromatici, freschi e tabacchi) e una nuova linea presentata appunto al Vapitaly chiamata Mix Vape e composta da tre e-liquid: Mistery, Checkmate, e Pink Lady. Non è escluso comunque che in futuro l’azienda prenda in considerazione anche la realizzazione di aromi.

Oggi e nelle prossime settimane parleremo proprio della linea Mix Vape che è stata studiata dal produttore per il cosiddetto hard vaping; pensata dunque sia per i funamboli del cloud chasing che per i più romantici seguaci del flavor chasing.

La linea Mix vape è stata realizzata in boccette in PET da 30 ml con tappo childproof e contagocce in plastica con punta piatta. L’ etichetta, che per il prodotto odierno presenta una grafica psichedelica, riporta info sul contenuto di nicotina e composizione in termini di VG/PG, simbolo di divieto ai minori 18, e divieto di dispersione nell’ambiente.

Sull’etichetta inoltre vengono riportate in lingua italiana, informazioni sulla pericolosità del contenuto e le raccomandazioni di evitare il contatto con gli occhi e con la pelle, oltre che di tenere il flacone lontano dalla portata dei bambini e degli animali; ci sono anche indicazioni sull’apertura della boccetta, informazioni di trattamento di primo soccorso in caso di ingestione e in caso di contatto con occhi e pelle.

Per quanto riguarda gli ingredienti, le informazioni riportante sono generiche. L’etichetta si completa con le informazioni anagrafiche del produttore, il numero di lotto e la scadenza.

Nell’immagine qui sotto, la boccetta psichedelica dell’e-liquid che ci apprestiamo ad assaggiare e che, tutto sommato, non posso certo dire mi abbia entusiasmato. Si può fare di più…

mistery-1_web

Apriamo dunque le danze con Mistery il primo dei tre Mix Vape che i ragazzi di Decima ci hanno fatto provare in fiera.

La descrizione ufficiale del prodotto recita così:

Una golosa crema di latte al limone, questo è il MISTERY; un delicato profumo di limone che si contrappone e si esalta fra le note decise ed intense della crema di latte vanigliata; una goduria per il palato e l’olfatto.

Sappiamo che nell’ultimo biennio, diverse sono state le ricette articolate sul limone, quasi sempre torte oppure cocktail di agrumi. Ce ne sono state tante dicevamo, alcune ottime, altre molto meno, anche Mistery si inserisce in questo filone e almeno apparentemente non rappresenta una grossa novità nel genere; insomma non brilla certo di genialità.  I ragazzi di Decima comunque hanno deciso di proporre la loro versione made in Sicily con una leggera differenza rispetto ai suoi concorrenti.

Mistery vorrebbe essere una crema di latte al limone.

Vorrei ma non posso o vorrei ergo sum?

Amici, non ci resta che annusarlo!

La prova olfattiva fuga subito il primo dubbio: effettivamente non si tratta di una torta al limone. Non me ne voglia qualche amico recensore che ha definito Mistery come una torta al limone, perchè così non è: limone si, torta proprio no. La sensazione è effettivamente molto cremosa, una punta di vaniglia si insinua ed ingentilisce il sapore del limone, la percezione è morbida, mi ricorda qualcosa questo sapore, devo consultare il mio personale archivio dei sapori per associare ciò che sento ad un qualcosa di reale già vissuto e provato.

Eheheheh ci sono, non era poi così difficile: cremino al limone o sorbetto al limone che dir si voglia.

Che Decima sia davvero stata in grado di creare la ricetta di un sorbetto di limone al vapore?

L’attesa spasmodica dei miei dripper è terminata: ciak si drippa!

mistery_sfondo_web

Si chiama Mistery, ma le sue carte si rivelano senza remore sin dalla prima boccata. Piacevole anche se svapato in modo soft, con una degustazione lenta e profonda, a mio parere però Mistery dà il meglio di se con un ritmo sull’ allegro andante, quando riesce ad esaltare con maggior convinzione la sua stessa corposità e la sua densità. E si perchè questo liquido, in virtù dell’ alta concentrazione di VG e della presenza di estratto di limone verde (come ci ha riferito il produttore), si presenta non solo denso ma anche particolarmente viscoso.

Nella fase di inspirazione, sebbene il sottofondo del limone non ci abbandoni mai con quel giusto pizzico di acidità, si fa largo un gusto avvolgente e cremoso, ne riconosco le note vanigliate e avverto la presenza del latte che, per fortuna, appare ben diverso dal tipico sapore di latte condensato a cui molti di noi sono ormai abituati. Latte vanigliato è senza dubbio il termine più appropriato per la circostanza.

Questo vero e proprio gelato al limone però, prende forma definitivamente solo nella fase espiratoria quando l’eliquid si completa e come in una sorta di congiunzione astrale, olfatto, gusto e vista si uniscono regalandoci un’emozione… Dono della divina Nefele.

E’ nella fase finale della svapata che la nostra mousse al limone si struttura definitivamente, l’espirazione consente con una fedeltà senza pari di apprezzare a fondo questa creazione fino a veder librarsi in aria la nostra crema oops la nostra nuvola di mousse al limone.

ico 5

Pro:  Soffice, cremoso, una mousse di limone che si fa nuvola.

Contro: Questo liquido meriterebbe d’essere valorizzato meglio con un packaging curato e una bella boccetta in vetro.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS