Nome e Formato: MiXture – linea H2O (Angolo della Guancia)  – Aroma concentrato 20 ml in glicole propilenico – ricevuto dal produttore

Lotto: DST001

Nico: 3 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 01/2022

Devices: Vaporesso Swag II 80 W + Kizoku Limit MTL RTA single coil 1.2 ohm (Khantal A1 28 AWG) con Cotton Bacon Prime.


 

Tra una decina d’anni ci si ricorderà dell’inizio del 2020 come l’anno che ha segnato una svolta epocale per gli estratti organici di tabacco, categoria di e-liquid per la quale l’Italia, grazie ai suoi numerosi e innovativi produttori, è indiscusso leader mondiale. Il grande limite dei cosiddetti n.e.t (naturally extracted tobacco) è sempre stato legato al rapido deterioramento delle resistenze degli atomizzatori. Oggi anche questo limite può finalmente ritenersi superato e i tabaccosi organici possono aprirsi a una platea molto più vasta di vaper, la grande fetta di svapatori desiderosi di provare il vero gusto del tabacco ma non disposti a utilizzare alcun tipo di sistema rigenerabile.

Da oggi si potrà svapare un tabaccoso organico con la consapevolezza che questo non andrà a inficiare drasticamente la durata della coil o della testina, garantendo un’usura pari a quella di un liquido di sintesi.

Cominciamo il viaggio esplorativo tra questi tabaccosi 2.0 di nuova generazione con l’ultimo liquido prodotto dall’azienda emiliana Angolo della Guancia, il MiXture H2O:

Un blend unico di Virginia, Burley e Latakia tutti estratti con la nuova tecnologia che permette una purezza unica e un aroma che solo il tabacco organico sa dare.

Angolo della Guancia è la prima azienda al mondo ad aver messo a punto una tecnologia di estrazione completamente meccanica che prevede l’estrazione delle componenti aromatiche delle foglie di tabacco mediante correnti di vapore acqueo, una sorta di processo di distillazione. Il procedimento, assicura il produttore, garantisce un ciclo di vita decisamente lungo per le resistenze degli atomatizzatori, preservando l’aroma e il gusto del tabacco. E noi siamo pronti a scoprirlo…

Prima di addentrarci sulle prove di MiXture, ricordiamo che il prodotto in questione viene commercializzato nel formato shot series 20 ml di aroma concentrato in glicole propilenico all’interno di una boccetta da 60 ml. Per ottenere i 60 ml di liquido pronto da svapare, sarà necessario aggiungere una base da 30 ml di glicerolo vegetale più una ulteriore base da 10 ml di glicole propilenico (con eventuale presenza di nicotina). Singolare, ma quanto mai funzionale alla tipologia di prodotto, l’etichetta trasparente della boccetta (ad eccezione di due bande celesti dove sono riportate le info sul prodotto), per evidenziare e mostrare chiaramente la totale trasparenza di questa miscela.

PROVA OLFATTIVA

La prova olfattiva rivela la presenza di una miscela tabaccosa caratterizzata principalmente dal sentore affumicato del tabacco Latakia, che si sprigiona però con eleganza dalla boccetta senza mostrare la tipica irruenza del tabacco siriano; è un Latakia insolitamente moderato che si lascia agevolmente circondare da leggere note vegetali arricchite da una singolare sensazione di erba umida. Inoltre, forse anche per il suo colore così cristallino, c’è un senso di incredibile pulizia che scorre nelle vene dell’intera cornice aromatica di MiXture, forse è solo una mirabolante illusione, ma sembra acqua aromatizzata al tabacco.

Per il test di vaporizzazione ho scelto di affidarmi alle incredibili qualità del Limit MTL RTA di Kizoku in configurazione rigenerabile. Si tratta di un atomizzatore super performante e perfetto per questo tipo di blend. Se vi siete persi la nostra recensione, cliccate su questo link.

PROVA DI SVAPO

Una nuova dimensione tabaccosa mi accoglie sin dalla prima svapata e vi assicuro che mi spiazza, lasciandomi interdetto per alcuni lunghi e interminabili secondi. Tutte le certezze acquisite in tanti anni di svapo sui sapori dei tabacchi estratti si infrangono al cospetto di questo MiXture. Al di la di ciò che, con non poca difficoltà, cercherò di descrivervi a breve, è importante che sappiate che MiXture è un tabaccoso diverso da tutto ciò che avete provato fino ad ora per quanto riguarda i n.e.t.; diverso non perchè presenta una formula aromatica inedita, ma perchè la nuova metodologia di estrazione utilizzata stravolge qualsiasi concezione fin qui acquisita e apre a un panorama ancora ignoto.

La prima sensazione che mi sovviene durante l’inspirazione è quella d’essere dinanzi a una miscela che si colloca a metà tra un infuso di tabacco e una grappa al tabacco, priva ovviamente della componente alcolica. La nota tabaccosa è legnosa ma non eccessivamente secca, al contrario è percepibile una scia dolce di fondo, conferita dal Virginia. La struttura si mantiene sempre molto rotonda e piacevole ma mai blanda, aromaticamente parlando.

Diversamente da quanto percepito durante la prova olfattiva, nelle fasi iniziali della boccata mancano le tipicità del Latakia, mentre sono più palesi le sfumature distillate del Burley, probabilmente responsabile di quel senso di legnosità e linearità che aleggia intorno al liquido. Gli spunti iniziali tendono ad irrobustirsi nel cuore della boccata, le sfumature legnose si fanno più incisive, sorrette da un raffinato velo smoky che dona corpo e tenore all’intero bouquet.

Ancorché insolito nel gusto e privo di alcun tipo di sfumatura incensata, rintraccio in questi raffinati sentori affumicati tutta la valenza del tabacco Latakia che scivola con buona intensità fino alla fase di espirazione, per poi esaurirsi e scomparire di colpo in una persistenza aromatica post svapata quanto mai leggera e modesta.

E in effetti, a pensarci bene, un altro grande pregio di questo MiXture risiede proprio nel senso di pulizia che resta sul palato alla fine di ogni boccata, sensazione che rende impossibile il fenomeno di assuefazione aromatica e che quindi aumenta la svapabilità a lungo termine del liquido. Se poi ci aggiungete la longevità che è in grado di garantire a coil e testine, direi che siamo di fronte a qualcosa di straordinario.

Nel momento in cui sto terminando la mia recensione sono giunto a 30 ml di liquido svapato e sono ancora in attesa che l’atom mi segnali la necessità di rigenerare. E credo avrò ancora un po’ da attendere…

Benvenuti nella quarta dimensione dello svapo.

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito, consigliati 2 giorni

Pro: Un nuova frontiera dei tabacchi estratti

Contro: Ci vorrà del tempo per abituarsi del tutto a un gusto tabaccoso completamente nuovo

follow us: