brewellvapory

Recensione Liquido Pronto: MYLK Original – Strawberry (Brewell) 30 ml

Lotto: n.n.

Nico: 6 mg/ml (0,6%)

Base dichiarata: 70% vg / 30%pg

Data scadenza: 06/2018

Devices: Zephyr by Vaponaute – coil 0.6 ohm kanthal 0.40 / cotone Muji

Strawberry_MYLK_by_Brewell

Colpito da questo packaging davvero minimale e dalla semplicità delle linee ho deciso che valeva la pena provarlo, in fondo si sa, il 70% della colpa di un acquisto é proprio l’impatto visivo. La promessa di un “latte alle fragole” era quella che mi facevo da un bel po’, mentre giravo su siti USA come un’anima in pena, fino a che la bottiglietta del MYLK non ha attirato la mia attenzione. Prontamente comprata e attesa, la apro oggi. Nella migliore delle tradizioni americane, mancano l’adesivo per i non vedenti e le avvertenze sull’etichetta, tappo con contagocce a punta e chiusura antibambino, per fortuna. Il liquido, anche essendo a nicotina 6, si presenta praticamente trasparente (cosa che trovo abbastanza “strana”). Senza sorprese, all’olfatto é proprio quello che promette, un latte alla fragola, molto somigliante a quelle confezioni che si trovano al supermercato, niente di più, nessun altro genere di sentori se non quello del delizioso frutto e latte. Dopo aver drippato alcune gocce nell’atom ho lasciato evaporare un po per abituare il cotone, e ho abbassato i watt con la chiara intenzione di non “cuocere” il liquido, siamo in accordo che si tratti di latte ma meglio non esagerare, per non rischiare di avere quel sentore di panna cotta non desiderato. La prima sorpresa. Il latte non é proprio latte, ma posso affermare con certezza che si tratti di latte condensato proprio per l’immediatezza di quello che rimane sul palato appena la fragola, che neanche a dirlo si sente tutta ed é davvero resa perfettamente, svanisce. Latte dolciastro con retrogusto di…formaggio, forse più simile da paragonare ad un cheescake che a un latte alla fragola, ma é davvero un attimo perché dopo qualche minuto ritorna il sapore del latte. Un po’ intricata come cosa e sono costretto a fare ancora un paio di tiri.

La storia si ripete…inalazione densa di fragola, esalazione fragola, retrogusto di cheescake poi di nuovo latte condensato. Piacevole, per carità ma ho idea che sarà abbastanza difficile abituarcisi. Forse molti di voi non hanno mai avuto a che fare con il latte condensato vero e proprio, e li che sta il “trucco”: chi lo odia profondamente e chi, invece, lo ama alla follia. Il liquido in se per sé é buono, assolutamente, la fragola é degna, ma quel momento particolare dove il retrogusto fatica a imporsi e restituisce “confusione” più che appagare, forse é il suo punto debole.

Per cercare di capire o quantomeno di comprendere il liquido, mi sono divertito ad andare su e giù con i watt (nel limite del possibile, ovviamente), interessante…il liquido non perde o acquista nessun particolare “superpotere”, ad ogni temperatura, resta esattamente quello che é, a differenza del vapore più o meno caldo o freddo a seconda dei watt. Non sono sicuro che questa peculiarità sia un pregio, tendo più a credere che sia un difetto, ma questo sostanzialmente é un giudizio che spetta al vaper e ai suoi gusti. Un ottimo cremoso da dessert! Davvero degno di nota.

ico 4

Pro: all’olfatto é piacevolissimo e adatto ad ogni temperatura…

Contro: …ma con un retrogusto a tratti “incomprensibile”.

follow us: