blendfeel_logobianco

Recensione Liquido Pronto: New York – linea Whatsamericavape (Blendfeel) 50 ml – ricevuto dal produttore

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Lotto: 1615307050010002

Nico: 0 mg/ml

Data scadenza: 15/12/2018

Devices: Laisimo Snowwolf 200w plus + Recoil RDA dual coil 0.3 ohm (Kanthal A1 24 awg 0.50 mm ) con cotone organico giapponese.


Da uno dei produttori italiani di e-liquids più dinamici e prolifici dell’intero scenario nazionale, Blendfeel, arriva una nuova linea di prodotti che fa il verso allo stile della gran parte dei liquidi di provenienza nordamericana. Questa linea, non a caso, si chiama Whatsamericavape e con un po’ di “Sordiana” memoria, immaginiamo che Blendfeel nell’intraprendere questo suo nuovo viaggio, non abbia voluto prendersi troppo sul serio, ma piuttosto dimostrare la fattibilità di certe tipologie di e-juices anche se made in Italy.

La Linea Whatsamericavape è composta da 8 prodotti nella duplice versione “ready” o “concentrate juices”; ad oggi però sono solo 5 i liquidi disponibili in commercio, i restanti 3 vedranno la luce tra fine marzo e fine luglio 2017. I Prodotti “ready” sono in boccette da 50 ml a nicotina 0 su base 70/30 VPG, mentre i “concentrate” sono su base 74/26 VPG e vanno diluiti con un “nicotine booster” di 5 ml per ottenere sempre 50 ml finali di prodotto.

La confezione prevede un tubo cilindrico in cartone nero, un bugiardino completo di tutte le informative di legge e scritto in ben sette lingue. All’interno della confezione in cartone è presente la boccetta dell’ e-liquid in PET (o forse PE?) trasparente con tappo childproof e contagocce, semplice ma comoda per le operazioni di refill. L’ampia etichetta si estende sulla quasi totalità della superficie della boccetta, è molto chiara e ricca di tutte le informazioni del caso partendo dalla composizione del prodotto, alla info sulla pericolosità dello stesso, fino alle informazioni relative al produttore; insomma non manca nulla.

NewYork-label

Sul sito di Whatsamericavape non ci sono descrizioni vere e proprie dei prodotti, ma per ciascuno di essi sono presenti gli hashtag che identificano gli ingredienti cardine che lo compongono; nel caso di New York, il liquido odierno, sono riportati i seguenti hashtag:

#Creamy #Milk&Cookietaste #Sweet

#Cremoso #Latte&gustobiscotto #dolce

All’olfatto New York rivela un intenso e marcato profumo di biscotto con un evidente sottofondo di latte zuccherato anzi direi molto più che zuccherato, dolcissimo.  E’ una profumazione decisamente invitante, le note dolci attraggono sempre e creano aspettative elevate da confermare allo svapo. Così, come un bimbo attratto dalla dolcezza di una cioccolata, mi accingo ad immergermi nella prova di New York.

Vaporizzo le prime gocce sul mio Recoil spingendo subito a 50 watt, d’altro canto sono liquidi pensati fondamentalmente per il cloud chasing. Mi accorgo subito che le note percepite all’olfatto vengono trasferite tutte perfettamente nelle ampie boccate che mi concedo, senza alcuna differenza né sorpresa. La boccata è dolce e morbida, la carica aromatica è molto intensa e sfodera prepotentemente il gusto di un classico cookie inzuppato in un bicchiere di latte fresco iperdolcificato. Difficile scorgere note più o meno distinte nelle diverse fasi della boccata,  ma non è questo l’obiettivo dichiarato del produttore. E’ una ricetta di suo poco strutturata, che punta tutto sul rapire e stordire le papille del vaper.

milkandcookies_splash

E questo New York stordisce eccome! E’ un biscotto al latte in tutto e per tutto, una bevanda o meglio merenda sbarazzina, giovane, fresca, in grado di produrre assuefazione compulsiva mentre libera nell’aria un buon sapore di biscotto cotto al forno. Il prodotto è ben costruito ed è fedele ad un mood tipicamente americano di intendere buona parte delle loro creazioni. La presenza di una abbondante dose di sucralosio ne è forse la prova più evidente ed in questo senso Blendfeel riesce perfettamente nel suo intento: emulare un classico stile americano. Esperimento riuscito.

Siamo dinanzi ad una tipologia di e-juice paragonabile ad una pellicola mainstream, si vero molto di tendenza e particolarmente apprezzati dal grande pubblico, ma ben lontani a livello di contenuti dai cosiddetti liquidi d’autore, quelli in cui emerge la ricerca creativa, la tecnica costruttiva e la qualità degli ingredienti utilizzati.

Blendfeel con New York dimostra che produrre un liquido mainstream non è affatto difficile, e forse voleva proprio raggiungere quest’intento. Sappiate però che noi di The Flavourist lo preferiamo nelle vesti di creatore di un altra tipologia di liquidi, più eleganti, più sofisticati e più ricercati, potremmo citarne diversi ma scegliamo di indicare su tutti “Toro” non casualmente eletto come miglior tabaccoso estratto e vincitore del The Flavourist The Best of 2016.

ico 3

Pro: emulazione perfetta di un “mischione” americano.

Contro: è così dolce che “caria” le coil.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS