Nome e Formato: Nova Roma (Tabacchificio 3.0) – Aroma concentrato 20 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 05-03/20

Nico: 3 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 47 VG / 3 H2O

Data scadenza: 03/2022

Devices: ExVape Expromizer V3 Fire RTA single coil 1,10 ohm (Kanthal A1 28 AWG) + Flash e-Vapor 4.5s RTA single coil 0,85 ohm (Kanthal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.


Oggi ho per le mani un altro aroma del produttore emiliano Tabacchificio 3.0 di cui ho già avuto modo di tessere le lodi in passato per i suoi più che meritevoli estratti di tabacco. Se vi siete persi le recensioni di Eclissi, Halfzware Shag e Kentucky Tennessee, vi consiglio vivamente di darci un occhio perchè vi assicuro che si tratta di prodotti molto interessanti. Sebbene l’azienda Tabacchificio 3.0 operi nel settore solo dal 2017, posso assicurarvi che in breve tempo si è conquistata di diritto un posto nell’olimpo dei produttori di tabacchi organici, al fianco di numerose altre e altrettanto meritevoli realtà italiane.

Oggi dunque vi parlerò di Nova Roma commercializzato come tutti i prodotti del marchio nel formato di aroma concentrato in boccetta in vetro da 20 ml da diluire, in base a quanto indicato deal produttore stesso, tra il 10% e il 20%. E’ altresì consigliata una composizione finale quanto più prossima possibile al VPG 50/50. Gli aromi Tabacchificio 3.0 non necessitano di maturazione, sebbene qualche giorno di steeping ne migliorino senza dubbio il risultato aromatico.

Il produttore ci fornisce questa descrizione di Nova Roma:

Nova Roma è una miscela meravigliosamente complessa. Le sottili note agrumate dei Virginia biondi supportano armoniosamente i sapori più robusti dei Virginia scuri. Il Burley dona corpo alla miscela, mentre una buona dose di orientali Yenidje, conferiscono un sapore e un odore brillante, etereo, simile all’incenso, ma allo stesso tempo dolce. Infine,un sussurro di Maryland chiude il tutto, rendendo la miscela rotonda e cremosa.

PROVA OLFATTIVA

Incuriosito dall’accattivante e ambiziosa descrizione, inizio la prova olfattiva e scopro effettivamente un’aroma in grado di emanare profumi alquanto stimolanti e complessi. Spicca subito una vivace nota agrumata dalla boccetta, nota che fa da apripista a morbidi sentori vegetali, a loro volta percorsi da sottili inserzioni speziate. Il mio naso percepisce i caratteri di un aroma vivace ma al tempo stesso delicato e leggero e, per quanto non sia un amante dei tabacchi cosiddetti light, non vi nascondo che sono particolarmente attratto dalla profumazione di questo blend orientale. Sarà così anche nella prova di svapo?

Per il test di vaporizzazione mi affiderò nuovamente a un’accoppiata di atomizzatori tedeschi dalle caratteristiche differenti, ma proprio per questo in grado di esaltare le diverse peculiarità e tutte le sfaccettature di Nova Roma. Utilizzerò l’Expromizer V3 Fire di ExVape e la versione 4.5 S del Flash e-Vapor.

PROVA DI SVAPO

Tutta la complessità della miscela annunciata dal produttore nella descrizione ufficiale del prodotto, emerge in svapata anche se devo ammettere che non è per nulla semplice comprendere rapidamente le diverse sfumature che si susseguono ad ogni boccata. Nova Roma è, a voler generalizzare, un Oriental blend e già in questo senso mostra tutta la sua particolarità. Massimiliano Caliendo con questa ricetta sceglie di percorrere strade poco battute, allontanandosi drasticamente dai canoni più classici dei blend tabaccosi, quelli in cui solitamente i protagonisti sono i tabacchi scuri.

In inspirazione Nova Roma celebra il trionfo dei tabacchi orientali sfoggiando un mix di sapori che volteggia tra note agrumate e raffinatissime inserzioni speziate. Dopo una prima fase in cui la boccata ha un imprinting piuttosto delicato ed elegante, Nova Roma acquista corpo e maggior equilibrio grazie alla presenza del Burley e del Virginia, che duettano insieme allo Yenidje in un gioco inedito di intrecci di sfumature vegetali all’interno di una evidente cornice di spezie.

Le differenze di restituzione aromatica tra i due atomizzatori scelti per condurre il test sono abbastanza evidenti, ma non c’è a mio parere un atom più indicato per gustare al meglio Nova Roma. In fin dei conti questa è da anni la mia inossidabile teoria sullo svapo: quando un liquido è buono si esprimerà bene su qualsiasi sistema.

In questa circostanza con il FEV 4.5 S vengono indubbiamente esaltate le rotondità e le note più dolci dell’aroma, mentre con il tanto bistrattato l’Expromizer V3 Fire ho avuto modo di apprezzare un sapore leggermente più secco, ma anche più pungente e penetrante, con agrumi e spezie più in primo piano.

Ciò che per me risulta inconfutabile è il fatto che questa creazione di Tabacchificio 3.0 merita davvero un plauso, non solo per l’audacia nello sperimentare un bouquet alternativo e fuori dagli schemi, ma soprattutto per il risultato così altamente complesso in grado di far affiorare numerosi accenti aromatici lungo tutto l’arco della boccata. Persino in coda ad esempio, quando una sottile scia vellutata chiude amorevolmente la svapata mentre sul palato persiste il timbro dei tabacchi orientali, i veri protagonisti di questa signorile ricetta.

Diluizione consigliata: 15-20%

Tempi di maturazione: pronto subito, suggeriti 5-7 giorni

Pro: Affascinante blend orientale per i palati più fini

Contro: Miscela non facile e molto selettiva, adatta solo ai palati più fini

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS