logo Vaponaute

Recensione Liquido Pronto: Over the Rainbow  (Vaponaute) 30 ml

Lotto: L15S4901

Nico: 6 mg/ml (0,6%)

Base dichiarata: 40PG 60VG

Data scadenza: 06/2017

Devices: IPV mini 2 + Bellus dual coil 0,34 ohm (Kantal D 0,40mm) con cotone organico giapponese.

over-the-rainbow

É arrivato il momento di affrontare questo viaggio attraverso la linea E-Journeys di Vaponaute. I grandi classici nati dal genio e dalla estrema professionalitá di Anne-Claire. L’anima femminile e romantica di un marchio da sempre avanguardista, illuminato ed ispirato da un precisa visione ed identitá. Lo Svapo secondo Vaponaute.

Over the Rainbow Vaponaute è così descritto:

A luscious French Cantaloupe followed by Ginger & Lime fresh and sour notes.

Green Fig and Citrus enhanced Verbena supplement this sparkling and unexpected flavor pairing.

Un cantalupo francese polposo seguito da ginger e lime fresco e note acide.

Fico verde e agrumi arricchiti da Verbena per legare questo frizzante e inaspettato abbinamento.

La boccia in vetro opalino in mio possesso è a mio personale modo di vedere una della più complete ed eleganti nel panorama dello svapo. Pur avendo caratteristiche analoghe a molti altri prodotti.

La grafica, lo stile, l’etichetta e le informazioni riportate, le icone utili alla immediata lettura delle principali prescrizioni di sicurezza, il beccuccio dosatore da 3mm, un sistema Child Proof impeccabile: sono un esempio di quanto, senza mai perdere di fascino, una confezione possa essere pensata per il consumatore. Inutile dirvi della presenza del bollino tattile adesivo per i non vedenti.

Nel tempo, Vaponaute, ha dimostrato sempre di sapersi adattare a quanto richiesto, a disposizioni generali o esigenze dei propri consumatori.

Ma è il momento dell’esame olfattivo. Un momento, nel caso di qualsiasi Vaponaute, da godersi in tutta calma.

I profumi di questo Over the Rainbow si fanno largo nelle narici e prendono direttamente al cervello. Ci si sente proiettati lontano. In una laguna polinesiana nel mio caso, a riparo dalle potenti correnti oceaniche. In una pozza d’acqua immersi e circondati da questa fresca frutta galleggiante. Pace nell’anima ed energia tutta intorno. Un gioco dei sensi. Un pacifico punto d’osservazione di un arcobaleno di speranza.

Melone cantalupo e ginger in una bolla agrumata, sono effettivamente le note dominanti. Il melone, dolce e profumato, riesce a mantenersi distinguibile, cristallino, mentre l’energia del ginger e del lime, in un solo respiro, ci ricordano la loro presenza.

Seguono, credetemi, attimi di stupore quando si percepisce, non con pochi sforzi una nota molto più delicata e morbida, fortemente zuccherina difficile da decifrare.

Conosco bene questo liquido, in realtà. So cosa mi aspetta, ma ogni volta, è una nuova scoperta. Non è un liquido che acquisto spesso. Scopriremo in seguito il perché.

Allo svapo, le percezioni olfattive vengono ribaltate. L’energia dello zenzero, del lime e della verbena diventano dominanti, pur legando con un dolce e profumatissimo cantalupo ingentilito dal fico. La nota del fico è davvero nascosta e si rivela solo dopo parecchie boccate. Volendo essere precisi la sua presenza è assolutamente legata al cantalupo, quasi a voler definire un unico gusto, una sola consistenza.

La verbena caratterizza tantissimo questo liquido rendendolo fresco e mentolato. Il suo utilizzo è geniale: una vera nota di stile affiancata da uno zenzero delicato e morbido.

La verbena è una pianta il cui utilizzo risale all’alba dei tempi. Magica e dalle proprietà afrodisiache, pare essere velenosa per alcuni vampiri. Non tutti vi assicuro.

Contrasti molto forti, sopratutto in aspirazione, che sprigionano una notevole potenza. Potenza aromatica mista a freschezza.

Una freschezza difficile da disegnare con una eleganza pari al lavoro di Anne-Claire per Vaponaute.

Il mio suggerimento è di privilegiare uno svapo a basse potenze, ma con una regolazione dell’aria generosa. Giocate con l’aria alla ricerca di una resa aromatica ideale.

Ho voluto lanciare una provocazione infatti nella scelta dell’atom e del suo setup. Avrei potuto scegliere un rta come un Kayfun, o un dripper qualsiasi, ma questa volta la tentazione era troppo forte. Un Bellus in dual coil, arioso.

L’ariosità è a mio modo di vedere determinante per questo liquido. Regala uno svapo profumato ed altamente aromatico. Le basse potenze invece proteggono l’integrità e la naturalezza dei frutti proposti dal genio Vaponaute. 

Dolce, agrumato, erbaceo mentolato e frutti polposi e zuccherini. Un nettare davvero difficile da descrivere in cui anche la nota lievemente acida ed amarognola del lime dimostra la sua efficacia, non bastasse la verbena, nell’inedita ricetta. La persistenza aromatica è elevata e gradevole.

Del lime è percepibile il succo, ma anche la buccia. Ogni ingrediente è pensato per offrirci sempre una esperienza olfattiva di pregio, ma anche uno svapo inconsueto e vibrante.

Non è però un liquido facile da comprendere e da apprezzare. Ho visto molti perdere il controllo. Altri litigare con la potenza alla ricerca di una temperatura adeguata. Over the Rainbow sprigiona una carica aromatica sorprendente e una vaporosa sferzata di energia già a 14 watt. Tenetevi bassi.

Aumentando la potenza, la freschezza della verbena può offuscare i sapori di altri frutti e alla lunga restituire un aspetto aromatico troppo caldo. Ciò nonostante, magia Vaponaute, vuole che il liquido nel suo complesso resti sempre stabile ed egualmente elegante.

Svapo di rado questo liquido. Non sono un amante del genere, ma Over the Rainbow riesce a regalarmi il piacere del cambiamento. La svapata della svolta. Un liquido a tratti dolce ed a tratti amarognolo grazie al mutevole effetto dello zenzero e della verbena fresca.

E’ per me una “chicca” occasionale e tale voglio che resti. Non correrei mai il rischio di stancarmi. Preferisco attingere a questa sferzata di energia con parsimonia.

ico 4

Pro: liquido inedito e complesso. Piacevolmente psicotropo e di carattere. Ingredienti qualitativamente al top.

Contro: destinato agli amanti della freschezza. E’ un fruttato estremo per palati raffinati. Lo si apprezza se disposti ad indagare la raffinatezza dell’alternanza di note aromatiche contrastanti ma golose.

follow us: