VaporCave_logo

Recensione Aroma: Primitive (Vapor Cave) 10 ml
Lotto: N.D.
Data scadenza: N.D.

Base utilizzata: 48 PG – 48 VG – 4 H2O
Nico: 1,5 mg/ml (0,15%)

Devices: VP Box bottom feeder + Viper atomizer 0,75 ohm (Kantal A1 0,28mm) con cotone organico giapponese.


“Il Sigaro toscano è solo Kentucky…

… Il Kentucky non è solo Sigaro toscano…”

Romanticamente parlando potrei raccontarvi che la citazione pare sia addirittura da attribuire al grande Sergio Leone che nei suoi western movies non faceva mai mancare al protagonista di turno il suo bel Sigaro toscano che nelle fattezze ricordava i Sigari Virginia realmente utilizzati a quell’epoca nel lontano West.

In realtà la citazione ha radici molto più recenti, molto meno famose… La paternità della stessa è opera del nostro staff ed è stata coniata nel corso di una lunga disquisizione sull’aroma che ci accingiamo a trattare.

La citazione assume una certa importanza perchè nell’immaginario collettivo dello svapo italiano il tabacco Kentucky viene erroneamente identificato solo con il Sigaro toscano e di conseguenza l’aspettativa che si ripone nello svapare un tabacco Kentucky è quella di ritrovare le sensazioni e i sentori che si provano fumando un toscano. In effetti molti produttori di e-liquid o aromi tabaccosi “organici” hanno contribuito ad accrescere questa idea, realizzando dei prodotti che con opportuni “ritocchi” dessero proprio quella particolare sensazione e devo dire riuscendoci anche molto bene.

In passato più volte ho fatto presente che svapare un tabacco è ben diverso che fumarlo e la mancanza di combustione è il primo elemento che contribuisce a questa diversità; svapare un tabacco è, in termini di restituzione aromatica, assimilabile piuttosto all’utilizzo del tabacco da fiuto (snuff) o da mastico (snus) e quindi, tenendo bene a mente queste premesse, vi accorgereste per esempio che un tabacco kentucky “fiutato” non ha il sapore di un Sigaro toscano fumato; al contrario, lo trovereste molto simile per esempio al Primitive di Vapor Cave…

Ed eccoci pertanto alla nostra recensione.

L’aroma Primitive di Vapor Cave è nella descrizione stessa del produttore,

un mix di tabacco del Brenta a foglia intera con un Kentucky dell’Alabama affinato per 24 mesi in affumicatori “a freddo”…..le note calde e forti si uniscono ad un sottofondo tostato e “grezzo”….un tabacco poco conosciuto che viene usato solo come “taglio” o per minuscole produzioni di snus in quanto con la combustione risulta molto “aggressivo”….come estratto invece “ha un suo perchè”…. Questo aroma ha una doppia “anima”, se svapato “giovane” con maturazione minima, risulta amabile e relativamente “gentile”….con lunga maturazione invece acquista forza e la perdita di “dolcezza” ne fa risaltare le note più “decise” e…..primordiali…

Il Primitive è un mix di due Kentucky, uno statunitense (più precisamente dell’Alabama) ed uno tutto nostrano, un Kentucky “clandestino”. Mi piace definirlo clandestino perchè trattasi di un tabacco del Brenta le cui vicende storiche legate alla sua coltivazione e commercializzazione sono vicende di povertà, di duro lavoro, di fatica, di sfruttamento e di contrabbando per la sopravvivenza. Oggi il Tabacco del Brenta è quasi del tutto estinto, coltivato solo in piccoli appezzamenti, la sua reperibilità è scarsa ma è un tabacco dalle caratteristiche qualitative importanti e poterlo trovare all’interno di un aroma da svapo è un fatto di assoluto prestigio.

Per scrivere questa recensione ho svapato il Primitive in due diversi momenti: dopo 30 giorni di maturazione (maturazione minima consigliata dal produttore) e dopo 90 giorni circa di maturazione.

1a prova (30 gg di maturazione): nonostante la descrizione ufficiale, sono rimasto spiazzato. Mi aspettavo un tabacco di carattere e invece mi sono ritrovato dinanzi ad un tabacco quasi irriconoscibile. Un po’ come trovarsi a vedere un film con Sylvester Stallone che interpreta la parte del romanticone!  Una base secca che sembra non riesca ad emergere, restando al contrario delicatamente amabile e docile, forse troppo. In tutte le fasi della svapata si percepisce quello che questo tabacco potrebbe essere e invece ancora non è.

Pur restando un aroma secco non incide, manca di carattere; non ho dubbi che possa essere benissimo apprezzato così com’è, ma a mio parere non è quello che ci si aspetta da un aroma a base di tabacco Kentucky.

2a prova (90 gg di maturazione): Il Primitive finalmente mostra tutto il suo carattere ed il suo lato forte.  E Stallone finalmente torna nei panni che più gli si addicono, quelli di Rambo!

Come anticipato dal produttore stesso, il Primitive cambia faccia dopo una maturazione medio-lunga e mostra le caratteristiche che hanno reso famoso il Kentucky: un tabacco forte e secco.

Allo svapo il Primitive rivela sentori di fieno o di erba secca che tendono ad accentuarsi diventando più legnosi a wattaggi più elevati e con sequenze di tiro più ravvicinate.

Certo la sua forza non è paragonabile a quella di aromi tabaccosi a prevalenza di Latakia, manca la componente “cenerosa” del tabacco siriano e le sue sfaccettature aromatiche, ma resta pur sempre un aroma di carattere, molto lineare e dotato di buona persistenza nel corso della svapata.

Personalmente mi affascinano di più gli aromi cangianti, quelli dotati di meno linearità, da degustazione lenta, che trasmettono ad ogni tiro percezioni differenti, che ti intrigano ora con una nota dolce poi con una speziata, ma questa è un’altra storia tutta da raccontare…

Il Primitive dal mio punto di vista è un buonissimo aroma “all day strong”.

Diluizione consigliata: 10%

Tempo di maturazione: min 20 giorni per una svapata più delicata; 90 giorni per una svapata più forte.

ico 4

Pro: E’ diverso da tutti gli altri kentucky presenti sul mercato.

Contro: E’ diverso da tutti gli altri kentucky presenti sul mercato.

follow us: