Nome: Profile 1.5 RDA (Wotofo) – Atomizer – ricevuto dal produttore

Tipo: Atomizzatore RDA con pin BF

Colori: Nero, Canna di Fucile, Acciaio, Blu, Oro, Arcobaleno

Prezzo: ~ € 30


Alla scoperta del Profile 1.5, l’upgrade del più famoso dripper di Wotofo

Wotofo è un produttore asiatico ben noto all’interno della comunità degli hard vapers per aver realizzato negli ultimi anni alcuni atomizzatori particolarmente innovativi, performanti e dall’ottimo successo commerciale. Ma se dovessi scegliere l’atom che più rappresenta le qualità di questo produttore, direi sicuramente il Profile RDA. E oggi sono qui per parlarvi proprio dell’upgrade che Wotofo ha realizzato per il suo miglior dripper, il Profile 1.5 RDA, anche in questa circostanza fatto in collaborazione con lo youtuber Mr.JustRight 1.

Iniziamo come di consueto osservando il contenuto della confezione.

IN THE BOX

1 x Profile 1.5 RDA
1 x Manuale utente
1 x Extra drip tip
1 x Tool di avvolgimento
1 x Sacchetto di accessori
1 x Chiave a brugola
1 x Cacciavite a croce
3 x Striscia di cotone X-fiber spessore 6 mm
1 x nexMESH CHILL A1 0,15 ohm
1 x nexMESH TURBO A1 0,13 ohm
1 x nexMESH EXTREME A1 0,16 ohm

DESIGN AND BUILD QUALITY

L’atomizzatore è realizzato completamente in acciaio con pin placcato in oro (il produttore non fornisce informazioni sul tipo di acciaio e sulla placcatura in oro). La qualità costruttiva appare molto buona, perfettamente in linea con le produzioni di Wotofo e in generale con le recenti creazioni dei produttori cinesi più famosi sul mercato. Non ho riscontrato alcun tipo di difetto o imprecisione di lavorazione e anche la scelta d’aver sostituito il duplice o-ring di tenuta presente sul deck con un solo o-ring di maggior spessore, ha migliorato ulteriormente la rimozione del top cap dal deck senza comprometterne la corretta tenuta.

Sotto il profilo estetico, all’esterno il Profile 1.5 non differisce quasi per nulla dal suo fratello maggiore, se non nella struttura dell’airflow, ora composta da due blocchi di 10 fori disposti su due file da cinque (nella precedente versione l’airflow era costituito da una struttura ad alveare di 19 piccoli fori). Internamente invece le differenze tra la prima versione di Profile e quest’ultima 1.5 sono più che mai evidenti. Il deck è decisamente più spazioso e quindi ospita molto più cotone e, di conseguenza la parte interna del top cap è diventata sensibilmente più sottile.

In generale posso affermare che il Profile 1.5 con le sue linee pulite e classiche e grazie all’ottima fattura e al prezzo contenuto, appare un prodotto molto competitivo e appetibile sul mercato.

FEATURES

Il Profile 1.5 è un dripper single mesh coil; ha un diametro esterno di 24mm, mentre internamente il diametro del deck è di 22,5 mm. E’ alto 33 mm e pesa solo 34,5 gr. Il dripper è dunque relativamente compatto e leggero rispetto alla media dei suoi concorrenti. Le parti che lo compongono sono quattro: deck, corpo dell’atom, top cap e drip tip.

La parte più interessante del nuovo Profile di Wotofo, è senza dubbio il deck che, come si è detto poc’anzi, è stato ampliato rispetto alla versione originale. La basetta in ceramica che ospita il cotone, è stata allargata e realizzata con un disegno a onde (e non semplicemente concavo), in modo da garantire una miglior distribuzione laterale del liquido. Anche la molla sotto la base in ceramica è stata sostituita da una più grande e più rigida per permettere al cotone d’essere ben schiacciato e di aderire alla perfezione alla mesh coil. Il serraggio della mesh avviene mediante un sistema clamp gestito da due viti a croce.

Anche il sistema del controllo dell’aria è stato modificato sul Profile 1.5, e la struttura ad alveare con 19 fori è stata sostituita da una soluzione più classica e probabilmente più ariosa (a giudicare dalle dimensioni dei singoli fori) di 10 fori (disposti su due file) per ognuno dei due versanti di ingresso aria. E’ possibile utilizzare l’airflow del Profile 1.5 con diverse combinazioni di apertura dei fori. Partendo dalla posizione aria “completamente chiusa” e ruotando il top cap in senso orario, si avrà dapprima l’apertura dei fori in verticale da destra verso sinistra fino a giungere alla posizione “completamente aperta”; quindi continuando a ruotare in senso orario cominceranno a chiudersi uno per volta i fori della fila superiore per poi passare alla chiusura dei fori della fila inferiore fino a tornare alla posizione di aria “completamente chiusa”. Le combinazioni sono davvero numerose anche se forse l’opzione di apertura/chiusura fori verticale appare poco utile e funzionale.

L’ultimo componente del Profile 1.5 RDA di Wotofo è il drip tip con attacco 810 fornito in duplice versione: una più alta e un secondo più basso. Entrambi i tip hanno un foro del diametro di 9 mm circa. Per quanto immagino ci siano vaper estimatori dei drip tip più bassi e minuti, ho trovato più pratico, comodo e funzionale il tip più alto.

COILING, WICKING AND FILLING

Il Profile 1.5, come il suo fratello maggiore e in generale tutti i sistemi RDA a mesh, è un atomizzatore pensato e destinato a un’utenza avanzata. I vaper più esperti non avranno difficoltà nel buildare questo atomizzatore, ma va detto che si tratta comunque di un sistema che richiede molta più attenzione e meticolosità rispetto ai sistemi più classici.

Wotofo ha inserito nella confezione tutti i tre tipi di strisce mesh studiati per questo device. Le strisce hanno dimensioni 17 x 8,5 mm, sono dunque leggermente più larghe delle mesh del Profile prima versione e, per questo motivo forse, i possessori del Profile originale storceranno un po’ il naso nell’accorgersi di non poter utilizzare (anche se non è del tutto impossibile) le vecchie mesh sul Profile 1.5.

Prima di inserire la mesh sull’atomizzatore è necessario avvolgerla sul tool in dotazione per dargli una forma semi-sferica. Fatto questo, si può procedere al suo posizionamento e serraggio sul deck. L’operazione è molto semplice anche se è probabile che una volta serrata, la mesh andrà leggermente modellata per darle una forma ad arco quanto più possibile precisa. A questo punto è necessario inizializzare la mesh con brevi e continue attivazioni a wattaggi moderati per verificare ed eliminare la presenza di eventuali hotspot.

Sistemata correttamente la mesh è possibile procedere con la cotonatura inserendo uno dei pezzi del cotone Wotofo inclusi nella confezione. L’operazione è in questo caso molto agevole, grazie anche alla presenza della molla sotto la base in ceramica che facilita non poco l’inserimento del cotone. Tagliate le eccedenze, si possono comodamente alloggiare i baffi di cotone all’interno delle due ampie vasche laterali.

Infine una particolare attenzione va riservata all’irrorazione del cotone con l’e-liquid che si andrà ad utilizzare; per evitare spiacevolissimi tiri a secco, il cotone dovrà essere abbondantemente intriso di liquido prima di iniziare a svapare.

PERFORMANCES AND FLAVOUR

Premettendo che sono un vaper molto più specializzato nello svapo di guancia rispetto a quello polmonare, ho testato le prestazioni del Profile 1.5 in configurazione bottom feeder utilizzando tutte le tre mesh in dotazione e sono giunto alle seguenti conclusioni:

  • nexMESH CHILL A1 0,15 ohm (range di svapata indicato 60-80 watt): è la mesh più simile a quelle del Profile prima versione e produce una grande quantità di vapore denso e grasso. L’aromaticità è buona, lo spettro aromatico abbastanza ampio e rotondo e il vapore a 60 watt è tendente al freddo (specie se paragonato a quello delle altre mesh disponibili).
  • nexMESH TURBO A1 0,13 ohm (range di svapata indicato 60-80 watt): anche in questo caso a 60 watt l’aroma è corposo, rotondo e molto aromatico; il vapore è più caldo rispetto alla CHILL mesh e viene prodotto in enorme quantità con nuvole parecchio dense.
  • nexMESH EXTREME A1 0,16 ohm (range di svapata indicato 60-80 watt): a mio giudizio molto simile alla mesh TURBO, forse con una produzione di vapore ancora più copiosa e più calda. Anche in questo caso aromaticamente parlando, le prestazioni sono davvero molto buone anche se, per i miei gusti personali le temperature sono forse troppo elevate.

In definitiva le performance del Profile 1.5 sono assolutamente di gran rilievo nell’ambito dello svapo in cloud chasing. L’aroma è sempre molto presente e tende al grasso e al dolce, risultando pertanto perfetto per ricette cremose nelle quali le componenti zuccherine sono giustamente enfatizzate. Unica avvertenza: siate pronti a squonkare o drippare con una certa frequenza e a consumi di liquido esorbitanti.

TO CONCLUDE

Wotofo ha portato delle interessanti migliorie al suo atom di maggior successo e quindi per gli amanti del genere, con il Profile 1.5 ci saranno di sicuro grosse soddisfazioni.

Consigliato a: Hardcore vapers.

THE FLAVOURIST RESPONSE
  • 10/10
    In the box - 10/10
  • 8.5/10
    Design & Build Quality - 8.5/10
  • 8.5/10
    Features - 8.5/10
  • 7/10
    Coiling, Wicking and Filling - 7/10
  • 8.5/10
    Performances and Flavour - 8.5/10
8.5/10


follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS