moleculas-revolute-diy

Recensione Liquido Pronto: Project Lenny Full Vg Vape or Diy (Revolute) 30 ml

Lotto: 2754

Nico: 3 mg/ml (0,3%)

Base dichiarata: full Vg

Data scadenza: 02/2018

Devices: Rx200 + Griffin 25mm dualcoil (acciaio 316L 0.46mm 25 awg) 0.22 ohm con cotone organico giapponese.

Prima di iniziare vi ricordo che per essere sempre aggiornati sulle nostre ultime recensioni dovete cliccare “mi piace” sulla pagina del nostro profilo Facebook (non solo su uno dei tanti articoli). Ecco il link per farlo: https://www.facebook.com/theflavourist/?ref=aymt_homepage_panel

Spuntano come funghi questi liquidi pronti. Ma quando a produrli è un “rinomato” marchio di aromi francese, la curiosità si fa massiccia. Revolute. Ne avete ma sentito parlare?

A dire il vero, avrei fatto volentieri a meno di provarlo. Devo ammetterlo. Facevo finta di non vederlo. Lo ignoravo, malgrado mi si presentasse spesso davanti agli occhi durante le mie ricerche quotidiane.

Un Amico, Angelox, ha però deciso di inviarmelo. Lui ha provato la versione 50:50. A me toccherà invece recensire quella che preferisco definire, seppur con sdegno, “versione full vg”.

project-lenny-03_280x280

Vabbè faremo grandi nuvoloni! E per fare grandi nuvoloni, rx200 e Griffin 25mm, dovrebbero bastare.

La boccia sembra rispettare gli attuali standard europei. La grafica è terribile. In etichetta è proposta un’opera grafica che ritrae uno spaccato urbano ispirato al mondo del ghetto con uno stile industrial che non guasta mai. Subculture tristi ed ingrigite di periferia.

Ma che fine hanno fatto quelle simpatiche illustrazioni che caratterizzavano gli aromi Revolute!?

Descrizioni più o meno ufficiali ci vendono Project Lenny così:

Project Lenny has the creamy, rich taste of vanilla custard mixed with sweet cornflakes. 

Project Lenny è cremoso. Gusto ricco di crema alla vanilla custard mescolata con dolci cornflakes.

Chiacchiere!

L’esame olfattivo ci racconta indiscutibilmente di un liquido cremoso. Una crema pasticcera è effettivamente percepibile, ma i profumi sembrano legarla ad altro. Una sorta di gelato cremoso alla crema, a sua volta influenzato da note ben più consistenti difficili da valutare all’olfatto. Non giriamoci attorno… il profumo è davvero invitante.

Allo svapo concedo qualche boccata per allinearmi al gusto cremoso, vellutato, ma leggero di questo… ma si chiama davvero Project Lenny!? Mah.

La nota di cuore di questa ricetta è indubbiamente legata ad un sentore cremoso. Ma è davvero crema? Una crema leggera dal gusto limpido, mediocre nella sua struttura sembrerebbe effettivamente percepibile. Una lieve ombra di “uovo”, vaniglia immancabile e di grasso. Lievissima. Eppure non sono assolutamente convinto.

In Project Lenny sono state addizionate molecole ed aromi come solo Revolute avrebbe potuto fare. Questo è evidente e si traduce in note spiccate, interessanti, ben dosate e… una resa aromatica superiore.

Il mix crema e cereale è influenzato da un gusto particolarmente dolce che rende questo liquido cremoso ed associabile al gelato. Ho detto “associabile”. Inoltre nelle fasi aspiratorie spunta fuori un miele insolito.

E nominando “il miele” chiunque di voi storcerebbe il naso. No… questo non lo avete mai provato. Non puzza ed ha una struttura priva delle note più ombrose di un classico miele. Ne abbiamo provati tanti in questi anni ed erano tutti scandalosi! Qui siamo al cospetto di una porzione di molecole che andrebbero a comporre la struttura del miele. È un miele ideale, ma incompleto. Come dovrebbe essere un miele pensato per lo svapo. Diverso dalla realtà. Dolce, poco profumato e delicato. Perfettamente incorporato nella ricetta, con la stessa perizia con cui lo si doserebbe in un impasto. Ok… si c’è anche della vanillina. Ma non è una Custard!

Questo miele ingentilisce la costruzione aromatica ai cereali conferendo alla ricetta una sua tipicità. O forse è solo una illusione!? Pazientate.

Alcuni pazzi hanno avuto il coraggio di definire custard… “vanilla custard” questa ricetta. Dedicatevi ad altro! E dedicatevi ad altro anche se proprio ci tenete a parlare di “cornflakes”.

Gran parte di questo mix invece sarebbe associabile ai più gustosi biscotti “digestive“, a noi noti come… quei biscotti con i quali viene realizzata la base delle Cheesecake. Ma non aspettatevi di percepire un gusto spiccatamente biscottato.

digestive

La persistenza aromatica di questo liquido è lunga ed intensa. Piacevole.

La cremosità di Project Lenny è un inganno come detto. In realtà è costruita molecola su molecola, senza che alcun distintivo aroma sia stato effettivamente utilizzato per costruire una vera crema.

È il biscotto digestive ad apparirci come una crema al gelato, proprio per ricreare in bocca, boccata dopo boccata, una persistenza aromatica simile a… 2 o 3 biscotti digestive divorati in rapida sequenza. Io la chiamo “mappazza“. Questa immagine vi dice qualcosa!?

biscotto-gelato-017

Falsa semplicità o semplice falsità? Io credo di avere le idee abbastanza chiare. E’ un liquido superiore a molti prodotti in circolazione realizzati per il Cloud Chasing.

Beh. Quanto vapore fa Project Lenny? Tantissimo. Proprio questa abbondanza di vapore ci consente di percepire questa cremosità priva di veri contenuti. Ma se commettessimo “l’errore” di svaparlo a basse potenze e con un atom dal tiro chiuso, tutto l’incanto svanirebbe. È nell’ambito del Cloud Chasing che Project Lenny deve restare.

Tutto questo permette a Project Lenny di concorrere al The Best Of 2016 di The Flavourist per la categoria Liquidi Pronti Cremosi. La colpa è tutta di Angelox!

ico 5

Pro: Astuto e sofisticato. Emerge tutta la capacità di questo marchio di proporre interpretazioni inedite e piacevoli varianti al tema “dolce svapo“, pur proponendoci una ricetta infondo basica.

Contro: La descrizione fornita da alcuni è fuorviante. Prima o poi… lo recensiamo noi! Grafica in etichetta terribile.

badge-honor-2016-01

follow us: