RopeCut_logo

Recensione Liquido Pronto: Shellback (Rope Cut) 30 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: SHL031015

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata:  70 VG 30 PG

Data scadenza: n.d.

Devices: iStick TC60W + Hobo 3.1 RDA single coil (Kanthal A1 0.40mm 26 awg) 0.66 ohm con cotone organico giapponese.


Freschi vincitori di una nomination per il The best of The Flavourist 2016, i canadesi della Rope Cut (anche se a dire il vero il nome del produttore è All Weather Vape) hanno accettato volentieri di farsi recensire altri loro prodotti. E il nostro team con altrettanto piacere riprenderà a parlare delle loro creazioni.

Oggi vi parlerò di Shellback, così descritto dal produttore:

Sit back and reminisce while appreciating this blend of tobacco and green apple, with notes of buttery graham cracker.

Sedetevi, rilassatevi e lasciate vagare i vostri pensieri, mentre apprezzate questo blend di tabacco e mela verde con note di un burroso graham cracker.

shellback

Abbiamo già detto nelle precedenti recensioni che The Flavourist apprezza molto lo stile adottato per il logo e l’etichetta di questi prodotti. Minimalismo, sobrietà ed eleganza, merce rara di questi tempi nel mondo dello svapo…

Dunque dicevamo, Shellback, che nel gergo marinaio, perchè l’intera linea si ispira proprio a quel mondo, significa vecchio lupo di mare, è il terzo e-liquid dei sei dell’intera linea Rope Cut.

All’esame olfattivo affiorano delicate, attraverso leggeri fumi alcolici, delle note di mela verde, che si accompagnano ad una base tabaccosa secca, un blend sicuramente biondo, mi pare un classico mix di virginia e burley con un pizzico di acidità, forse trasportata dai connotati aromatici della mela verde. La sensazione generale è in verità poco tabaccosa ma molto aggraziata e di grande equilibrio aromatico.

burley-tobacco

Eccomi dunque pronto a drippare le prime gocce di Shellback nel mio Hobo e confesso che la curiosità è tanta, dettata soprattutto dalla più che positiva esperienza fatta nei mesi scorsi con Skipper e Loose Cannon. Ho optato per un settaggio del dripper, 25 watt e modesta ariosità, in grado di poter garantire una resa aromatica che esalti le componenti più morbide senza offuscare le note tabaccose del prodotto.

Inizio con le prime profonde boccate e come suggerito dalla descrizione mi rilasso e mi godo l’intensa aromaticità di un prodotto davvero ben fatto. Siamo nel campo di quelli che in tempi non sospetti abbiamo definito tabaccosi moderni. Un tabacco estratto (N.E.T.) che si fonde egregiamente con altri ingredienti. Un modo differente di concepire il tabaccoso, un mood tipicamente anglosassone, non un semplice tabacco aromatizzato all’ingrediente o aroma di turno ma piuttosto il contrario: il tabacco utilizzato qui è parte integrante della creazione. In questo caso la base caratterizzante di Shellback è il sodalizio aromatico tra blend tabaccoso e mela verde.

green-apple

In inspirazione infatti si percepiscono molto bene le note congiunte di un tabacco biondo lineare non marcato, povero di sfumature ma chiaramente secco, con il sapore di una gustosa mela verde e la sua tipica accennata acidità. Potrebbe ricordare un tabacco da narghilè, ma è un ricordo molto lontano. Allo svapo, le parvenze alcoliche olfattive scompaiono del tutto e il mix si mostra nel corso della svapata sempre più articolato e complesso. All’intro tabaccoso-fruttato si associano nella fase centrale fragranti note Graham (di ottima fattura) con una delicata velatura di burro. Non sono combinazioni comuni e banali; un pregio indiscusso di Rope Cut saperle coniugare con estrema compostezza ed eleganza.

grahamcrackers

La percezione burrosa è facilmente percepibile in espirazione ma non è mai troppo invadente; quanto basta per consolidare la morbidezza e la rotondità dell’intera creazione e percepire l’e-liquid soffice e cremoso ma mai eccessivamente carico dal punto di vista aromatico. La svapata si chiude con una profumata persistenza aromatica dalle note di mela. Buono!

E’ una questione di sensibilità e raffinatezza e, giunti ormai alla terza recensione, posso dirvi che Rope Cut ne ha da vendere!

Shellback nasce per lunghe sessioni di svapo, durante le quali godersi le sue morbide e delicate fattezze, magari in un meditativo ascolto di caldi ritmi R&B.

Se vogliamo un limite di Shellback è il suo essere tabaccoso al limite, ma attenzione perchè questo limite è un fatto di cultura. La cultura dell’area mediterranea prevede che l’e-liquid tabaccoso debba essere esclusivamente tabacco estratto e/o macerato senza l’aggiunta di altre componenti. Nella cultura anglosassone, il tabacco non è un unicum all’interno di un “tobacco blend e-liquid”, ma è esso stesso un ingrediente della ricetta che si sta creando.

Rope Cut anche in questo caso si dimostra produttore abile nel creare una miscela da pipa ben articolata, moderna e poliedrica, in grado di soddisfare un pubblico di vaper molto vasto ed esigente.

ico 4

Pro: Una ricetta aromatica con tabacco estratto, delicata, morbida e raffinata.

Contro: Tabaccoso border line.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS