Nome: STNG MTL RDA (Wotofo) – Atomizer – ricevuto dal produttore

Tipo: Atomizzatore RDA con pin BF

Colori: Nero, Acciaio, Canna di fucile, Blu, Oro, Arcobaleno

Prezzo: ~ € 30


STNG il primo atomizzatore MTL di Wotofo

Wotofo è un produttore asiatico ben noto all’interno della comunità degli hard vapers per aver realizzato negli ultimi anni alcuni atomizzatori particolarmente innovativi, performanti e dall’ottimo successo commerciale. A titolo puramente informativo per i meno esperti o semplicemente per rinfrescare un po’ la memoria, citiamo in ordine meramente alfabetico il Profile (nelle sue diverse versioni), il Recurve e il Serpent Elevate.

L’atomizzatore STNG di cui ci occuperemo oggi, è una novità assoluta per Wotofo, perchè per la prima volta l’azienda cinese si cimenta in un vero e proprio device per lo svapo di guancia. E’ doveroso ricordare che il nuovo progetto targato Wotofo è stato realizzato in collaborazione con il famoso youtuber russo “Vapor Place”, conosciuto anche con il nome di “Uncle Stas”.

Iniziamo come di consueto osservando il contenuto della confezione.

IN THE BOX

1 x STNG MTL RDA
1 x Dual Core Fused Clapton Coil
1 x Single-Strand Coil
1 x Manuale utente
1 x Extra Drip Tip
1 x Cacciavite a croce
1 x Chiave a brugola
1 x Striscia di cotone
1 x bustina con O-rings

DESIGN AND BUILD QUALITY

L’atomizzatore ha un diametro di 22 mm ed è realizzato in acciaio con pin placcati in oro (il produttore non fornisce informazioni sul tipo di acciaio e sulla placcatura in oro). La qualità costruttiva appare molto buona, perfettamente in linea con le produzioni di Wotofo e in generale con le recenti creazioni dei produttori cinesi più famosi sul mercato. L’STNG non dispiace affatto sotto il punto di vista costruttivo, è ben rifinito e soprattutto non presenta imperfezioni di lavorazione. Buona è la resistenza dei due o-ring del deck, forse con una leggera tendenza a fare troppa tenuta, ma nel complesso più che accettabile.

Sotto il profilo estetico l’STNG ha linee semplici, pulite e lineari, preferibili a mio avviso quando si ha a che fare con dripper di dimensioni contenute. I due drip tip in dotazione di forma svasata si abbinano bene all’estetica dell’atom, garantendo una certa continuità delle linee e un aspetto generale aggraziato e sinuoso. Pare infine di ottima fattura anche la qualità della verniciatura dell’atom, nel mio caso la colorazione è il gunmetal con una piacevolissima e leggera satinatura.

FEATURES

L’STNG MTL RDA misura 22 mm di diametro, è alto 43,1 mm e pesa poco più di 43 gr. Questi numeri ci dicono che siamo in presenza di un dripper abbastanza compatto ma non tra i più leggeri in circolazione (è di sicuro più pesante rispetto a molti RDA in alluminio). Le parti che lo compongono sono solo tre: deck, top cap e drip tip.

La parte più interessante del prodotto di casa Wotofo, è senza dubbio il deck, anche se in realtà nessuna delle soluzioni adottate rappresenta una novità assoluta nel panorama dei dripper rigenerabili. Il deck è ovviamente single coil con gli slot per l’inserimento delle gambe della coil laterali e contrapposti. Il serraggio delle coil avviene mediante un sistema clamp a molla a forma di T, gestito da due piccole viti a croce; si tratta di una soluzione molto efficace e soprattutto in grado di velocizzare/facilitare il posizionamento della coil sul deck.

L’STNG è un classico dripper bottom airflow e l’ingresso dell’aria avviene mediante un singolo foro laterale del diametro di 1,8 mm circa, che indirizza l’aria sotto la coil in corrispondenza di due piccoli fori da 0,8 mm di diametro. L’airflow system di questo atom è quanto di più classico ma altresì funzionale si possa realizzare su un dripper di questo tipo.

Le vaschette per il posizionamento del cotone, sono abbastanza capienti ma non profondissime, quanto basta comunque per garantire al vaper una media di 3-5 tiri tra una drippata/squonkata e la successiva.

Il top cap/campana dell’STNG ha una forma interna a cupola (anche questa piuttosto classica) con un diametro di 18 mm, e presenta due piccole dentini che determinano il fine corsa della campana nella sua rotazione per regolare l’aria dell’atomizzatore. L’asola per la gestione dell’airflow è a forma di goccia e permette di parzializzare a proprio piacimento la dimensione del foro laterale del deck, scegliendo la porzione dello stesso da lasciare aperta.

L’ultimo componente del primo MTL RDA di Wotofo è il drip tip ch,e con la sua forma svasata e allargata in basso, si adagia sul top cap in modo da evitare qualsiasi contatto tra labbra e il top cap stesso. Nella confezione sono presenti due drip tip, uno con diametro esterno di 5,46 mm e l’altro con diametro di 6,73 mm, mentre il foro interno è per entrambi di 3 mm. Nelle intenzioni del produttore immagino che i due drip tip siano stati pensati per due modalità differenti di svapo, MTL puro e restricted flavor chasing, ma nella realtà non ho notato grosse differenze tra le due versioni.

COILING, WICKING AND FILLING

L’installazione e la centratura della coil sul deck è semplicissima, facilitata in modo estremo dalla presenza del sistema a morsetto per il serraggio delle gambe della coil. Anche le operazioni di cotonatura risultano più che mai agevoli, in quanto basterà alloggiare e adagiare i baffi del cotone all’interno delle due vaschette laterali. Più facile di così…

PERFORMANCES AND FLAVOUR

Ho testato le prestazioni dell’STNG in configurazione bottom feeder e ho notato subito che, essendo in presenza di vaschette non troppo profonde, è molto facile che in fase di squonking il liquido sommerga coil e fori dell’aria sottostanti. Questa situazione, se da un lato non rappresenta un problema in merito a fuoriuscite di liquido dal foro d’aria laterale (è davvero molto difficile che accada), dall’altro crea però delle leggere ma fastidiose turbolenze nel tiro e anche una certa quantità di condensa all’interno del drip tip (entrambi i modelli).

Dal punto di vista aromatico, le prestazioni di questo dripper sono solo poco più che sufficienti, comunque inferiori a atomizzatori simili e suoi concorrenti. Il tiro, che può variare da estremamente chiuso a tiro di guancia arioso, non può definirsi silenzioso ne tantomeno molto lineare, ma di sicuro è dotato di un buon hit, il che non guasta mai.

La regolazione dell’aria funziona egregiamente ma va detto che si resta in un range prettamente da svapo di guancia, e la resa aromatica è mediamente secca con una tendenza all’appiattimento delle le sfumature aromatiche dei liquidi dalla struttura più complessa. Con i tabaccosi organici, se la cava abbastanza bene con i tabacchi monogusto chiari e leggeri, è discreto con i cremosi (purché non troppo articolati), mentre non mi ha convinto del tutto con i mix fruttati, specie quelli con spartiti aromatici altamente sofisticati e ricercati.

TO CONCLUDE

Il primo esperimento MTL di casa Wotofo non è esente da alcune lacune che purtroppo oscurano un po’ gli aspetti positivi presenti sull’atomizzatore. A mio giudizio l’STNG può essere considerato un buon punto di partenza per future creazioni MTL da parte di Wotofo.

Consigliato a: Skilled, Hardcore vapers.

THE FLAVOURIST RESPONSE
  • 9/10
    In the box - 9/10
  • 9/10
    Design & Build Quality - 9/10
  • 7.5/10
    Features - 7.5/10
  • 10/10
    Coiling, Wicking and Filling - 10/10
  • 6.5/10
    Performances and Flavour - 6.5/10
8.4/10


follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS