thefuu_logo

Recensione Liquido Pronto:  Sugar Baron (The Fuu) 60 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: SB20/80-00-019

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 20 PG / 80 VG

Data scadenza: 10/2018

Devices: Laisimo Snowwolf 200 w plus + Movkin JC25 RDA dual coil 0.25 ohm (Kanthal A1 22 awg 0.60 mm) con cotone Native Wicks.


Cosa può succedere quando gusti diversi tra loro e dai sapori forti e intensi si incontrano per formare un unico e solo e-liquid? Possono coesistere insieme? E’ possibile creare un gustoso profilo aromatico fondendo la morbidezza dei bignè, il carattere dei churros e la sapidità di una manciata di popcorn? E’ quello che scopriremo oggi recensendo Sugar Baron, anche se devo ammettere che l’idea un po’ mi spaventa. Il rischio di ritrovarsi dinanzi a un vero e proprio minestrone di sapori o un cosiddetto “mischione” è dietro l’angolo…

Contrariamente a quanto si possa immaginare, la paternità di questo esperimento così audace è dell’azienda parigina The Fuu, che qui sulle nostre pagine ha già avuto modo di mostrare le sue qualità creative. Tra i prodotti che più ci hanno colpito per eleganza e raffinatezza, vi ricordiamo Tartine e Sublime Cacao.

Sugar Baron è un altro prodotto della linea Fuug Life (ci siamo occupati anche di Don Sneaky e Hustle Grape) così descritto ufficialmente dal produttore:

Ambiance ponton, fête foraine, sable, beignets et churros… En gros, des cibles de choix pour le raid aérien d’une mouette agressive. C’est gras, fondant, avec une note ronde de pop-corn sur la fin.

Un pontile sul mare, una fiera di paese, sabbia, ciambelle e churros… Fondamentalmente i bersagli ideali per l’attacco aereo di un gabbiano vorace. Un liquido grasso, fuso con una nota rotonda di popcorn alla fine.

La boccetta di Sugar Baron in mio possesso è una “unicorn bottle” preparata nel nuovo formato Mix Series da 20+10 ml su base VPG 80/20. La grafica della linea Fuug Life si ispira nel font alla serie di videogiochi “Grand Theft Auto”, utilizzando per ogni prodotto un simpatico animale come personaggio simbolo. Etichette satinate realizzate con estrema cura, colorate vivaci e molto giovanili per un pubblico moderno e sempre attento alle ultime novità di mercato. Prodotto assolutamente TPD ready.

La prova olfattiva evidenzia dolci e vivaci profumazioni che sembrano trasmettere un senso di colorata allegria senza riuscire però a mostrare con efficacia sentori aromatici particolarmente noti. Una sorta di mistura zuccherata attraversat da un lieve sentore di cereali. In fin dei conti, considerando la descrizione ufficiale, non mi aspettavo altro all’olfatto. Mi accingo alla prova di svapo per capire se invece, in vaporizzazione il liquido riuscirà a presentare più nitidamente le sue componenti e le relative sfumature aromatiche.

Per il test di vaporizzazione oggi rispolvero il generosissimo JC25 RDA di Movkin con una resistenza da 0.25 ohm.

Allo svapo Sugar Baron ribalta completamente l’esito non felicissimo della prova olfattiva. Il liquido si mostra sin dalle prime boccate vivace, spensierato e divertente. Un turbinio di sapori che si affacciano e si accavallano in rapida sequenza. Sebbene non sia un genere di liquidi che prediligo, devo riconoscere le indubbie qualità dello stesso. L’abbinamento (inedito e coraggioso) di bignè alla crema con churros e popcorn lasciava ampiamente presagire ad un colossale pasticcio aromatico. E invece…

Gli ingredienti, seppur in una cornice non propriamente nitida, sono comunque distinguibili e individuabili nel corso della svapata. I gusti personali e le differenti percezioni gustative, faranno si che ciascun vaper noterà più facilmente alcune note rispetto ad altre. Un po’ quello che accade nelle grandi fiere di paese, dove gli intrecci di odori e sapori vengono percepiti differentemente dai visitatori presenti tra le diverse bancarelle.

Authentic Smok TFV8 Cloud Beast Sub Ohm Tank

Le note di testa sono caratterizzate da sentori di pasticceria, con velature morbide e vanigliate che evocano bene la soffice pasta di un bignè zuccherato. La componente vanigliata è ben controllata e dosata al minimo e si lascia raggiungere presto, creando una sfumatura appena acidula, da note di frittura, la tipica pasta fritta dei churros, nella circostanza guarniti con una punta di cannella. L’intreccio di aromi e sapori non impedisce di notare un senso di naturalezza che emerge piacevole ad ogni sbuffata.

Sul finire della svapata fino alla fase di esalazione, si può notare l’ingresso sontuoso delle note aromatiche di un popcorn guarnito con una ricca finitura di caramello. Il gusto (molto buono) del popcorn, pur essendo l’ultimo a prendersi la scena all’interno della creazione, lascia profondamente il segno; diviene in un certo senso il gusto identificativo di Sugar Baron. Appassionante e realistico.

Uno scenario brioso che solletica narici e palato ad ogni boccata, senza mai tramortire completamente le papille, merito di una dolcezza dosata con cura e mai abusata.

Con Sugar Baron, la mente creativa di Jean Moiroud, ha abbandonato scenari aromatici più eleganti e raffinati, per disegnare un liquido diametralmente opposto, esplorando lidi più chiaramente di stampo anglosassone. Il risultato? Un mix impertinente, potente e divertente da abusare con avidità!

Pro: DolceVivace, brioso ma mai stucchevole.

Contro: Spesso la vivacità di un liquido non va di pari passo con la sua raffinatezza.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS