BaeBacc (Vapewell Supply)

BaeBacc (Vapewell Supply)

Recensione Liquido Pronto:  BaeBacc (Vapewell Supply) 60 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: n.d.

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: Eleaf iStick  TC60w + NarDa RDA single coil 0.50 ohm (Kanthal A1 264awg 0.50mm) con cotone organico giapponese Puff.


Arriva dalle lontane terre del Texas il singolare tabaccoso di cui ci occuperemo oggi e a proporcelo è il marchio Vapewell Supply, espressamente focalizzato sulla produzione di e-liquids tabaccosi. Vapewell Supply produce una linea di tabaccosi con il brand Double Barrel Premium e-liquids  e altri due tabaccosi con il proprio marchio principale: BaeBacc e l’ultimo arrivato PaeBacc.

Oggi parliamo di BaeBacc:

It’s strawberry. It’s tobacco. It’s confusing, but it’s love at first vape. Sultry strawberry completes the toasty, exotic tobacco for an e-liquid lovefest that’s so wrong, it’s just right. Baebacc is the best thing that ever happened when strawberry met tobacco. Once you go Baebacc, you’ll be coming back for more!

È fragola. È tabacco. Confonde, ma è amore al primo svapo. Una fragola sensuale completa il tabacco esotico e tostato per un liquido da festival dell’amore, così sbagliato, e così giusto. Baebacc è la cosa migliore che sia mai successa da quando la fragola ha incontrato il tabacco. Una volta arrivato nel mondo di Baebacc, vorrai sempre tornarci!

La boccetta di BaeBacc è in vetro trasparente da 60 ml con tappo childproof e contagocce con punta a becco. Molto semplice ed elegante appare l’etichetta ce potete ammirare nell’animazione qui sopra. Le informazioni riportate sulla boccetta sono piuttosto scarne: in merito agli ingredienti ci viene detto che il liquido contiene glicole propilenico, glicerina vegetale e aromi concentrati artificiali e/o naturali. Oltre al nome del prodotto è indicata la composizione della base ed il contenuto di nicotina. Completano l’etichetta le informazioni anagrafiche del produttore. Questa boccetta come facilmente intuibile non è TPD ready, ma sul sito del produttore abbiamo scoperto che i prodotti Vapewell Supply a breve saranno tutti TPD compliant.

L’apertura della boccetta offre degli spunti olfattivi molto interessanti. Un intenso e intrigante profumo di fragola sorretto da un sottofondo secco, fuoriesce spavaldo dalla boccetta; è un profumo gradito alle mie narici, incuriosite dal fascino misterioso di nuances inedite ed intriganti. La dolcezza della fragola, più pungente nella profondità delle inspirazioni, è fiancheggiata da una evidente base tabaccosa che dà corpo e carattere al mix. Sono davvero ansioso di tuffarmi nella prova di svapo di questo BaeBacc!

La svapata di BaeBacc presenta sempre una boccata molto strutturata e corposa. Le note di testa sono secche e rivelano i tipici accenti di una classica base tabaccosa dai toni lineari e puliti. Pur trattandosi di una matrice di natura sintetica, la sensazione di pane tostato fornita da una chiara sfumatura “crust”, ricostruisce molto bene il momento analogico dell’inspirazione: astringente e con tratti abbastanza decisi. Nella fase centrale della boccata, la base tabaccosa riceve gradualmente i sentori morbidi della fragola, al palato decisamente meno invadenti che all’olfatto. La gestione aromatica della fragola è perfetta….. Tutto il fascino di questo frutto delizioso, dolce e con le sue lievi punte acidule trapela delicatamente dal sottofondo tabaccoso.

L’incontro tra la fragola e il tabacco crea uno strano effetto di disorientamento specie nelle boccate di approccio: così diversa la base tabaccosa asciutta e secca dalle sinuosità delicate della fragola… Eppure lentamente, boccata dopo boccata, i due ingredienti creano un connubio aromatico molto particolare e altrettanto gustoso. Volendo associare la svapata di BaeBacc ad un tipo di fumata analogica, non avrei dubbi nell’accostarla ad una fumata di narghilè, per l’occasione preparato con un tipico tabacco aromatizzato alla fragola. Un tiro deciso, secco e penetrante arricchito da una leggera caratterizzazione aromatica.

Ma BaeBacc è in grado di offrire al vaper un’esperienza sensoriale più completa e rotonda rispetto ad un shisha strawberry tobacco. Sottili finiture cremose infatti si presentano sul palato nel finale della svapata, e accompagnano le nuance fruttate con una leggera velatura caramellata. Le percezioni gustative divengono più che mai invitanti. La finitura cremosa, seppur solo appena accennata, spezza e riduce la secchezza dell’inspirazione, lasciando una persistenza aromatica voluttuosa impossibile da immaginare nelle boccate di avvio.

Il tabaccoso alla fragola, ricetta così poco proposta dai produttori di e-liquids, si dimostra nei fatti un esperimento aromatico non solo percorribile, anzi anche piuttosto intrigante. The Flavourist è alla prima esperienza con questo tipo di tobacco flavoured, non facciamo fatica ad ammetterlo, ma per nostra fortuna ci siamo imbattuti in BaeBacc che gli amici texani di Double Barrel hanno confezionato con un’accortezza e una qualità davvero insospettabile.

Pro: Un tabaccoso alla fragola inedito, intrigante, gustoso e ben fatto.

Contro: Peccato che la base tabaccosa sia di natura sintetica. 

Bounty (Double Barrel)

Bounty (Double Barrel)

DoubleBarrel_logo

Recensione Liquido Pronto:  Bounty (Double Barrel) 30 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: n.d.

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: Eleaf Ikuun i80 + Vandy Vape Berseker RTA coil 0.90 ohm (Kanthal A1 26 awg 0.40mm) con cotone organico giapponese Puff.


Il viaggio di The Flavourist alla scoperta dei gusti tabaccosi che vengono proposti a tutti i vapers affascinati da questo genere di e-liquids, ci riporta oggi in Texas, dove l’azienda Double Barrel Premium E-liquids propone un’interessante linea di tabaccosi: Oak, Royal, Bounty, Cowboy, BaeBacc e PaeBacc.

Dopo avervi parlato di  Oak e Royal, oggi ci occupiamo di Bounty:

A tasty blend of banana tobacco with subtle hints of cinnamon.

Una gustosa miscela di tabacco e banana con sottili note di cannella.

doublebarrel_4eliquids

La boccetta di Bounty è in vetro ambrato da 30 ml con tappo childproof e contagocce con punta a becco. L’etichetta, semplice ed elegante, presenta una texture di fondo raffigurante le assi di legno di un barile, mentre i testi appaiano con un font classico color oro. Le informazioni presenti sulla boccetta sono piuttosto scarne: in merito agli ingredienti ci viene detto che il liquido contiene glicole propilenico, glicerina vegetale e aromi concentrati artificiali e/o naturali. Oltre al nome del prodotto è indicata la composizione della base ed il contenuto di nicotina. Completano l’etichetta le informazioni anagrafiche del produttore. Questa boccetta come facilmente intuibile non è TPD ready, ma sul sito del produttore abbiamo scoperto che i prodotti Double Barrel a breve saranno tutti TPD compliant.

La prova olfattiva di Bounty ci mostra un liquido fortemente caratterizzato da una base aromatica al gusto di banana. Un profumo gradevole e consistente che non impedisce l’affiorare di un sottile background tabaccoso, che sembra essere in buon equilibrio con la dolcezza della banana. Nel complesso all’olfatto, il liquido si presenta con un timbro apparentemente molto più cremoso che tabaccoso, un classico tobacco flavored, secondo la più tipica tradizione anglosassone. A naso insomma molto più “flavored” che “tobacco”. E allo svapo?

Ho caricato il tank del Berseker di Vandy Vape per testare Bounty. In fin dei conti si tratta, almeno sulla carta, pur sempre di un tabaccoso e, per quanto flavored, l’utilizzo di un atomizzatore MTL, è di sicuro una valida soluzione con la quale testare questo genere di prodotti.

L’inspirazione è imperniata da delicate note di banana, una vivace introduzione ad una svapata morbida e rotonda. Mi colpisce, sin dalla prima boccata, la gentilezza aromatica con la quale il bouquet pervade il palato, offrendosi alle mie papille con un gusto piacevole e raffinato. La banana, aroma notoriamente dirompente e aggressivo, sia per dolcezza che spesso anche per il suo essere fortemente pungente in caso di eccessivo carico aromatico, qui si presenta sotto forma di sinuose pennellate; soave e sfiziosa con una dolcezza smussata da abili sfumature tabaccose nel cuore della svapata. E veniamo dunque alla componente tabaccosa di Bounty: appare piuttosto confinata e remota, il suo timbro è minimal ma sinceramente direi più che funzionale all’interno del blend. E’ si un tabacco timido (proveniente da una matrice quasi sicuramente sintetica), ma svolge egregiamente il suo compito, grazie ad una nota terrosa che penetra all’interno delle linee zuccherine della banana per farla percepire quasi come una banana poco matura.

Non dispiace il ruolo del tabacco in questa creazione: un attore non protagonista dai toni leggeri, sempre lineare e mediamente secco. Una presenza timida ma al tempo stesso significativa, specie nella coda della svapata, quando il sapore della banana progressivamente si affievolisce e la sensazione tabaccosa emerge con maggiore corposità accompagnata da una lievissima e apprezzabile velatura di cannella.

Il mix non si presenta molto strutturato, ma risulta senza dubbio di ottima fattura e soprattutto nella sua semplicità è stato egregiamente costruito.

Bounty offre una svapata rassicurante e mai stucchevole e le boccate si susseguono piacevoli senza temere le lunghe sessioni. Ottimo come all-day. E come tabaccoso?

Non ci sono dubbi che, soprattutto qui in Italia, considerare un prodotto del genere un tabaccoso con la T maiuscola, è un po’ come dare del rockettaro a Michael Bublè.  Siamo sempre li, il concetto di tabaccoso per noi italiani è profondamente differente dal concetto di tabaccoso per i vapers americani. La cultura del tobacco flavored così radicata oltreoceano, è ancora piuttosto marginale nel nostro paese. Eppure anche in Italia qualcosa si sta muovendo in questa direzione. Nell’ultimo anno abbiamo assistito ad una certa apertura da parte dei nostri consumatori verso questo genere di tabaccosi. Perchè anche i tobacco flavored hanno una loro nobiltà.

Bounty ne è di sicuro un fulgido esempio.

Pro: Abbinamento intelligente tra la componente tabaccosa e la nota aromatica della banana.

Contro: Come sempre per questo genere di e-liquids, è un po’ una forzatura definirlo un vero tabaccoso.

Royal (Double Barrel)

Royal (Double Barrel)

DoubleBarrel_logo

Recensione Liquido Pronto:  Royal (Double Barrel) 30 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: n.d.

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: Hcigar VTinbox 75w + Split RDTA single coil 0.70 ohm (Kanthal A1 26 awg 0.40mm) con cotone organico giapponese Puff.


Lo scorso mese di giugno abbiamo iniziato a parlarvi dell’azienda texana Double Barrel Premium E-liquids e della sua linea di tabaccosi: Oak, Royal, Bounty, Cowboy e l’ultimo arrivato in ordine di tempo il BaeBacc.

Oggi, dopo Oak, è la volta di Royal che è così ufficialmente descritto:

A smooth, robust, classic pipe tobacco with accents of 6-leaf tobacco flavors.

Un morbido, robusto e classico tabacco da pipa con accenti aromatici di 6 foglie differenti di tabacco.

doublebarrel_4eliquids

La boccetta di Royal è in vetro ambrato da 30 ml con tappo childproof e contagocce con punta a becco. L’etichetta, molto elegante, presenta una texture di fondo raffigurante le assi di legno di un barile, mentre i testi appaiano con un font classico color oro. Le informazioni presenti sulla boccetta sono generiche e scarne: in merito agli ingredienti ci viene detto che il liquido contiene glicole propilenico, glicerina vegetale e aromi concentrati artificiali e/o naturali. Oltre al nome del prodotto è indicata la composizione della base ed il contenuto di nicotina. Niente di più se non i riferimenti anagrafici del produttore. Questa boccetta come facilmente intuibile non è TPD ready, ma sul sito del produttore abbiamo scoperto che i prodotti Double Barrel a breve saranno tutti TPD compliant.

All’olfatto Royal presenta delle fresche note erbacee che si intersecano con un sentore più legnoso e di terra umida, in grado di rilasciare al naso una piacevole sensazione tabaccosa. La sensazione è quella di un tabacco biondo secco di media forza e intensità, arricchito da una spruzzata leggerissima di vaniglia ad arrotondare delicatamente il blend. La profumazione generale appare molto gradevole e ben bilanciata; l’idea di un classico tabacco da pipa viene restituita sufficientemente bene dalla prova olfattiva.

Per la prova di svapo, ho deciso di affidarmi ad una rassicurante soluzione in bottom feeder utilizzando come atomizzatore il validissimo Split RDTA. Sin dalle prime boccate si scorge un liquido tabaccoso, proveniente da una base probabilmente N.E.T., semplice, sincero e schietto. La base tabaccosa di Royal è sicuramente più strutturata rispetto a quella osservata in Oak, anche se va detto che le sue sfaccettature aromatiche restano comunque piuttosto timide e semplici. Nelle note di testa spicca l’anima tabaccosa del blend con caratteristiche legnose e vagamente tostate. Su questa base di media forza si sviluppano le note centrali del bouquet, ricche di innesti aromatici erbosi che sfaccettano maggiormente l’intera struttura del liquido. Gli accenti erbosi rendono il mix più fresco e meno robusto.

A rendere più verosimile questo tabaccoso, almeno come tabacco da pipa, arriva in soccorso nel cuore della svapata un accenno di finitura vanigliata, che, con il suo morbido abbraccio contribuisce all’arrotondamento di tutto il blend. Le boccate si susseguono scandite dal timbro rassicurante di questa creazione. La percezione tabaccosa è buona anche se vi confesso che il dubbio amletico “Tabacco estratto o Non tabacco estratto?” permane. La svapata è semplice, lineare, facile, adatta soprattutto ai vaper con poca dimestichezza con e-liquid di questo genere.

Le note basse del bouquet presentano anche delle leggerissime sfumature di liquirizia che sostengono la struttura secca di Double Barrel in una sorta di trattamento Black Cavendish.

In un ipotetico viaggio di avvicinamento del vaper ai liquidi tabaccosi, con Royal il produttore ha costruito un prodotto intermedio. Dopo Oak, dalla struttura più dolce e cremosa, primo step nel graduale processo di avvicinamento e comprensione dei tabaccosi, ci propone Royal, che, pur mantenendo morbide fragranze, ha caratteristiche diverse e più “tobacco-oriented”. Royal offre un’esperienza sensoriale più erbosa, con minimi sentori di cuoio e terra umida che lo avvicinano molto più ai connotati di un vero tabacco naturale. La persistenza aromatica discreta facilita la fruibilità a lungo termine del liquido.

Una svapata tabaccosa credibile, molto lineare e stabile dal punto di vista aromatico. Un approccio semplice e gradevole a questo genere di e-liquids. Sicuramente un tabaccoso all-day.

Pro: Buon tabaccoso mild, un semplice e rassicurante all-day.

Contro: La componente tabaccosa presenta timide sfaccettature aromatiche.