Pink Grenade (Riot Squad)

Pink Grenade (Riot Squad)

Nome e Formato: Pink-Grenade (Riot Squad) – aroma concentrato 10 ml –  ricevuto dal produttore

Lotto:

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: iJoy Capo Squonk 80w + Wotofo Profile mesh coill 0.18 ohm  con Cotton Bacon V 2.0.


La primavera è iniziata, le giornate si allungano il sole fa sentire sempre di più il suo calore e nell’attesa dell’agognata estate, il team di The Flavourist ha deciso che è il momento giusto per parlare con voi di una serie di liquidi che possono allietare le calde giornate che ci apprestiamo a vivere, lo fa scegliendo la linea dal marchio Riot Squad. Non una novità assoluta, ma già con le prime recensioni ha espresso un grande potenziale. I produttori sono inglesi ed hanno il loro quartier generale poco lontano da Londra e pensiamo che almeno una volta, la maggior parte di noi, ha sentito nominare il produttore inglese.

Gli aromi che abbiamo ricevuto da Riot Squad si presentano all’interno di coloratissime boccette da 10 ml a forma di proiettile ogni colore  prova a classificare il gusto. La linea è molto vasta ma si concentra su tipologie di liquido che ben conosciamo, la sua composizione è facilmente classificabile: si tratta di liquidi per la maggior parte freschi rinfrescanti e leggermente frizzati, la nota particolare è che spesso i produttori riescono senza aggiunta dell’ice o del mentolo ad ottenere una delicata freschezza generalizzata all’interno dell’aroma, tutto questo dovuto all’accostamento delle caratteristiche della frutta.

Veniamo così al protagonista di oggi che sicuramente condivide delle sfumature con Sub-lime che abbiamo recensito settimana scorsa e di cui vi lasciamo il link per poterlo consultare e condividere con noi le nostre idee. Dunque il suo nome è Pink Grenade che viene descritto dal produttore così:

Get ready for the sparkling, as this weapon is loaded with lemon and an explosive strawberry lemonade.

Preparatevi al frizzante, poiché quest’arma è caricata con limone e un’esplosiva limonata alla fragola.

La descrizione trova le sue radici nel nome degli ideatori, loro sono la squadra antisommossa e quindi non può mancare nell’arsenale un arma esplosiva caricata a limonata di fragola, infatti è proprio questo quello che ci aspettiamo una limonata frizzante ed aspra come base e  una delicata aggiunta di fragola, quasi come se si trattasse di un cocktail. Ricetta molto semplice e già molto inflazionata ma che se ben gestita regala grandi emozioni sarà questo il caso?

Come detto in precedenza, la confezione in cui si presenta Pink Grenade è di sicuro impatto, richiamando il nome del brand ritroviamo la forma di un proiettile, i colori richiamano l’elemento principale dell’aroma, al di sopra troviamo il logo e il nome dell’aroma. Per quanto riguarda la miscelazione i produttori consigliano il 20 % ma sicuramente possiamo scendere di un buon 5% per avere comunque una giusta corposità aromatica.

PROVA OLFATTIVA

Come già successo per la precedente, aprendo la boccetta non possiamo che rimanere colpiti dalla corposità e dalla forza olfattiva che questo aroma riesce a far uscire attraverso i suoi fumi. Si potrebbe restare a respirare attaccati alla boccetta per quanto già “a naso” il profumo sia ricco ed invitante. Tutto è davvero intenso e la prima percezione che ci viene trasmessa riguarda la frizzante limonata che esce in maniera decisa, presentando le sue caratteristiche dolci ed aspre, quasi si riescono a percepire le bollicine frizzanti che salgono come se l’aroma fosse dentro un bicchiere. La fragola si fa spazio attraverso questa fortissima base aromatica, offrendo grande freschezza all’intero aroma la punta acidula e leggermente dolce si mescola alla perfezione con la limonata rendendo tutto molto goloso. I ragazzi di Riot Squad sono riusciti a ricreare delle molecole aromatiche davvero reali, difficilmente ritroviamo dei sapori poco veri in questo aroma che almeno all’olfatto regala sensazioni positive. Concludiamo dicendo quindi che anche se si tratta di aromi sintetici i profumi sono davvero reali e precisi, sembra davvero di avere davanti ai nostri occhi gli elementi della ricetta.

PROVA DI SVAPO

La prima boccata si apre, volendo restare in tema, con un esplosione di gusto, l’aria vibrante è davvero densa e ricca, si percepisce con chiarezza ogni singolo elemento ben distinto, la limonata è davvero piena e scandisce in maniera precisa il tempo della svapata. Si concede con sapori gustosi e freschi e gli elementi centrali del limone acidi ma allo stesso tempo zuccherini sono bilanciati, la sensazione è frizzante e piacevole. Ma non si ferma qua: la fragola innalza ancora il livello apportando a questa limonata un nota ben definita di fragola che si fa apprezzare nell’insieme legandosi attraverso una nota fresca e leggermente zuccherina che liberano il vero potenziale del liquido.

Ma analizzando più nello specifico il vapore siamo sicuri di poterlo dividere in tre parti: nella fase iniziale la componente principale è il limone, che viene percepito in maniera leggermente zuccherina ma comunque decisamente aspra. Legato attraverso una frizzantezza molto presente. Nel complesso la prima fase è soddisfacente e reale lontana dai quegli aromi sintetici ed industriali.  Subito dopo nella fase centrale ci troviamo di fronte alla fragola, che puntuale riesce a bilanciare con le sue note aspre la componente zuccherina, tendenzialmente questa aggiunta eleva ancora il livello dell’acidità del liquido che comunque risulta elemento predominante del liquido. Non meno importante anche la parte zuccherina si mescola alla perfezione con la limonata frizzante e fa sì che ci sia una percezione alternata dei due gusti. Fino a questo punto la grande dose di acidità non risulta mai sgarbata anzi tutto rimane ben bilanciato ed il risultato finale non risulta mai sgradevole al  nostro palato. La nota fresca nella fase finale è ottenuta a parare nostro utilizzando la combinazione molecolare dei due elementi infatti essa non è decisa o prepotente è molto leggera, lascia che una sensazione piacevolmente fresca e fa si che ci coccoli fino alla fine del vapore.

La svapata è nel complesso comunque molto piacevole una limonata frizzante zuccherata al punto giusto, con elementi ricchi di acidità sono la punta di diamante di questo liquido, che non si ferma qui e grazie all’aggiunta sapiente e ben bilanciata della fragola riesce ad elevare il liquido rendendo la svapata simile al bere da un bicchiere una delle classiche bevande estive. Sicuramente il liquido trova la massima espressione in atomizzatori molto ariosi e quindi ci sentiamo di consigliarlo in ambito flavour o cloud.

Pro: Limone e fragola gustosi e reali.

Contro: Ricetta sicuramente poco complessa.

Sub Lime (Riot Squad)

Sub Lime (Riot Squad)

Nome e Formato: Sub-lime (Riot Squad) – aroma concentrato 10 ml –  ricevuto dal produttore

Lotto:

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: n.d.

Devices: iJoy Capo Squonk 80w + Wotofo Profile mesh coill 0.18 ohm  con Cotton Bacon V 2.0.


Il marchio Riot Squad, ha fatto il suo debutto su queste pagine ormai qualche mese fa, la tipologia di liquido poco si adattava al periodo, ma ora in preparazione alle giornate più miti ci sentiamo di portare queste righe per condividere con voi le nostre impressioni. Il produttore come forse qualcuno saprà ha il suo quartier generale a Milton Keynes un centinaio di chilometri a nord di Londra.

Gli aromi che abbiamo ricevuto da Riot Squad si presentano all’interno di coloratissime boccette da 10 ml a forma di proiettile ogni colore  prova a classificare il gusto, la linea è molto vasta ma si concentra su tipologie di liquido che ben conosciamo, la sua composizione varia da qualche cremoso con creme di frutta e trova la sua massima espressione in aromi fruttati con aggiunte mentolate, ci troviamo insomma davanti a degli aromi che strizzano l’occhio ai liquidi malaysiani.

Il secondo aroma che vogliamo testare con voi  è Sub Lime, che viene descritto dal produttore così.

Subversive flavours of sweet acidic lime and lemon, that will mess up your senses and leave you with a sour aftertaste.

Sapori sovversivi di dolci lime e limone, che rovinano i tuoi sensi e ti lasciano con un retrogusto amaro.

La frutta acida e leggermente amara è da sempre per me una passione, ed in questa descrizione molto semplice ma esplicativa ritrovo dei gusti semplici ma allo stesso tempo intriganti, la combinazione lime e limone è classica ma riesce a dare buoni risultati in termini aromatici, e se, correttamente bilanciata con note amare ma leggermente dolci il risultato finale sarà sicuramente positivo. Le aspettative crescono.

Come precedentemente affermato, la confezione in cui si presenta Sub Lime è di sicuro impatto, richiamando il nome del brand ritroviamo la forma di un proiettile, i colori richiamano l’elemento principale dell’aroma, al di sopra troviamo il logo e il nome dell’aroma. Per quanto riguarda la miscelazione i produttori consigliano il 20 % ma sicuramente possiamo scendere di un buon 5% per avere comunque una giusta corposità aromatica.

PROVA OLFATTIVA

Aprendo la boccetta ben consci di trovarci di fronte ad elementi semplici. Subito siamo sopraffatti da un intenso odore aspro, impossibile non percepire la carica aromatica del limone che è davvero travolgente, le sensazioni sono nitide e precise il tutto risulta davvero coinvolgente e reale,  in questo vortice di puro limone si fa largo il lime che con le sue caratteristiche molto simili al limone ma con un innalzamento dei valori amaragnoli, tutto riesce a combinarsi alle perfezione creando uno strato davvero ricco e corposo, il fresco limone leggermente zuccherato si mescola con note amare ed aspre del lime. Anche se si tratta di aromi sintetici i profumi sono davvero reali e precisi, sembra davvero di aver davanti questi due frutti.

PROVA DI SVAPO

La prima boccata inaugurata con un esplosione di gusto, la nuvola di vapore è davvero densa e ricca, si percepisce con chiarezza ogni singolo elemento ben distinto il limone è ricco preciso e puntale e ci regala sensazioni dolci, aspre e leggermente frizzanti, ogni caratteristica del frutto è riportato all’interno della boccata con assoluta precisione, come sincronizzato subito dopo veniamo abbracciati dal lime che ci trasmette la sua carica aromatica attraverso sferzate di puro “acido citrico” che mescolandosi tra di loro regala un gusto piacevole ed intenso, il tutto accompagnato da una freschezza molto delicata e piacevole.

Ma analizzando più nello specifico la svapata riusciamo a suddividerla in tre parti: nella fase iniziale la componente principale è il limone, che viene percepito in maniera leggermente zuccherina ma comunque aspra e che si mostra con un gusto soddisfacente e reale lontano molecolarmente da quello che è in tutto e per tutto un liquido sintetico. Subito dopo nella fase centrale ci troviamo di fronte ad un lime che puntuale riesce a bilanciare con le sue note amarostiche la componente zuccherina innalzando ancora di livello l’acidità del liquido che comunque risulta elemento centrale di questo eliquid. Fino a questo punto la grande dose di acido citrico non risulta mai sgarbata anzi tutto rimane ben bilanciato e che non risulta mai sgarbato con il nostro palato. Infine non poteva mancare una nota leggermente fresca il mentolo è solo in fondo alla boccata e ci consente di percepire ancora meglio gli elementi caratterizzanti del limone e del lime.

La svapata è nel complesso comunque molto piacevole e la punta di amarognolo del lime che si trascina fino alla fase di espirazione, innalza la composizione aromatica, rendendo un liquido semplice leggermente più caratteristico. Sub lime è eliquid che ci trascina con forza verso l’estate con sapori davvero pieni ma comunque gentili gli amanti di questo genere di liquidi non si possono che perdere in questa onda gialla acida ma allo stesso tempo dolce che allieta le nostre papille dall’inizio alla fine.

Pro: Limone e Lime davvero ricchi e  pieni

Contro: Ricetta sicuramente poco complessa.