Syrian H2O (Angolo della Guancia)

Syrian H2O (Angolo della Guancia)

Nome e Formato: Syrian – linea H2O (Angolo della Guancia)  – Aroma concentrato 20 ml

Lotto: DST003

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 11/2022


 

INTRODUZIONE

E venne il giorno…

Eh si alla fine anche il più conosciuto e il più ricercato tra i tabacchi per il vaping, il rinomatissimo e sempre più introvabile Latakia siriano, viene per la prima volta estratto con la tecnica della distillazione, tecnica sempre più utilizzata dai produttori italiani di tabaccosi organici perchè in grado di garantire una lunghissima vita alle coil degli atomizzatori. L’ho già detto in qualche recensione addietro, i distillati (idrolati) di tabacco hanno aperto le porte del mondo dei tabacchi organici a tutti gli utenti (e sono la stragrande maggiornaza) che svapano con sistemi non rigenerabili.

Quale azienda dunque poteva giungere per prima a produrre un Latakia siriano distillato se non Angolo della Guancia, prima in assoluto a cimentarsi in questo nuovo sistema di estrazione? L’azienda emiliana ha inaugurato proprio nello scorso gennaio la sua fortunata linea di distillati H2O, e dopo aver realizzato MiXture, Aromatized Cardamomo, Aromatized Caramello e Quintaessenza, oggi ci propone Syrian, il primo distillato di puro Latakia siriano.

Ricordo come sempre che questo prodotto viene commercializzato nel formato shot series 20 ml di aroma concentrato in glicole propilenico all’interno di una boccetta da 60 ml. Per ottenere i 60 ml di liquido pronto da svapare, sarà necessario aggiungere una base da 30 ml di glicerolo vegetale più una ulteriore base da 10 ml di glicole propilenico (a discrezione del consumatore l’eventuale presenza di nicotina). Singolare, ma quanto mai funzionale alla tipologia di prodotto, l’etichetta trasparente della boccetta per evidenziare e mostrare chiaramente la quasi totale trasparenza di questa miscela. Va detto per onor di cronaca che il Syrian rispetto ai precedenti H2O è leggermente meno trasparente, cosa peraltro più che comprensibile se si considera la materia prima di partenza.

Ecco quanto dichiara l’azienda produttrice in merito ad Syrian H2O:

Le foglie del LATAKIA SIRIANO distillate 5 volte a temperatura controllata, per ottenere una carica aromatica ricca di sfumature pur mantenendo le caratteristiche che solo un LATAKIA sa dare!

 

PROVA OLFATTIVA

Inizio la prova olfattiva avendo appreso dalla descrizione ufficiale del prodotto che, anche Syrian come Quintaessenza, ha ricevuto un processo quintuplo di distillazione per accrescere notevolmente la sua carica aromatica. Se il buongiorno dunque si vede dal mattino… Ripongo molte speranze in questo Syrian, conscio delle qualità aromatiche e della bontà del suo predecessore.

All’olfatto Syrian H2O rivela una presenza tabaccosa decisamente marcata e il Latakia mostra con chiarezza uno dei suoi tratti più riconoscibili, l’affumicatura. Il profumo che fuoriesce dalla boccetta è molto intenso, alla pari se non leggermente superiore all’impatto tabaccoso provato in occasione di Quintaessenza. Confermo quanto detto alcuni mesi fa proprio in occasione della recensione di Quintaessenza: è innegabile come, grazie ai passaggi multipli sotto correnti di vapore, l’impronta aromatica di questi distillati si avvicini parecchio a quella di un classico estratto di tabacco.

PROVA DI SVAPO

Devices: Kizoku Limit RTA BVC single coil 0,7 ohm + Innokin Ares 2 RTA 24 mm single coil 0,9 ohm (Khantal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.

Per il test di svapo odierno ho deciso di affidarmi agli atomizzatori Limit di Kizoku (con testina Aspire) e Ares 2 di Innokin. Sarò impopolare ma nessuno mi convincerà mai del fatto che per svapare bene occorre possedere rigorosamente device high end e anche piuttosto costosi.

Le sensazioni olfattive trovano piena conferma anche in svapata e sin dalla prima boccata mi trovo in presenza di un e-liquid che ha poco da invidiare a un classico estratto di tabacco. La procedura di distillazione quintupla di Angolo della Guancia rappresenta un netto upgrade rispetto alla semplice distillazione utilizzata per i primi tre aromi H2O. Oggi, alla presenza dell’aroma Syrian, così prepotente e intrigante, ribadisco a gran voce tutta la bontà di questa procedura.

Sin dall’inspirazione Syrian H2O è magistralmente secco, legnoso e affumicato e regala una decisa sensazione analogica al palato del vaper, forse più da pipa che da sigaretta tradizionale, ma comunque incredibilmente realistica. I distillati di tabacco pur con alcuni limiti a livello aromatico, rispetto agli organici classici hanno il gran pregio d’essere tendenzialmente più secchi, e questa caratteristica su un tabacco come il Latakia non può che enfatizzarne al meglio le peculiarità.

Nel cuore della svapata si amplificano i toni graffianti già percepiti in inspirazione, l’aroma appare sempre molto robusto e deciso ma il sopraggiungere di una discreta incensatura nobilita il bouquet, mitigando in parte la durezza della svapata.

Syrian H2O boccetta

SYRIAN H2O GIUDIZIO FINALE

Le sfumature d’incenso sono tipiche del tabacco latakia, non lo si scopre certamente oggi, ma un vero siriano ne è ricco molto di più rispetto ad un Latakia cipriota per esempio e questo Syrian riesce a mostrare piuttosto bene le sue velature d’incenso. Con Syrian i sentori affumicati sono sempre in prima linea, a sottolineare un distillato rude e dai toni dark, ma una cornice di spezie d’Oriente arricchisce senza dubbio il bouquet, e nel complesso lo spartito aromatico appare abbastanza ben sfaccettato.

Syrian H2O, la rosa deserto dei distillati di tabacco.

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito

Pro: Il migliore distillato di tabacco mai provato

Contro: Ci sono ancora margini per la perfezione tra i distillati? Forse si… lo scopriremo presto

Aromatized Frutti di Bosco H2O (Angolo della Guancia)

Aromatized Frutti di Bosco H2O (Angolo della Guancia)

Nome e Formato: Aromatized Frutti di Bosco – linea H2O (Angolo della Guancia)  – Aroma concentrato 20 ml in glicole propilenico – ricevuto dal produttore

Lotto: DST025

Nico: 2 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 06/2022

Devices: Kizoku Limit RTA BVC single coil 0,7 ohm + Innokin Ares 2 RTA 24 mm single coil 0,9 ohm (Khantal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.


La fortunata linea H2O di Angolo della Guancia si arricchisce di un nuovo aroma, l’Aromatized Frutti di Bosco che va ad affiancarsi ai già recensiti Aromatized Cardamomo, Aromatized Caramello e ai distillati di solo tabacco MiXture e Quintaessenza. Una linea fortunata si diceva, e aggiungo meritatamente perchè il produttore emiliano, è bene ricordarlo, è stato il primo in assoluto a servirsi della tecnica della distillazione (o degli idrolati) nello svapo aprendo di fatto le porte del mondo dei tabacchi organici ai numerosi utenti che svapano con sistemi non rigenerabili; inoltre è riuscito a mio giudizio, a far breccia anche nel cuore degli hard organic tobacco vaper, dando loro la possibilità di poter continuare ad utilizzare questa tipologia di liquidi in tutte quelle circostanze e situazioni che normalmente risultano poco adatte all’uso di un device rigenerabile.

Prima di concentrarsi sulla degustazione di Aromatized Frutti di Bosco, ricordo che questo prodotto viene commercializzato nel formato shot series 20 ml di aroma concentrato in glicole propilenico all’interno di una boccetta da 60 ml. Per ottenere i 60 ml di liquido pronto da svapare, sarà necessario aggiungere una base da 30 ml di glicerolo vegetale più una ulteriore base da 10 ml di glicole propilenico (a discrezione del consumatore l’eventuale presenza di nicotina). Singolare, ma quanto mai funzionale alla tipologia di prodotto, l’etichetta trasparente della boccetta per evidenziare e mostrare chiaramente la totale trasparenza di questa miscela.

Ecco quanto dichiara l’azienda produttrice in merito ad Aromatized Frutti di Bosco H2O:

La classica mistura americana aromatizzata con frutti di bosco e un soffio di menta in foglia, tutti estratti con la nuova tecnologia che permette una purezza unica e un aroma che solo il tabacco organico sa dare.

PROVA OLFATTIVA

Il mix di frutti di bosco fuoriesce prorompente dalla boccetta nel corso della prova olfattiva, affiancato da una vivace e quanto mai gradevole nota mentolata che sorregge e rafforza la componente fruttata dell’intero bouquet. Tra spavaldi profumi di fragole e lamponi, affiora con una buona carica aromatica un sottofondo tabaccoso mediamente secco, che sembra essere in possesso anche di una lievissima affumicatura. Eppure, stando alla descrizione del prodotto, dovremmo essere in presenza di un classico American Blend, e dunque di tabacchi (Virginia, Burley e Oriental) notoriamente non curati a fuoco (salvo sporadiche eccezioni).

Per il test di svapo odierno ho deciso di affidarmi agli atomizzatori Limit di Kizoku (con testina Aspire) e Ares 2 di Innokin. Cari amici, come vi ho già detto in qualche precedente recensione, rammentate sempre che per svapare bene e con soddisfazione non occorrono costosissimi device high end e chiunque affermi il contrario mente spudoratamente e sarebbe anche facilmente smascherabile.

PROVA DI SVAPO

In svapata Aromatized Frutti di Bosco regala subito una sensazione di completezza aromatica come poche, risultando gustoso, gradevole e soprattutto mai stucchevole. L’ho testato in modo continuativo per diversi giorni e mai ho provato quella sensazione di stanchezza papillare che sopraggiunge molto spesso se si utilizza per tanto tempo un solo e-liquid senza mai alternarlo con altri prodotti.

In inspirazione mi sorprende la buona percezione tabaccosa costruita in appoggio alla componente aromatizzante del mix. Il background tabaccoso risulta tutt’altro che risibile, sebbene nessuno tra il Virginia, il Burley e l’Oriental si possa etichettare come un tabacco mascolino. La cornice è mediamente secca ma affabile e raffinata ed è in grado di supportare con grande efficacia tutti gli spunti fruttati che presto affiorano sul palato. Come anticipato durante la prova olfattiva, il mix di frutti di bosco risulta piuttosto amalgamato anche se non è difficile cogliere le qualità profumate della fragola e quelle agrodolci del lampone.

Nel cuore della boccata i frutti di bosco, spinti dalla solidità del blend tabaccoso, incrementano la loro presenza aromatica solleticati da un delicatissimo soffio mentolato che dona freschezza e amplia il ventaglio aromatico dell’intero mix. Angolo della Guancia utilizza l’ingrediente menta in modo egregio e non ho dubbi nel ritenere che il caso di Aromatized Frutti di Bosco sia da inserire nel manuale dell’utilizzo della menta per i liquidi da svapo. Dal punto di vista sensoriale, la presenza di questa velatura di menta all’interno di una ricetta comunque già di per se ottimamente equilibrata, è la ciliegina che impreziosisce una nobile e gustosa torta. Aromatized Frutti di Bosco è il trionfo puro dell’armonia, dell’equilibrio e di un’incredibile senso di delicatezza aromatica.

E’ vero, l’ho già detto, i “tabacchi trasparenti” presentano uno spartito aromatico differente da un classico estratto ed è naturale che non sia facile comprendere come “leggerli” e interpretarli. Al cospetto dei classici tabacchi estratti a freddo, un vaper esperto noterà di sicuro che un distillato risulta sempre un po’ meno sfaccettato, e questo accade anche con Aromatized Frutti di Bosco, in quanto si nota che alcune caratteristiche dei suoi tabacchi, come la dolcezza vegetale del Virginia e le sfumature speziate dell’Oriental, soffrono e faticano a palesarsi. Va altresì detto però che il produttore emiliano è riuscito a confezionare un tabacco all day a tutto tondo, perchè questo liquido riesce a conservare un apprezzabile timbro di vero tabacco, in una cornice generale che non solo non stanca il palato del vaper, ma in più non “stanca” e “fiacca” la resistenza di coil e cotone. Il piacere di assaporare un “vero” tabaccoso per diversi giorni senza alcuna interruzione di sorta.

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito, consigliati 2 giorni

Pro: Pregevole Idrolato di tabacco aromatizzato realizzato con superba delicatezza e perfetta armonia tra gli ingredienti

Contro: Gli idrolati non sono ancora in grado di sostituire del tutto alcune tipologie di estratti di tabacco

Quintaessenza H2O (Angolo della Guancia)

Quintaessenza H2O (Angolo della Guancia)

Nome e Formato: Quintaessenza – linea H2O (Angolo della Guancia)  – Aroma concentrato 20 ml in glicole propilenico – ricevuto dal produttore

Lotto: DST025

Nico: 2 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 06/2022

Devices: Luca Creations Alpha RTA single coil 0,9 ohm (Kanthal A1 28 AWG) + Innokin Ares 2 RTA 24 mm single coil 0,9 ohm (Khantal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.


“Nelle cose confuse l’ingegno si desta a nuove invenzioni.” Dal sogno dell’alchimia, durante il Medioevo le tecniche di distillazione acquisirono una dimensione prima curativa e poi addirittura mistica, che mirava alla ricerca dello spirito puro, della Quinta essentia. Era così chiamato infatti qualsiasi liquido ottenuto per distillazione, perchè conteneva una concentrazione degli elementi essenziali di qualsiasi sostanza, le cui caratteristiche e proprietà risultavano determinate dal suo “spirito”. La quinta essentia è il quinto elemento vitale della Terra, insieme ad acqua, aria, terra e fuoco.

A distanza di poco meno di un millennio, gli alchimisti di Angolo della Guancia, dopo esser stati i primi a introdurre nel mondo dello svapo la tecnica della distillazione, estraendo a tutti gli effetti le prime acque aromatiche di tabacco, confezionano l’ultimo nato della linea di aromi H2O: un aroma chiamato proprio Quintaessenza.

Dopo MiXture H2O, Aromatized Cardamomo e Aromatized Caramello, con Quintaessenza il produttore reggiano affina ulteriormente la tecnica della distillazione facendoci sapere che quest’ultimo aroma è stato sottoposto a ben cinque passaggi di correnti di vapore per ottenere un estratto di tabacco molto più corposo rispetto ai precedenti.

Ecco quanto dichiara ufficialmente l’azienda produttrice in merito a Quintaessenza H2O:

Kentucky, Virginia e Latakia, il Distillato di tabacco organico più potente mai prodotto da Angolo della Guancia.

Prima di concentrarmi sulla degustazione di Quintaessenza, ricordo che questo prodotto viene commercializzato nel formato shot series 20 ml di aroma concentrato in glicole propilenico all’interno di una boccetta da 60 ml. Per ottenere i 60 ml di liquido pronto da svapare, sarà necessario aggiungere una base da 30 ml di glicerolo vegetale più una ulteriore base da 10 ml di glicole propilenico (a discrezione del consumatore l’eventuale presenza di nicotina). Singolare, ma quanto mai funzionale alla tipologia di prodotto, l’etichetta trasparente della boccetta (ad eccezione di due bande bordeaux dove sono riportate le info sul prodotto), per evidenziare e mostrare chiaramente la totale trasparenza di questa miscela.

PROVA OLFATTIVA

La prova olfattiva rivela la presenza di una miscela tabaccosa piuttosto corposa in cui il Latakia e il Kentucky si spalleggiano a vicenda ostentando decisi sentori affumicati. Il profumo è molto intenso e l’impatto tabaccoso decisamente più marcato che nelle precedenti occasioni. E’ innegabile come, grazie ai passaggi multipli sotto correnti di vapore, sotto il profilo olfattivo Quintaessenza si avvicini molto più al carattere di un classico estratto di tabacco rispetto ai precedenti aromi della linea.

Eccomi dunque pronto per il test di svapo che ho deciso di affrontare con l’Alpha RTA di Luca Creations e con il nuovo Ares 2 di Innokin.

PROVA DI SVAPO

Le sensazioni olfattive trovano conferma anche nelle percezioni aromatiche della svapata. Quintaessenza rappresenta un netto upgrade dei primi tre aromi H2O e, in un ipotetico percorso di collegamento tra tabacchi distillati e tabacchi estratti con metodologie più tradizionali, si pone idealmente quasi nel mezzo delle due metodologie. La matrice di questo blend è dichiaratamente secca e legnosa, anche se va detto che i suoi timbri risultano più o meno irruenti e avvolgenti in base alla camera di vaporizzazione che gli metterete a disposizione.

In inspirazione le percezioni coincidono a grandi linee con quelle già individuate in MiXture, il primo aroma della linea. La boccata regala il piacere di assaporare un infuso di tabacco, anzi no, di degustare una sorta di grappa al tabacco! Sensazioni inedite si presentano sul palato boccata dopo boccata… L’impronta tabaccosa è senza alcun dubbio legnosa e rude; si colgono alcune delle tipicità dei tabacchi Kentucky e Latakia e allo stesso tempo noto che c’è poco spazio per le linee dolci del Virginia, se non un leggero sottofondo paglierino.

Il cuore della svapata offre un ispessimento della struttura aromatica, con sentori affumicati in prima linea, a sottolineare un blend sempre più robusto e deciso. La distillazione “quintupla” di Angolo della Guancia restituisce perfettamente al vaper l’ossatura dei due tabacchi dark del bouquet, ma non riesce fino in fondo a mostrare le più sottili e tipiche sfumature di ciascun tabacco. Faticano ad emergere ad esempio le note più ricche e speziate del Latakia, o lo stallatico del Kentucky, per finire con gli spunti morbidi del Virginia che fanno una fugace apparizione solo in esalazione.

E’ una caratteristica questa dei “tabacchi trasparenti” o in qualsiasi altro modo ciascun produttore voglia chiamarli; lo spartito aromatico di un distillato è differente da un classico estratto ed è naturale che non sia facile comprendere come “leggerli” e interpretarli, soprattutto ora che siamo in uno stadio iniziale della loro esistenza. E’ vero, al cospetto dei ben più maturi tabacchi estratti a freddo, un vaper esperto noterà di sicuro che un distillato risulta sempre un po’ meno sfaccettato, ma con Quintaessenza gli aromatieri di Angolo della Guancia sono riusciti ad alzare l’asticella, riuscendo a proporre un liquido con una restituzione aromatica più netta e appariscente rispetto ai suoi fratelli maggiori. Se è vero che proporre novità è relativamente semplice, è altrettanto vero che fare innovazione è decisamente più difficile e complesso. E Angolo della Guancia c’è riuscita anche questa volta.

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito, consigliati 2 giorni

Pro: Poter svapare decine e decine di millilitri di un vero estratto di dark tobacco dimenticandosi di rigenerare o sostituire la testina non ha prezzo

Contro: Ci vorrà ancora del tempo per abituarsi del tutto a questo nuovo tipo di gusto tabaccoso

AroMatized Caramello H2O (Angolo della Guancia)

AroMatized Caramello H2O (Angolo della Guancia)

Nome e Formato: AroMatized Caramello – linea H2O (Angolo della Guancia)  – Aroma concentrato 20 ml in glicole propilenico – ricevuto dal produttore

Lotto: DST024

Nico: 2 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 05/2022

Devices: Aspire Nautilus 2S con testina 0,7 ohm + Vandy Vape Berserker RTA 24 mm single coil 0,9 ohm (Khantal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.


 

Vi siete mai chiesti quali sono gli ingredienti in assoluto più utilizzati nel vaping? Quelli che insomma si ritrovano con maggior frequenza nei liquidi che svapiamo tutti i giorni? Pur non in presenza di una statistica ufficiale in merito, credo di poter affermare che il podio di questa singolare competizione sia composto dal caramello, dalla vaniglia e dalla nocciola, e questo grazie sia alla categoria degli e-liquid cremosi che a quella dei tabaccosi. Non è un caso infatti che il primo tabaccoso in assoluto nella storia del vaping sia stato, il liquido RY4 dell’azienda Ruyan, azienda alla quale va riconosciuto il merito di aver anche registrato il primo brevetto di sigaretta elettronica. L’ RY4 (quarto liquido di Ruyan) è un e-liquid “tabaccoso” aromatizzato con vaniglia, caramello e note nocciolate. Ebbene si il primo tabaccoso della storia dello svapo è stato, udite udite, un tobacco flavored.

E’ evidente che nel confessarvi di essere oggi in procinto di parlarvi di una tabacco al caramello, ammetta implicitamente di accingermi a recensire un prodotto dalla formulazione tutt’altro che inedita, se non fosse che l’e-liquid in questione è stato realizzato da Angolo della Guancia e nello specifico appartenga alla sua innovativa e recente linea H2O. Per chi non ne fosse ancora a conoscenza, molto in breve ricordo che H2O è una linea che si avvale di una tecnologia completamente meccanica che prevede l’estrazione delle componenti aromatiche delle foglie di tabacco mediante correnti di vapore acqueo, una sorta di processo di distillazione. Si tratta di un procedimento che, pur preservando la carica aromatica della materia prima organica utilizzata, riesce a garantire un ciclo di vita decisamente lungo alle resistenze degli atomatizzatori, siano esse rigenerabili o pre-fatte.

AroMatized Caramello, l’aroma sotto i riflettori di The Flavourist, è il terzo H2O e segue i già testati MiXture e AroMatized Cardamomo. Mi preparo insomma a testare una ricetta abbondantemente conosciuta, ma preparata però con la nuova tecnica di “distillazione” di Angolo della Guancia.

Ecco come il produttore presenta il suo AroMatized Caramello:

Virginia lievemente affumicato aromatizzato con caramello.

Prima di concentrarmi sulla degustazione di AroMatized Caramello, ricordo che questo prodotto viene commercializzato nel formato shot series 20 ml di aroma concentrato in glicole propilenico all’interno di una boccetta da 60 ml. Per ottenere i 60 ml di liquido pronto da svapare, sarà necessario aggiungere una base da 30 ml di glicerolo vegetale più una ulteriore base da 10 ml di glicole propilenico (a discrezione del consumatore l’eventuale presenza di nicotina). Singolare, ma quanto mai funzionale alla tipologia di prodotto, l’etichetta trasparente della boccetta (ad eccezione di due bande verdi dove sono riportate le info sul prodotto), per evidenziare e mostrare chiaramente la totale trasparenza di questa miscela.

PROVA OLFATTIVA

All’olfatto AroMatized Caramello presenta un delicato e suadente profumo di caramello naturale. Lui, il caramello, è il leader indiscusso di questo bouquet aromatico, e si guadagna quest’appellativo non per la sua carica dirompente, ma grazie a una sottile e inconfondibile eleganza di stile. Al tabacco invece, secondo elemento del mix, spetta inevitabilmente il ruolo di attore non protagonista della prova olfattiva, pur figurando come un’eccellente spalla del caramello grazie ad un imprinting dolce e armonioso.

Volendo fare un confronto con gli altri due prodotti della linea, MiXture e AroMatized Cardamomo, posso asserire con convinzione che AroMatized Caramello tra i tre è quello che all’olfatto viene percepito come il più morbido e coinvolgente ma al tempo stesso anche come il meno “tabaccoso” della linea.

Per il test di svapo odierno mi servirò dell’Aspire Nautilus 2S con testina da 0,7 ohm, e del sempreverde Vandy Vape Berserker 24mm con una resistenza di poco inferiore all’ohm.

PROVA DI SVAPO

Molto buono, buonissimo ma… Si potrebbe sintetizzare così l’esperienza gustativa di AroMatized Caramello, ma andiamo per ordine e riavvolgiamo con calma il nastro dell’analisi di questo aroma. AroMatized Caramello si caratterizza per una brevissima intro tabaccosa, con una base leggermente zuccherina e al tempo stesso molto pulita e lineare.  Sinceramente faccio fatica a riconoscere in queste sfumature tabaccose le peculiarità di uno specifico tabacco, anche perchè l’attimo tabaccoso è assolutamente breve e fugace.

Nel cuore della svapata il bouquet si espande sfoggiando le regali movenze del caramello che si prende la scena con la consapevolezza delle sue qualità anfitrioniche. Non è un caramello audace e sfrontato aromaticamente parlando, al contrario ammalia per la sua elegante naturalezza, senza mai doverla ostentare per timore di non essere notato. Avvolgente e sinuoso, il caramello percorre l’intero spartito con soave leggerezza. Light, unico e inimitabile.

Il lungo velo caramellato persiste sul palato compiacente e in coda, durante l’espirazione, ritrova lo spunto tabaccoso di inizio svapata, questa volta arricchito da una lieve scia affumicata. Un felice connubio aromatico realizzato con maestria assoluta dal Angolo della Guancia, oggi più che mai uno dei marchi più abili nel realizzare tobacco flavored.

Se è vero che questo AroMatized Caramello, come preannunciato durante il test olfattivo, a mio parere risulta il meno tabaccoso della linea H2O, è altrettanto vero che dei tre è quello più amabile e più facilmente ricevibile, specie dal pubblico di vaper che risiede ancora nell’anticamera del regno dei “veri” tabaccosi estratti.

Questo liquido però va anche oltre questa breve disamina, perchè in presenza di un caramello che per qualità supera qualsiasi forma di più audace immaginazione, anche i tobacco vaper più navigati potrebbero trovare in AroMatized Caramello il perfetto stacco tra due tabacchi estratti più forti e caratterizzanti.

Annotazione di servizio: come nel caso degli altri due prodotti H2O, AroMatized Caramello è estremamente coil friendly, non dovrete mai rigenerare o cambiare testina prima di aver svuotato completamente la vostra boccetta da 60 ml. Insomma potete abusarne fino ad esaurimento. Vi sembra poco?

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito, consigliati 2 giorni

Pro: Un caramello superlativo senza precedenti. Il migliore mai provato sino ad ora.

Contro: La componente tabaccosa è al servizio del caramello.