arome-tallak-vape-institut

Recensione Aroma: Tallak (Vape Institut)

Lotto: n/n

Nicotina: 3 mg/ml

Base: 50% vg / 50% pg maturazione 1 settimana

Data scadenza: n.n.

Devices: NarDa coil 0.7 ohm kanthal 0.42 cotone Muji

2248-fullsize-vape-institut-skull-evolv-tallak-10ml-do-it-yourself-diy-e-liquid-flavor-electronic-cigarette-eliquid-aroma-concentrate-1-1200

Ancora un aroma. Sicuramente chi mi conosce sa che io non sia molto portato a far uso di aromi da diluire, a parte gli estratti di tabacco, per forza di cose. Mi sono volontariamente fidato del consiglio di JokerKappa e di uno dei miei negozianti di fiducia e ho deciso di acquistare alcuni, più confacenti ai miei gusti, di questa linea di aromi francesi, della casa produttrice Vape Institut, in particolare del Tallak, di cui vi parlo oggi. Essendo un aroma non c’é molto da dire sulle indicazioni di sicurezza, non comprende, sull’etichetta, tutto quello che normalmente si trova su un liquido contenente nicotina, a parte il triangolino sulla sommità del tappo. Prima di parlarvene vi confesso che come al solito mi sono dato da fare, usando un po di Google-Fu, per cercare informazioni non tanto sull’aroma in se, ma sull’origine del nome…sull’etichetta ci sono stampate, a parte il marchio Vape Institut, delle impronte difficili da definire, direi feline, ma mettendo Tallak su qualsiasi motore di ricerca, NULLA a che fare con animali o dolci viene fuori…Rimarrò con questo dubbio, credo che alla fine mi toccherà chiedere delucidazioni al produttore. E’ una mia fissazione, ogni qualvolta su un liquido o un aroma, ho bisogno di conoscere cosa ha ispirato l’aromatiere, il perché del nome, il perché proprio quegli ingredienti…fino ad oggi, a parte qualche eccezione, l’unico del quale rimango tutt’ora all’oscuro é il Tallak di Vape Institut. Mi piace pensare che dietro ogni creazione, ci sia un leit motiv ispiratore.

La mia scelta cade su questo in particolare per gli ingredienti dei quali é composto, cito dal sito del produttore, nocciole, latte, vaniglia e crema, che in materia di svapo, rimangono aromi di cui vado effettivamente ghiotto. In effetti all’olfatto sia dell’aroma in se, che in quello diluito e lasciato a riposare per qualche giorno, é esattamente quello, una specie di vaniglia con note di nocciola e sentori di caramello, che io, personalmente, attribuisco alla presenza del latte. Un bel cremoso, dunque, uno di quelli che io amo definire “scuri” e “corposi”.

Le prime gocce di Tallak viaggiano subito sulla coil e all’olfatto il vapore non lascia dubbi, il sentore di caramello si accentua, si sentono addirittura le note tostate delle nocciole, un profumo davvero appagante. Faccio il primo tiro e vengo investito da un, come amano definirlo i francesi, “tourbillon” di sensazioni…il caramello sicuramente c’é, ma non é il solito caramello pesante e che dopo un po stufa, é leggero, avvolge le note di nocciole tostate e della vaniglia, che restano sul palato, cullate dal sentore di latte e crema, nessuno degli ingredienti “cozza” con l’altro ed é un piacere ad ogni boccata. Fin qui siamo di fronte a quello che posso definire un amabilissimo “all-day-vape”, che si sposa bene al caffé mattutino o alla delicatezza di un cappuccino, non stona assolutamente in nessuna delle sue note anche su una crema di whiskey o un amaretto, insomma, ingredienti ottimamente dosati.

Mi chiederete dunque come mai ad ogni riga sembra che stai per criticarlo duramente o si ha come l’impressione che qualcosa “non torna” con questo Tallak?

É presto detto. Il liquido é buono, non ci piove ed é ben bilanciato, sicuramente più di molti altri con questi stessi ingredienti, l’unica cosa é che non mi ha fatto gridare al “miracolo”, dato che purtroppo é molto simile ad altri del genere, il retrogusto, il sapore che resta sul palato é assolutamente riconoscibile, la cosa bella del Tallak, non é tanto il suo “dopo”, quanto il momento dell’inalazione stessa, li é sicuramente il suo punto di forza, quello che lo rende certamente diverso. Per certi aspetti, in inalazione, ricorda tantissimo una caramella mou, che si scompone subito dopo aver completamente mandato il vapore nei polmoni, ma questa prendetela davvero con le pinze…é percezione mia, di ricordi andati.

_vyr_1337tallakaroma

Senza dubbio é una bella scoperta, sicuramente se siete curiosi o semplicemente attratti da questi sapori “scuri”, é l’aroma che fa per voi. La mia riflessione finale é comunque sempre la stessa riguardo i francesi…stanno davvero facendo passi da gigante nel mondo degli eliquid, il modo di combinare gli aromi rispecchia assolutamente il savoir faire che da sempre contraddistingue i nostri cugini d’oltralpe (per voi…d’oltremanica per me…)

Un ultima nota riguardo la diluizione. Io ho optato per un 10/11% su base 50/50, ma sicuramente se utilizzate un full VG o un 80/20, vi consiglio vivamente di esagerare con l’aromatizzazione, tipo anche un po di più del 20%, ricordatevi che contiente latte/crema e vaniglia, aromi che se portati a certi wattaggi tendono a “cuocere” e a donare differenti sensazioni.

Diluizione consigliata: 10-15%

Tempo di maturazione: 7 gg

ico 5

Pro: un aroma davvero ottimamente bilanciato…

Contro: di sicuro per molti un “deja-vu”

badge-winner-2016-01

follow us: