Nome: Techmod (Kizoku) – Mod – ricevuto da Heavengifts

Formato: Single 18650 side by side Battery VW-TC mod

Max Power: 80 Watt

Colori: Nero, Nero Canna di fucile, Canna di fucile, Bianco

Prezzo: ~ € 55


 

Kizoku e la sua prima TC mod side by side

Oggi torno a parlarvi di Kizoku, un brand appartenente alla grande famiglia di Vapeonly che nell’ultimo anno si è messo in luce per il lancio di prodotti piuttosto innovativi e certamente dotati di una particolare cura estetica. Dopo l’atomizzatore dual use Limit (proposto in duplice versione) e il tubo Kirin, oggi è la volta di Techmod, la prima mod VW-TC realizzata dall’azienda cinese. Techmod mod è una cosiddetta box side by side che non passa di certo inosservata sin dal primo approccio. Iniziamo a osservarla partendo come di consueto dal contenuto della confezione.

IN THE BOX

1 x Techmod
1 x Cavo USB type-C
1 x Manuale utente
1 x Carta di garanzia

DESIGN AND BUILD QUALITY

L’accoppiata qualità costruttiva-design di Techmod mi cattura immediatamente non appena inizio a maneggiare il dispositivo. La box costruita principalmente in lega di zinco con due parti in acciaio 304 (vano batteria e la parte anteriore che contiene il chipset), è ben lavorata in ogni suo particolare, è massiccia e mostra a mio avviso un’incredibile solidità costruttiva. Il design è giapponese e lo stile, innovativo e molto all’avanguardia, viene definito dal produttore “industrial” e in effetti a mio parere lo ricorda molto.  Senza alcun dubbio l’aspetto di Techmod è più che mai moderno e dal mio punto di vista assolutamente accattivante. Stile e qualità da prima della classe!

ERGONOMICS AND PORTABILITY

Techmod misura 78 mm in altezza, 49 mm in larghezza e ha uno spessore di 24 mm; pesa 146,5 gr senza batteria e poco più di 190 grammi con batteria inserita. Non è una mod peso massimo ma nemmeno una peso piuma, anzi tutto sommato direi che il suo peso è piuttosto consistente, cosa questa che contribuisce a darle un senso di grande robustezza e una stabilità con pochi pari. La portabilità, nonostante il peso tutt’altro che irrilevante, è più che buona anche perchè trattandosi di una mod side by side ha il pregio di ridurre al minimo la sporgenza degli atomizzatori che è destinata ad ospitare (fino a 24 mm di diametro). Altrettanto buona, anzi più che buona è la sua ergonomia grazie a un design leggermente inclinato sul davanti, studiato non solo per un mero impatto estetico, ma anche per garantire un ottimo feeling tra le mani. La presa infatti è senza alcun dubbio comoda, sicura e confortevole.

CHARACTERICTS, FUNCTIONS & PERFORMANCES

Dopo aver apprezzato le qualità costruttive ed estetiche della Techmod, iniziamo ad osservare le sue caratteristiche, le funzionalità e le sue prestazioni. Questa side by side possiede un circuito proprietario con quattro modalità di erogazione: vari volt, vari watt, controllo temperatura e bypass. Il produttore dichiara che il chipset di Techmod, oltre a possedere le più comuni funzioni di protezione (eccessivo riscaldamento, basso voltaggio e sovraccarico di potenza), possiede una reattività di risposta in svapata di soli 0,001 secondi. Alla prova pratica non mi è parso che la box sia dotata di tutta questa incredibile reattività che, ad ogni modo è apparsa comunque buona e in linea con quella della stragrande maggioranze delle box circuitate attualmente in commercio.

Ben fatti, facilmente raggiungibili e piacevoli al tatto sono i due due pulsanti funzione in basso e l’ampio pulsante fire in alto. Di fianco ai pulsanti funzione è presente un luminoso display bianco e nero da 0,91″ (circa 22 x 6 mm) che riporta la modalità prescelta di svapo, il valore resistivo della coil, lo stato della batteria, la potenza di svapo e la durata dell’ultimo puff espressa in secondi. Sul lato opposto a quello dei pulsanti è presente infine una porta USB type-C con ricarica rapida da 2A.

La box come dicevo poc’anzi può ospitare atomizzatori fino a 24 millimetri di diametro e possibilmente con un’altezza non inferiore ai 30 millimetri per consentire al drip tip dell’atom di sporgere sufficientemente dalla box. Il vano batteria ha il polo positivo in basso e una chiusura con tappo a vite aperto a filo con la parte superiore della mod. La filettatura del tappo è molto fine pertanto bisogna prestare particolare attenzione nella fase di avvitamento. Un po’ difficoltosa anche la presa tra le mani del tappo, di sicuro non tra le più comode in circolazione. Ritengo che con il tappo Kizoku avrebbe potuto adottare una soluzione migliore sia in termini di filettatura che di presa.

L’attacco 510 per l’atomizzatore ha il pin flottante e presenta un leggero rilievo rispetto al filo della box; questo fa si che qualsiasi atomizzatore venga montato non andrà mai completamente in battuta sulla corpo della mod. Nessun problema funzionale per carità, ma i vaper più pignoli noteranno di certo questo leggero inestetismo.

Chiudo questo ampio capitolo sulle caratteristiche e funzionalità della Techmod, parlandovi della batteria e della gestione della stessa da parte del chipset di Kizoku. Fatta la doverosa premessa che la durata della batteria dipende da non poche variabili (tipo di batteria, capacità della stessa, modalità e potenze di svapo), dai miei test, svolti in modalità vari watt a potenze contenute comprese tra i 13 e i 25 watt, ho potuto constatare un consumo della batteria piuttosto repentino, in ogni caso leggermente superiore rispetto ad altri prodotti simili testati nelle medesime modalità. In definitiva la gestione del ciclo di vita della batteria da parte del circuito proprietario di Kizoku non mi è parsa ottimale.

EASE OF USE

A livello operativo questa mod è davvero molto semplice da utilizzare:

  • accensione/spegnimento con la classica sequenza di 5 click entro 2 secondi;
  • cambio della modalità di erogazione con 3 clik in rapida successione del pulsante fire e quindi premendo i pulsanti “+” o “-“;
  • regolazione della potenza/temperatura con i pulsanti “+” e “-“;
  • blocco dei tasti funzioni (ma non del pulsante fire) tenendo premuti gli stessi contemporaneamente per 2 secondi circa.

A dirla tutta preferisco sempre questo tipo di semplicità ai molti tentativi di innovazione che spesso producono l’effetto di rendere i menu delle box veri e propri labirinti all’interno dei quali diviene davvero difficile districarsi con disinvoltura.

TO CONCLUDE

Nonostante alcuni aspetti a mio giudizio migliorabili, la mia esperienza con la Techmod di Kizoku, che ricordo essere la prima mod circuitata side by side del produttore cinese, è da considerarsi senza dubbio positiva. La mod pensata sia per vaper di lungo corso che anche per i meno esperti, può vantare un’elevata qualità costruttiva abbinata a un design moderno e accattivante e anche a una estrema semplicità di utilizzo.

Consigliato a: Skilled, Hardcore vapers.

THE FLAVOURIST RESPONSE
  • 8/10
    In the box - 8/10
  • 9.5/10
    Design & Build Quality - 9.5/10
  • 8/10
    Ergonomics & Portability - 8/10
  • 7.5/10
    Characteristics, Functions & Performances - 7.5/10
  • 9.5/10
    Ease of use - 9.5/10
8.5/10