ripe_vapes_logo

Recensione Liquido Pronto: VCT (Ripe Vapes) 30 ml – ricevuto dal produttore

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Lotto: 032

Nico: 0 mg/ml

Data scadenza: 03/19

Devices: Wismec Predator 228w + Recoil RDA dual coil 0.30 ohm (Kanthal A1 24 awg 0.50 mm) con cotone Native Wicks.


The Flavourist oggi recensirà il prodotto più famoso del notissimo produttore californiano Ripe Vapes, nonchè probabilmente uno dei e-liquids tutt’ora più venduti al mondo.

Pronti per conoscere ciò che abbiamo da dirvi sul VCT di Ripe Vapes?

Prima di iniziare, un rapido sguardo alla boccetta in nostro possesso. Una classica boccetta in vetro trasparente da 30 ml, con tappo childproof e contagocce in vetro con becco di dimensioni medie. L’etichetta, molto piacevole al tatto per il suo effetto satinato, ha uno stile rustico molto ben curato ed elegante. Non mi dilungo sulle informazioni presenti sull’etichetta, ma ci tengo ad informarvi che per effetto della TPD i Ripe Vapes attualmente sono commercializzati in Italia nel classico formato Mix Series da 50 ml + aggiunta di un nicotine booster da 10 ml che consentirà di ottenere 60 ml di prodotto finale a diversi livelli di nicotina.

Vi ricordo sempre che, se volete essere sempre aggiornati in tempo reale sulle nostre anteprime e ultime recensioni, dovete andare su www.facebook.com/theflavourist e cliccare sul “mi piace” indicato dalle frecce gialle nell’immagine qui sotto.

flavourist_MIPIACE

VCT è così descritto ufficialmente:

This sophisticated joose is sure to leave you desiring more. Sweet and sexy vanilla custard up front, with a rich finish tasting of fine tobacco and a hint of toasted almond. Aimed to please the novice, or the distinguished smoker.

Questo sofisticato e-liquid sicuramente ti lascerà desiderarlo sempre di più. Dolce e sexy crema di vaniglia nelle note di testa, con una ricca finitura di tabacco e un tocco di mandorla tostata. Creato per soddisfare i vapers novizi, o i fumatori distinti.

Lo sanno tutti ma ci tocca scriverlo, VCT sta per Vanilla Custard Tobacco; sarà veramente così?

All’olfatto VCT mostra una profumazione dominante di vanilla custard. Rotonda, dolce e avvolgente, la vanilla custard copre abbastanza bene impercettibili punte alcoliche e soprattutto nasconde qualsiasi altro ingrediente sia presente nel mix. Sembrano affiorare dall’intensa aromaticità della crema di vaniglia delle sfumature lievemente nocciolate e tostate. Nel complesso all’olfatto, il prodotto appare quanto mai intrigante ed invoglia immediatamente alla prova di svapo.

Authentic Smok TFV8 Cloud Beast Sub Ohm Tank

Altamente stimolato dalla prova olfattiva, drippo le mie prime gocce di VCT sul mio Recoil ed affronto le prime boccate di quello che molti definiscono il nettare principe di Ripe Vapes.

In inspirazione vengo avvolto immediatamente dalle note rotonde e quanto mai credibili di una delle migliori vanilla custard che abbia mai assaporato e degustato. Eccezionalmente morbida e cremosa, restituisce una sensazione di boccata sempre grassa e soddisfacente. Una crema di vaniglia piena, travolgente e “intossicante”. La boccata acquista da subito una pienezza e ricchezza di gusto invidiabile.

Una crema sexy? Si lo confermo, una custard fortemente afrodisiaca, talmente afrodisiaca che, grazie anche alla percezione di alcune sfumature aromatiche tipiche, mi fa sospettare l’utilizzo da parte del produttore di incentivanti di cremosità (diacetyl e/o acetyl propionyl). Ed in effetti gli ultimi risultati di laboratorio pubblicati da Ripe Vapes confermerebbero questa tesi.

Il risultato, additivi o no, è eccellente, una vanilla custard superba. Una crema che con la sua corposità, riempie la svapata in modo globale prendendosi la scena anche nelle note centrali.

Il lungo abbraccio di questa prelibata vanilla custard, viene arricchito nelle note di coda da note leggermente meno morbide e più secche, che vanno a creare un contrasto aromatico che riduce in parte la setosità della componente cremosa. Ombreggiature di frutta secca si affacciano timidamente sul finire della boccata, per poi caratterizzarsi definitivamente in esalazione: mandorle tostate di pregevole fattura. La struttura aromatica si completa in modo ineccepibile con la finitura di mandorla, raggiungendo elegantemente un perfetto equilibrio.

Ma il tabacco dov’è?

In VCT il tabacco, pur con tutte le attenuanti culturali del caso, è una mera illusione. Si è più volte detto come, nella cultura anglosassone degli e-liquids, il tabacco nella stragrande maggioranza dei casi svolga una funzione di semplice ingrediente, in quelli che si definiscono tobacco flavored e-liquids e che coprono la fetta maggiore della già ristretta nicchia dei tabaccosi. Ma al di là dunque di queste attenuanti, il punto è che VCT non può certo definirsi un tobacco flavored e-juice. Nessuna sfumatura aromatica degna di potersi definire tabaccosa, emerge dal bouquet nelle varie fasi della svapata.  E’ il grosso limite di un prodotto buonissimo che non è ciò che dice di essere. Tanto valeva chiamarlo VCA…

Pro: La vanilla custard più “fluffy” mai assaggiata.

Contro: Tabacco e/o note tabaccose non pervenute.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS