1b40e3bf925a8de114690e1b4cd3d861

Recensione Liquido Pronto: Victoria Sandwich (Mrs Lord & Co.)

Lotto: 05/2016

Nicotina: 3mg

Base dichiarata: 70% vg / 30%pg

Data scadenza: n.n.

Devices:  IPV Mini 2 + the Tobh Atty dualcoil 0,48 ohm (Kantal A1 0,40mm) con cotone organico giapponese.


DripMeVictoria_grande

Ed anche Bounty decide di misurarsi con l’elegante cifra che questo marchio rappresenta in un settore contaminato da influenze d’ogni sorta, culinarie e non. Tuffiamoci dunque nella pasticceria classica inglese con un nuovo grande classico reinterpretato da Mrs Lord & Co.

Inspired by Isabella Beeton, a Sponge base with a Raspberry Jam and Vanilla Cream filling.

Ispirata a Isabella Beeton, una base di pan di spagna  con marmellata di lampone e crema di vaniglia.

La Victoria Sandwich, anche chiamata Victoria Sponge Cake, è una torta tipica della cultura anglosassone, costituita da due strati di pan di spagna farcito da crema di formaggio e guarnizione di sciroppo di lamponi, talvolta fragola e panna, o frutti rossi in genere. Apprezzatissima come dessert di accompagnamento al momento del the, si narra fosse la preferita, come lo stesso nome suggerisce, dalla Regina Vittoria.

victoria-sponge-004

La scrittrice e giornalista Isabella Beeton, citata nella descrizione di questa ricetta, mi piace presentarla come una foodblogger d’epoca vittoriana. Ma sappiate che è riduttivo.

beeton_pudding_8-1160x653

Portò cultura ed educazione dall’alto valore civico anche con un manuale di gestione della vita familiare e domestica per le classi medie. Tutti i moderni format di ricette devono a lei la formalizzazione di un primo metodo di scrittura, esposizione di ingredienti e procedure. Cucina e culinaria erano solo alcuni degli aspetti approfonditi da questa donna fortemente emancipata, pratica e moderna. Una rivoluzionaria, infondo.

La linea di cui fa parte Victoria Sandwich è ancora una volta la “Drip me” e raccogliendo il suggerimento in etichetta mi appresto a drippare questo pezzo di storia pasticcera, nel mio glorioso Tobh Atty, in una delle sue più tipiche (per me) configurazioni.

Ma prima di farlo, vediamo cosa ci racconta l’esame olfattivo. Note non particolarmente brillanti. Sembrerebbe percepibile una lieve nota di cannella accostata a della frutta rossa. Burro, panna vanigliata, ma anche note lievemente alcoliche. Etanolo. Il corpo aromatico nel suo complesso si presenta molto naturale e privo di accenti troppo marcati. Quasi non sembra un e-liquid.

Allo svapo le note immediatamente percepibili ci disegnano i tratti caratteristici di un pan di spagna elegante e leggero. Si tratta di un “abbozzo inedito” che, giocando anche con sentori alcolici, rappresenta egregiamente un mix invitante tra sponge cake e una bagna zuccherina ben misurata, influenzata da lievi note di vanillina e cannella. Una sorta di alchermes dosato alla perfezione. Leggerezza, ma anche tanta sostanza. Proprio quello che spesso manca in interpretazioni americane o americaneggianti che, la consistenza del pan di spagna, mai riescono a simularla. Mrs Lord & Co, sa farlo con ricchezza di contenuti pur aggirando un “ostacolo” con inevitabili artifici aromatici.

Ne emerge una cultura pasticcera di indubbia matrice anglosassone. Questo è immediatamente percepibile ed è inevitabile rapportare il tutto ad un più dozzinale stile americano. Impasti differenti. Qualità e cura del dettaglio totalmente diversi.

Una rapida sessione di tiri profondi svela la farcia caratterizzante della ricetta. Non sembra trattarsi di una evidente crema di formaggio, quanto piuttosto di una cremina burrosa al lampone ne troppo dolce, ne troppo acida, apparentemente influenzata da uno sciroppo d’acero che aiuta la ricetta a bilanciare ogni ingrediente a favore di una percezione aromatica credibile, naturale e non eccessiva come spesso accade. La vaniglia è elegante e composta lasciandomi immaginare un estratto dalla dolcezza e dal carico aromatico ben ponderati.

In 7-8 aspirazioni in sequenza, percepiamo dapprima la consistenza del pan di spagna, poi le note cremose e burrose del lampone e solo successivamente una persistenza zuccherina che, come in una perfetta liturgia del gusto vittoriano, con pudico ma virtuoso senso di stentata opulenza, ci conquista!

regina

È infatti “la misura” dello stile vittoriano a caratterizzare questa ricetta. Come se, proprio la Regina Vittoria, minacciando una severa censura avesse ispirato, con il monito di uno sguardo, questi maestri pasticceri. La svapata profonda, il tiro di polmoni, sono quasi d’obbligo per raggiungere la vetta del piacere. Un piacere però quasi “irrisolto”. Il lampone, per intenderci, ha un peso nella ricetta pari a quello che avrebbe in una reale Victoria Sponge Cake. Non è sovradosato come molti farebbero. Questo potrebbe non piacere. Non essere abbastanza. La dolcezza e acidità del frutto è fin troppo realistica.

La ricetta, seppur nella sua apparente semplicità, è raffinata e la qualità della sua inedita costruzione non sarà apprezzabile da tutti. Non si tratta di un liquido da meditazione, ma neanche di un cosiddetto “all day”. Dovrete sentirvi disposti alla degustazione per apprezzarne l’elegante semplicità, magari provando anche voi a dedicargli il tempo necessario per una rilassante ora del the.

ico 4

Pro: piccole produzioni, ma tanta qualità. Uno stile raffinato che seduce i palati più esigenti con grande semplicità.

Contro: non è un liquido destinato alle masse. Non si presta allo svapo selvaggio pur regalano una interessante e vaporosa esperienza aromatica. Sofisticato? No… ben fatto.

follow us: