Nome e Formato:  Virginia linea V by Black Note (Vaporificio & Black Note) – Aroma concentrato 10 ml – ricevuto dal produttore

Lotto:

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 03-2020

Devices: Sva penguin BF 75 + Speed Revolution 1.00 omh (Kantal A1 29 AWG) + Cotton bacon V2


Il mondo degli e-liquid è sempre in grande movimento per adattarsi ai gusti di ogni tipo di vapers, da chi desidera una deliziosa ricetta a base cremosa a chi ricerca una frizzante esplosione di frutta ghiacciata per affrontare le calde giornate estive.. e poi c’è chi vorrebbe trovare nel mondo tabacco il fedele compagno da utilizzare tutto il giorno, che possa accompagnarci dal caffè alla mattina, all’apertivo la sera fino allo spuntino di mezzanotte.

Oggi infatti, andremo a parlare di un liquido, nato dalla collaborazione di due famosissime aziende nel mondo delle estrazioni del tabacco. Parliamo del Vaporificio, azienda italiana ormai affermata per i suoi composti organici derivanti da estrazione naturale a freddo e senza l’aggiunta di aromi artificiali o sostanze di origine non vegetale. Il produttore italiano con l’azienda californiana Black Note ha in comune la stessa visione sul mondo dei tabacchi, e insieme hanno dunque creato una nuova linea di estratti pregiati chiamata V by Black Note.

Da questi nuovi prodotti non aspettatevi blend o ricette, ogni aroma descrive una singola varietà di tabacco con le sue caratteristiche e suoi unici sapori. Virgina, Burley, Perique, Kentuchy, Cavendish, Havana, Latakia e per finire Oriental.

La scelta del quale recensire per primo si fa difficile visto la quantità dei nuovi  prodotti , ma in fin dei conti non eccessivamente, sicuramente il tabacco più conosciuto, il più coltivato, il più usato nelle miscele per bilanciarne la “fumosità”… oggi parleremo del Virginia V by Black Note.

La boccetta da 10 ml di aroma in nostro possesso riporta, nella sua etichetta di un bell’arancione acceso, oltre al nome e alla linea a cui appartiene, la percentuale di aromatizzazione consigliata in questo caso il 10 %. Con la promessa di non distruggere le coil dopo pochi ml poichè il processo produttivo a cui sono sottoposti dopo l’estrazione e prima dell’imbottigliamento prevede una fase di filtraggio per eliminare i residui e che quindi ci permetterà di allungare la vita delle nostre resistenze. Alla fine del tempo di maturazione consigliato circa 5/10 giorni il liquido appare giallognolo tendente all’arancio alla vista molto carico.

La descrizione che ci viene fornita dai produttori è questa:

Il tabacco Virginia viene essiccato attraverso un metodo complesso che mantiene inalterati i valori dello zucchero, conferendo al tabacco il suo gusto gradevole, dolce e delicato. Ha un colore giallo / arancio e foglie sottili.

Virginia tobacco is dried through a complex method that keeps the sugar values ​​unaltered, giving the tobacco its pleasant, sweet and delicate taste. It has a yellow / orange colour and thin leaves.

Le percezioni olfattive non sono mai semplici quando si tratta di tabacchi e ancora più complicate se nello specifico si parla del Virginia per sua indole molto leggero e delicato. Ed è proprio questo quello che proviene dalla boccetta, un sapore di un incredibile delicatezza che trasmette quella sensazione di morbidezza tipica di questo tabacco, utilizzato come base per bilanciare le misture più complesse, un odore che tende al floreale e che strizza l’occhio alla dolcezza zuccherina caratteristica della foglia.

Mi accingo così, molto incuriosito, alla prova di vaporizzazione. La prima sensazione che  affiora in inspirazione è quella percezione di morbidezza data dalla componente zuccherina che fa da contorno alla sensazione erbosa molto presente ma ben bilanciata in tutti i suoi aspetti. La fase centrale della boccata risulta molto amabile e ci trasmette tutte quelle punte tipiche di legnosità che ricerchiamo in un tabaccoso, sembra quasi un infuso dove le foglie risultano ben percettibili ma mai preponderanti, ben equilibrate dalla dolcezza intrinseca del tabacco. In espirazione affiora quella secchezza che ci riempie il palato e trascina via la sensazione dolciastra caratterista del liquido e che ci invoglia nel continuare ad utilizzarlo.

Il virginia è da sempre utilizzato come base per creare combinazioni di tabacchi quindi non è un tabacco molto strutturato, è sempre di difficile interpretazione, leggero, morbido e delicato; ed è così che risulta questo liquido, adatto a tutti i momenti della giornata ben percettibile nella sua dolce secchezza e che sa sempre come farsi apprezzare pur essendo un tabacco chiaro e curato ad aria. Deciso ma allo stesso tempo delicato.

Ed è l’insieme di tutti questi elementi che rendono il Virginia V by Black Note un e-liquid dal gusto ben bilanciato e rotondo dove la dolcezza fa da cornice ad una sensazione erbosa e paglierina degna di nota. Un momento di piacere a cui dedicarsi in ogni occasione. Un perfetto all-day.

Ovviamente vi starete chiedendo come le coil hanno reagito, e noi vi diciamo che dopo circa 8 ml, il sapore è rimasto inalterato alla vista e non abbiamo notata quella caramellizzazione tipica di queste estrazioni. Mi sento di affermare che essendo un tabacco comunque chiaro e visto il processo di filtraggio a cui è sottoposto sporca in maniera meno invasiva di altri prodotti. Ottimo!

Diluizione consigliata: 10%

Tempi di maturazione: 5/10 gg

Pro: Delicato, morbido, amabile. Un ottimo punto di partenza per chi si vuole addentrare in questo mondo.

Contro: Non adatto a chi non ama i tabacchi forti e strutturati.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS