Nome e Formato: Wiener (Blendfeel) – Aroma concentrato 10 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 19441266100001

Nico: 3 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 01/10/2021

Devices: Vaporesso Swag II 80 W + Kizoku Limit MTL RTA single coil 1.0 ohm (Kanthal A1 27 AWG) con Cotton Bacon Prime.


Ho la sensazione che in Italia il mercato dei tabaccosi da estrazione sia in una fase di grande slancio, e che buona parte del merito di questo successo, inatteso almeno fino a qualche tempo fa, sia da attribuire in primis al sempre maggiore apprezzamento da parte del pubblico dei tabacchi aromatizzati, e in seconda battuta al fatto che questa categoria di e-liquid sta diventando sempre più user friendly.

Tra i numerosi produttori italiani specializzati nella produzione di real tobacco extracts, Blendfeel è sicuramente al momento uno dei brand più propositivi, sempre pronto e attento a soddisfare le esigenze degli amanti di questo genere di e-liquids. Oggi mi accingo a testare l’aroma Wiener, un flavored tabacco di recente creazione che si aggiunge alla già numerosa linea “Aroma di tabacco – Special Blends” del produttore lombardo, linea tra l’altro premiata all’Italian Vape E-liquid Award di The Flavourist, per due anni consecutivi (2018 e 2019) come miglior linea di tabacchi estratti.

Direttamente dal sito di Blendfeel, riporto la descrizione ufficiale dell’aroma Wiener:

Una divagazione estrosa del black cavendish, quello che con tanta fatica siamo riusciti ad importare direttamente dagli Stati Uniti, impreziosito dal cacao e dal cioccolato e da una sfumatura di albicocca. Un aroma evocativo degli sfarzi culinari della grande Vienna nella quale la tradizione non ha mai deluso chi ha avuto fortuna di avvicinarsi.

Il Wiener è un aroma concentrato da 10 ml da miscelare al 10% in una base consigliata 40 PG/50 VG/10 H2O oppure in una base 50/50.

PROVA OLFATTIVA

La prova olfattiva che anticipa come di consueto l’importante test di vaporizzazione, mi mostra un liquido dal notevole impatto aromatico in cui spicca subito con chiarezza un morbido e dolce profumo di albicocca, accentuato da una consistente e persistente nota grassa. Il timbro dolce e pieno conferito dall’albicocca e con molta probabilità dalla presenza del burro, governa in modo assoluto il test olfattivo e impedisce al mio naso di intercettare altre componenti aromatiche del mix, se non forse alcune sparute tracce di cacao.

Per il test di svapo ho deciso di utilizzare l’eclettico e versatile Limit MTL RTA di Kizoku, per l’occasione buildato con una coil da 1.0 ohm circa di Kanthal A1 27 awg su punta da 2,5 mm.

PROVA DI SVAPO

In svapata il carattere profondamente cremoso e grasso avvertito all’olfatto resta dominante, anche se il bouquet riesce a mostrare maggiori sfumature rispetto alla prova nasale. Subito in inspirazione la boccata appare corposa e rotonda, palesando un timbro marcatamente dolce. Le note aromatiche sono le medesime percepite all’olfatto e evidenziano tutta la golosità di una vera confettura di albicocca, supportata da un’altrettanto evidente sentore burroso. In queste battute iniziali la svapata è densa e grassa e sinceramente molto poco tabaccosa, sebbene non vada dimenticato che il tabacco Black Cavendish, utilizzato per questa ricetta, è notoriamente poco incline a manifestare la sua pura natura tabaccosa, ma al contrario risulta perfetto come armonizzatore all’interno di ricette tabaccose “creamy flavored”.

L’imprinting cremoso tende ad affievolirsi nelle fasi centrali della boccata perchè fa la sua comparsa un sentore di cacao amaro spolverato che riporta tutta la svapata su toni leggermente più lineari e secchi. La dolcezza ora è con tenacia contrastata dalla polvere di cacao, che in qualche modo cerca di agevolare, riuscendoci in parte, l’ingresso del black cavendish, per regalare una maggiore percezione tabaccosa. Se da un lato il black cavendish ha l’indubbio merito di riuscire a regalare a Wiener un incredibile bilanciamento aromatico tra tutti gli ingredienti del mix, dall’altro la sua natura vegetale resta fortemente sottotono e difficilmente individuabile.

Vero è comunque che così come è strutturato, il bouquet presenta chiare assonanze aromatiche con il dolce viennese più conosciuto al mondo, pur mantenendo da esso una certa distanza, in quanto sono certo che nelle intenzioni del produttore, non ci sia stata mai l’idea di emulare in tutto e per tutto sotto il profilo aromatico una reale Sachertorte. Non a caso il liquido di Blendfeel è privo di qualsiasi riferimento che possa ricordare il pan di Spagna.

La curva densa e zuccherina di Wiener che ha il suo picco massimo in inspirazione, tende a smorzarsi nel corso della svapata e lo fa ulteriormente in coda durante l’esalazione (meglio se nasale), quando l’e-liquid mostra per la prima volta la sua timida identità tabaccosa, rivelando un sentore vagamente vegetale delicato e profumato.

La composizione in ogni suo frangente risulta sempre molto armoniosa, dolce ma non stucchevole ma va detto che, con ogni probabilità una buona fetta di appassionati di tabaccosi estratti, faranno molta fatica, come il sottoscritto d’altronde, a etichettarlo o anche semplicemente considerarlo un vero tobacco flavored.

Diluizione consigliata: 10%

Tempi di maturazione: pronto anche subito, consigliati 2/3 gg

Pro: Un pieno e aromatico cremoso al tabacco.

Contro: La componente tabaccosa è quasi del tutto nascosta.

follow us: