Nome e Formato: Josephes (Sang Real by Angolo della Guancia)  – Aroma concentrato 20 ml – distribuito da Svapodromo

Lotto: 75303

Nico: 3 mg/ml

Base dichiarata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 12/2021

Devices: Vaporesso Swag II 80 W + Vapefly Brunhilde MTL RTA single coil 1.2 ohm (Nichrome 80 28 AWG) con Cotton Bacon Prime.


Le recensioni di e-liquid del 2020 iniziano con una grande novità. A partire da oggi, saremo alle prese con il nuovissimo marchio Sang Real nato dalla collaborazione tra l’azienda di produzione Angolo della Guancia e il noto marchio di distribuzione Svapodromo. Sang Real è una linea di tre aromi tabaccosi estratti aromatizzati: Josephes, Joshua e Tamar. Il formato con il quale vengono commercializzati è il classico formato shot 20+40, ovvero 20 ml di aroma all’interno di boccetta chubby gorilla da 60 ml. All’aroma andranno aggiunti 40 ml di base (a discrezione dell’utente la presenza o meno di nicotina) per ottenere il liquido pronto da svapare in composizione consigliata VPG 50/50. Molto accurate le grafiche delle etichette, realizzate in un elegante stile fantasy-vintage.

Per la descrizione ufficiale dei tre liquidi della linea, ci affidiamo a quanto riportato sul sito di Svapodromo, il distributore ufficiale del marchio Sang Real. Il liquido che testeremo oggi è Josephes:

Josephes, terzo in linea di sangue. La sua discendenza forte e determinata racchiude in sé le note orientali del Samsun e quelle morbide del Virginia. Intenso ed amaro come la noce, solido come il burro che neanche i raggi del Sole possono sciogliere. Josephes è sinonimo di Tenacia.

PROVA OLFATTIVA

All’olfatto un profumo penetrante e leggermente amarognolo solletica e stuzzica le mie narici, ed è fiancheggiato da un quadro tabaccoso tutt’altro che blando, anzi piuttosto avvolgente e rotondo. Pur in presenza di ingredienti (quelli dichiarati in descrizione ufficiale) non certo inediti nel mondo degli e-liquids, la cornice aromatica di Josephes presenta una profumazione alquanto inusuale e per questo quanto mai stimolante. Alla prova del naso, Jospehes è un tabacco aromatizzato all’interno del quale, sia la componente tabaccosa che quella aromatizzante e burrosa, riescono a farsi notare sempre in modo nitido e pulito. E’ come assistere a una scena teatrale in cui diversi attori contemporaneamente, si esibiscono e si intersecano con ritmi e tempi perfetti, senza che mai nessuno si erga a ruolo di protagonista assoluto.

PROVA DI SVAPO

Dopo un test olfattivo così probante e convincente, mi aspetto adeguate risposte anche dalla prova di svapo; auspico che durante la vaporizzazione, Josephes sappia rivelare lo splendore delle sfumature aromatiche percepite all’olfatto. Come sempre, ho provato il liquido su tre-quattro atomizzatori differenti prima di indirizzare la mia scelta sulle qualità del Brunhilde MTL RTA di Vapefly: mi è parso l’ideale per questo genere di tabaccoso estratto.

Durante l’inspirazione la boccata mostra spavalda le caratteristiche aromatiche di una noce fresca, il cui gusto, assolutamente realistico, presenta il suo tipico spunto iniziale dolce seguito da una successiva scia amarognola. Le caratteristiche aromatiche della noce, nella realtà mai così prepotenti come quelle di altri frutti, paiono invece esaltarsi all’interno del bouquet per la presenza dell’ingrediente burro. Le noci sembrano aver ricevuto una lieve spennellata di burro fuso e acquistano maggiore rotondità, vedendo in più la loro carica aromatica decisamente accentuata.

 

Come in un solenne crescendo Rossiniano, Josephes esplode aromaticamente nel cuore della boccata, quando all’accoppiata noce-burro si aggiunge un altisonante coro di raffinate voci tabaccose. Timbri amabili e vegetali si intersecano con note più speziate, ricche di sentori mediamente ombrosi. Le voci tabaccose non sono quelle sfrontate dei tabacchi cosiddetti scuri e notoriamente più forti, eppure non solo conferiscono un’evidente corposità al mix, ma in più risultano perfettamente percepibili in boccata.

Il Virginia e l’orientale Samsun sono la solenne scenografia all’interno della quale sono liberi di muoversi noce e burro, stuzzicando il palato con un risultato aromatico suadente ed esaltante. Ad ogni boccata vertigini di piacere…

Dai toni burrosi e di frutta secca iniziali, passando per l’arricchimento dato dai tabacchi nelle fasi centrali della svapata, per finire in coda con nuances tabaccose sempre più presenti e sfumature  più legnose e secche. Un liquido come Josephes così articolato e sofisticato richiede boccate ampie, lente e profonde; è possibile concedergli anche una discreta ariosità (sempre ovviamente nell’ambito dello svapo di guancia) purché comunque i wattaggi restino moderati.

Ci si può divertire parecchio alternando una serie di boccate chiuse e contrastate, con tiri un po’ più ariosi e più prestanti e scoprirne le sottili ma significative differenze aromatiche.

Pur senza servirsi di ingredienti del tutto nuovi per il settore, gli aromatieri di Angolo della Guancia sono riusciti a stendere una trama aromatica profondamente ricercata e di qualità eccelsa, senza mai sfiancare e sopire la struttura tabaccosa dell’e-liquid. Sembra scontato, ma troppo spesso mi sono imbattuto in “tobacco flavored” poco “tobacco” e molto “flavored”…

Josephes invece è un tabaccoso puro, impreziosito dalla raffinatezza del binomio noce-burro. E’ intenso, caldo e avvolgente e al tempo stesso ti lascia il piacere di assaporare qualcosa di nuovo e infinitamente gustoso.

Scorre sangue nobile in Josephes…

Diluizione consigliata: 33%

Tempi di maturazione: pronto subito

Pro: Ottima presenza tabaccosa in un tobacco flavored di rara qualità

Contro:

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS