Recensione Liquido Pronto: Liégeois – Linea MiNiMal (Fuu) Liquido pronto 10ml – ricevuto dal produttore

Lotto: MLI10-002

Nico: 10 mg/ml (sali di nicotina)

Base dichiarata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 10/2020

Devices: Vaporesso Aurora Play Pod Mod – CCELL coil 1,3 ohm


Chi ci segue da tempo, ricorderà certamente il marchio francese FUU, storica azienda parigina produttrice di e-liquid e aromi, un’azienda che qui sulle nostre pagine, ha conosciuto momenti di vera gloria con alcune creazioni premium di prima classe. Chi ricorda ad esempio Sublime Cacao e Tartine?

Oggi torniamo a parlare di Fuu, iniziando le recensioni di una nuova linea pensata essenzialmente per sistemi pod e soprattutto per tutti coloro che si trovano nella delicata fase di transizione dal fumo analogico a quello elettronico. MiNiMal, questo il suo nome, è una linea di 17 e-liquid in composizione VPG 50/50 con la grande particolarità d’essere tutti liquidi ai sali di nicotina.

A proposito di sali di nicotina, molto presto ve ne parleremo approfonditamente in un articolo/intervista proprio all’azienda parigina, che dal 2016, una delle primissime in Europa, ha iniziato a lavorare su questo tipo di formulazioni. Un appuntamento da non perdere.

Torniamo ora alla nuova linea MiNiMal e al liquido sotto esame oggi, Liégeois:

Gourmand complexe aux notes de crème, vanille, “classique”, chocolat noir et café.

Deliziosamente complesso con un tocco di crema, vaniglia, “classique”, cioccolato fondente e caffè.

Prima di iniziare i test su Liégeois, una breve nota di merito sul packaging di questa linea: scatoletta in cartone ricchissima di informazioni sia sul prodotto che sul produttore e, come se non bastasse, boccetta in PET con etichetta satinata srotolabile riportante avvertenze, info varie sul prodotto e istruzioni per l’uso. Chapeau.

PROVA OLFATTIVA

Intraprendo l’esame olfattivo di Liégeois e scorgo immediatamente note assimilabili ad un caffè americano su un sottofondo cremoso e vanigliato. Il profumo è sicuramente invitante ancorché tutt’altro che banale e sempliciotto, anzi ne intuisco una certa complessità, specie quando dopo ripetute pressioni sulla boccetta, comincio a percepire punte vagamente amarognole che farebbero pensare all’ingrediente cioccolato.  Sarà anche una linea “minimal”, ma questo Liégeois dopo la prova olfattiva, sembra un liquido molto articolato e promette piuttosto bene.

Pronti per la prova di svapo?

Per il test di vapore è stata ovviamente scelta una pod mod, e per l’occasione ho deciso di affidarmi alla Aurora Play di Vaporesso, a mio avviso una delle pod mod più complete e performanti di questa prima metà del 2019. Se volete saperne di più, cliccate qui per leggerne la nostra recensione.

PROVA DI SVAPO

Eccomi pronto a partire con la mia prova di svapo, non senza però avervi prima spiegato il significato del termine “Liégeois”che letteralmente significa “di Liegi”, ma nel nostro caso è evidente il riferimento al “cafè Liégeois”, un dessert francese fatto di caffè, gelato, panna montata e una spolverata di cioccolato.

Liégeois riesce a comunicare bene tutta la sua complessità anche in svapata e si mostra tra l’atro dotato di un buon carico aromatico. Non è facile interpretarlo, proprio perchè la sua struttura risulta piuttosto articolata. Un e-liquid che non sembra affatto minimal. In inspirazione lo scenario è quello di un buon tabaccoso sintetico, secco e pulito, al quale si affiancano leggere sfumature acidule.

La boccata è meno cremosa di quello che la prova olfattiva aveva lasciato presagire; i timbri vanigliati sono più nascosti a favore di sentori tostati di caffè che, si sommano nelle fasi centrali della svapata alle note dry tabaccose. L’e-liquid boccata dopo boccata, acquista sempre più corposità e le nuances acidule avvertite in inspirazione ora si delineano meglio, andando a comporre un delicato sapore di panna montata, quasi a sormontare il caffè tabaccoso che sottende invece tutta la ricetta. Spaurite punte amarognole di cioccolato fondente completano il quadro aromatico di Liégeois.

Senza nulla togliere al nome della linea, questo Liègeois ha un gusto così complesso e raffinato che va oltre l’intenzione del produttore di creare liquidi semplici, alla portata di tutti e per sistemi entry level. Non mi fraintendete, non è che Liégeois non sia alla portata di tutti, ma è di sicuro qualcosa di più e può meritarsi un posto d’onore anche all’interno di sistemi di svapo più performanti.

La boccata, grazie anche alla presenza dei sali di nicotina, risulta aggraziata e sufficientemente morbida anche in presenza di un contenuto di nicotina abbastanza elevato (nel mio caso 10 mg/ml). La sensazione sintetica (perchè si tratta di un liquido “di sintesi”) è mitigata dall’utilizzo di molecole aromatiche di ottima qualità e dalla indubbia capacità del produttore di bilanciare tutti i sapori presenti nel mix. L’azienda parigina confeziona un liquido nobile e più che mai amabile, che non farà fatica a soddisfare i difficili gusti di coloro che sono solo al primo approccio con il mondo della sigaretta elettronica. Il letto tabaccoso e le note tostate del caffè danno quel giusto tocco dark e una certa familiarità con il mondo delle sigarette analogiche.

Pro: Ricetta articolata e raffinata con sali di nicotina. Molto più che un e-liquid entry level e minimal.

Contro: E-liquid con spunti forse più tabaccosi che cremosi.

follow us: