Nome e Formato: Mango Ice – Joy (PGVG Labs) – E-liquid mix series 50 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 670

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 30 PG / 70 VG

Data scadenza: 03/2021

Devices: Geekvape Aegis 100 W + Vandy Vape Pulse X RDA dual fused clapton coil 0.27 ohm (Ni80 30 AWG x 3 + Ni80 38 AWG) con Vapefly Firebolt Cotton.


L’estate dei vapers si sa è fatta di e-liquid più leggeri e freschi. Va da se che durante i mesi estivi, i liquidi più apprezzati dal grande pubblico di appassionati siano i cosiddetti fruttati, oppure i liquidi che emulano le formulazioni di famose bevande e cocktail e anche alcuni tabaccosi chiari e/o aromatizzati. Di contro in questo periodo dell’anno, vanno un po’ in letargo i tabaccosi strong e soprattutto i cremosi e i dessert che solitamente dominano la scena per tutto il resto dell’anno.

Nella grande famiglia dei liquidi estivi e con base fruttata, nell’ultimo biennio si è assistito all’affermazione di alcuni gusti in particolare che hanno “dettato legge” tra le scelte dei consumatori; uno di questi è di sicuro il mango.

Ecco perchè oggi, proprio in concomitanza con il principio dell’estate, il nostro team, vuole proporvi un nuovo liquido al mango prodotto dal’azienda canadese PGVG Labs: Mango Ice appartenente alla linea Joy ideata dallo chef aromatiere Yanick Boyer.

Abbiamo conosciuto Yanick in quel di Verona e possiamo assicurarvi che è un personaggio unico nel suo genere! La sua simpatia poi è letteralmente contagiosa! Ma torniano a Mango Ice, e iniziamo subito col dire a caratteri cubitali che si tratta non solo di una ricetta molto inflazionata, ma in tutta sincerità anche molto semplice. Eppure sono pochi i vaper che durante il trimestre più caldo dell’anno rinunciano dall’avere a disposizione un buon e-liquid al mango. Cerchiamo di capire dunque se la creazione di Yanick Boyer è meritevole della giusta considerazione.

Cominciamo come sempre con la descrizione ufficiale del prodotto:

An immersive assortment of mangoes with a tangy punch.

Un avvolgente mix di mango con un leggero tocco pungente

PROVA OLFATTIVA

La prova olfattiva di Mango Ice rivela un invitante e quanto mai realistico profumo di mango che si sprigiona con forza e naturalezza ad ogni pressione della boccetta. E’ questo ciò che colpisce di questo e-liquid e va oltre l’ovvia considerazione del fatto che si sia dinanzi ad una ricetta quanto mai semplice. Quanto sarà fedele e naturale il mango della linea Joy di PGVG Labs? Il quesito fondamentalmente è tutto qui.

Trattandosi di un e-liquid in composizione VPG 70/30 ho scelto di effettuare la prova di svapo con un Vandy Vape Pulse X RDA, sperando possa regalarmi la giusta ampiezza, ariosità e pienezza aromatica.

PROVA DI SVAPO

Il mango è il re dei frutti esotici, considerato da alcune antiche culture come un frutto dotato di poteri divini. Sarà divino anche questo Mango Ice?

Dopo aver drippato le prime gocce all’interno del Pulse X, inizio la degustazione e scopro subito un e-liquid che mi colpisce positivamente, confermando l’elevato grado di naturalezza percepito all’olfatto. Posso subito notare come la creazione di Yanick Boyer si discosti molto dalle numerosissime ricette al mango attualmente sul mercato e quasi sempre caratterizzate da timbri estremamente dolci, da carichi aromatici prepotenti e un effetto ice in alcuni casi devastante. In Mango Ice Joy invece regna la grazia e l’equilibrio e, sin dall’inspirazione, tutta la naturalezza del frutto esotico emerge senza remore. L’e-liquid inoltre, e soprattutto in prima battuta, appare addirittura poco dolce, ma mostra questa sua caratteristica con fierezza, perchè la discreta componente zuccherina sembra sia fornita della dolcezza naturale del mango.

Forse anche per questo motivo la percezione del mango è ad un livello di fedeltà con il frutto reale davvero molto alta; è un mango che lascia affiorare lievi sfumature che ricordano sapori di pesca e ananas tipici del vero sapore di questo frutto. Qui non v’è spazio alcuno per agenti dolcificanti esterni.

Lo dico con convinzione assoluta: se non avesse un colore quasi del tutto trasparente, mi verrebbe da dire che siamo in presenza di un mango estratto.

Lo spartito aromatico per quanto semplice, esalta la qualità delle materie prime utilizzate e il lavoro dell’aromatiere nel confezionare un liquido estivo, gustoso e assolutamente non stucchevole. I più conosciuti e diffusi “dolcioni” made in USA e forse ancor di più made in Malaysia per fortuna qui sono solo una sparuta allucinazione.

Sul finire della svapata poi Mango Ice mi sorprende con una leggera nota di coda pungente, quasi piccante, conferita a mio parere da una “spruzzata” di molecole agrumate che producono una sorta di effetto energizzante alla ricetta, un tocco di vivacità che spezza un po’ i ritmi morbidi del mango. Il bouquet infine così confezionato è incorniciato per tutte la fasi della boccata da un delicatissimo effetto ice, che regala la giusta sensazione rinfrescante e “dissetante” all’e-liquid. E così a mio avviso dovrebbe sempre essere nelle ricette “ice”.

Pro: Una ricetta al mango super naturale! 

Contro: Una ricetta molto semplice, forse troppo.

follow us: