Nome e Formato: Moka (Dago E-liquids) – Liquido Mix Series 50 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: MK0011119

Nico: 0 mg/ml

Base dichiarata: 50 PG / 50 VG

Data scadenza: 11/2021

Devices: Vaporesso Swag II 80 W + Vapefly Brunhilde MTL RTA single coil 1.2 ohm (Nichrome 80 28 AWG) con Cotton Bacon Prime.


Qualche settimana fa vi ho parlato di Choko, uno dei tre nuovi liquidi presentati da Dago durante l’ultimo Vapitaly Pro di Roma e oggi, per proseguire con le primizie offerte dalla giovane e brillante realtà abruzzese, proverò per voi Moka, un liquido commercializzato nel formato mix series da 50 ml da completare con una base da 10 ml per ottenere i 60 ml di prodotto finito e pronto da svapare.

Dalla descrizione ufficiale data dal produttore, si intuisce come, esattamente alla stessa stregua di Choko, anche Moka sia un liquido cremoso, perfetto e adatto per la stagione invernale:

Moka è una crema di vaniglia molto delicata, guarnita con del caramello e arricchita da lievi note nocciolate; il tutto poggia su un sottile sottofondo tostato di caffè

PROVA OLFATTIVA

L’esame olfattivo di Moka rivela subito uno spartito aromatico ricco e convincente. Una base tostata sottende un gustoso profumo di crema di vaniglia, con evidente e massiccia presenza di caramello. Il profumo caramellato si espande a tutto tondo sull’intera struttura aromatica del liquido, ma non impedisce alla mie narici di cogliere delle sparute punte nocciolate proprio sul finire della mia prova. Moka nel complesso possiede un bouquet morbido e rotondo, in cui sembra regnare assoluto l’equilibrio e la sensazione di naturalezza tra i suoi ingredienti.

E’ altresì vero che questa ricetta non regala all’olfatto sensazioni inedite, i profumi riconosciuti sono piuttosto comuni nel vasto panorama degli e-liquids, ma prima di giungere a conclusioni affrettate circa l’originalità del liquido, c’è da affrontare l’irrinunciabile prova di svapo che si annuncia comunque molto interessante.

Per il test di vaporizzazione mi affido alla qualità dell’ultima creazione di casa Vapefly, ovvero il Brunhilde MTL RTA che per l’occasione ho settato per una svapata da restricted flavor chasing.

PROVA DI SVAPO

Le sensazioni dolci e morbide avvertite all’olfatto virano in svapata verso litoranei più frastagliati, presentando insenature aromatiche egregiamente celate nel test olfattivo. In inspirazione infatti nitidi sentori nocciolati conferiscono all’e-liquid un tono inaspettatamente poco dolce; apprezzo al contrario le sfumature secche della nocciola che penetrano sul palato e grazie a un leggero sottofondo di caffè tostato, fanno risultare lo spunto iniziale di Moka quasi “tabaccoso”. Un impatto caldo, intrigante e avvolgente.

Alle note tostate e di frutta secca di inizio boccata, si aggiunge nelle fasi centrali della svapata, una base cremosa dai toni naturalmente dolci. L’apparente dualismo tra elementi dalle caratteristiche profondamente diverse, è risolto dalla presenza di una consistente coulis di caramello, che lega e armonizza il vigore delle nocciole e del letto di caffè con le rotondità della crema di vaniglia.

L’amalgama tra tutti gli ingredienti di Moka è indiscutibilmente perfetto e in più il liquido non risulta mai pasticciato, e si lascia apprezzare e degustare con piacere per ogni sua singola sfumatura aromatica.

L’esperienza sensoriale di Moka è sempre gradevole e gustosa, supportata da un indubbio senso di alta qualità, anche se in questa ricetta avverto la mancanza di un pizzico di originalità, caratteristica quest’ultima tipica del produttore abruzzese. Evidentemente Dago con questo e-liquid ha voluto puntare su una ricetta collaudata che fosse appetibile a un pubblico ampio e variegato. Un mix cremoso perfetto per accoccolarsi nelle grigie giornate d’inverno. Il valore aggiunto è di sicuro nell’alta qualità delle materie prime utilizzate.

Qualità che traspare nella percezione di ogni singolo componente del mix, dalla freschezza delle nocciole, passando per la leggera tostatura di veri chicchi di caffè, per finire con le sinuosità di una crema di vaniglia dai tratti vagamente speziati e con il completamento di una farcitura di corposo e denso caramello. Nessun strano sentore o sapore dal retrogusto chimico, in Moka tutto è così naturale da sembrare un liquido “organico”; i suoi ingredienti potrebbero essere tranquillamente tutti estratti naturali.

La svapata di Moka sempre intensa e corposa si chiude con un’ammiccante scia di caramello che persiste delicatamente sul palato a fine svapata. Un ottimo all day, caldo, avvolgente e mai troppo dolce.

E se Dago ci proponesse una versione “reserve” con qualche ingrediente inedito?

Pro: Intensa e corposa ricetta cremosa per l’inverno. Poco dolce e molto naturale. 

Contro: Ricetta poco inedita.

follow us:
Instagram
Twitter
Visit Us
Follow Me
RSS