Nome e Formato: Spitfire (TNT Vape) – Aroma concentrato 10 ml – ricevuto dal produttore

Lotto: 0 650414 921189 (codice a barre)

Nico: 3 mg/ml

Base utilizzata: 50 PG / 45 VG / 5 H2O

Data scadenza: n.d.

Devices: Flash e-Vapor RTA 4.5 S single coil 1,1 ohm (Ni80 29 AWG); Kizoku Limit MTL RTA single coil 0,9 ohm (Kanthal A1 27 AWG) con Native Wicks Platinum blend cotton.


Nel mondo dei tabacchi da pipa, l’english mixture è di sicuro la miscela più conosciuta in assoluto, la più diffusa è la più apprezzata tra gli estimatori del fumo lento. Le origini degli english blend si fanno risalire all’inizio del 1900, quando nel Regno Unito, in seguito a disposizioni di legge che vietavano l’utilizzo di additivi aromatici nei prodotti del tabacco (vaniglia, ciliegie, rhum ecc), si iniziarono a produrre blend da pipa servendosi di tabacchi in grado di fornire un apporto aromatico più elevato possibile, come per esempio il tabacco Latakia ed il Perique, che venivano aggiunti in percentuali più o meno accentuate ai tradizionali Virginia ed Oriental. Questi fatti storici hanno portato a definire come English Blend un miscela di tabacco da pipa contente tabacchi Virginia, Oriental, Latakia e Perique.

Anche quando nell’ambito del vaping si parla di tabaccosi organici, non v’è dubbio che una delle e-liquid ricette più realizzate, è quella che si rifà alle ben note english mixture da pipa. Probabilmente attualmente non esiste al mondo produttore di real tobacco extract che non si sia mai cimentato nella realizzazione di un english blend e-liquid.

Oggi proverò l’english mixture realizzato dall’azienda italiana TNT Vape il cui nome, a mio avviso alquanto accattivante, è Spitfire. Spitfire è commercializzato nel formato di aroma concentrato da 10 ml da diluire al 10-12% con una base di glicerolo vegetale e glicole propilenico per ottenere il liquido pronto da svapare in composizione consigliata VPG 50/50.

TNT Vape descrive così ufficialmente il suo aroma Spitfire:

Fine English Mixture: il Latakia domina questa mistura, appena addolcita dal Virginia, resa ancora più corposa da un’aggiunta di Perique e aromatica grazie a due varietà di Oriental. Una continua scoperta di sfumature ad ogni tiro.

PROVA OLFATTIVA

L’impronta affumicata del tabacco Latakia è subito evidente nella prova olfattiva ed è ben sostenuta da un altrettanto chiaro e vivido sottofondo vegetale di tabacco Virginia. Il bilanciamento aromatico tra questi due tabacchi appare ineccepibile, mentre invece sembra mancare all’appello il contributo dei tabacchi orientali e del Perique. Nel complesso la prova olfattiva mi restituisce un blend di intensità medio-forte che pare perfettamente calibrato per una soddisfacente e mai timida svapata all day.

 

Mi preparo per la mia degustazione di Spitfire per la quale ho utilizzato la versione 4.5 S del celeberrimo atom tedesco Flash e-Vapor e l’eclettico e versatile Limit MTL RTA di Kizoku.  

PROVA DI SVAPO

In svapata le sensazioni cambiano e non poco rispetto alla prova olfattiva, e Spitfire si mostra molto più ricco e sfaccettato di quanto paventato come conseguenza della prova nasale. Delicate ma quanto mai nobili note erbose e speziate affiorano subito in inalazione, sostenute a gran voce e quasi spinte da una discreta componente affumicata. Il Latakia non irrompe sulla scena con la consueta veemenza che tipicamente gli si attribuisce, ma al contrario la sua presenza supporta la freschezza dei suoi cugini Orientali in un ensemble di assoluto rilievo.

Nel cuore della boccata, si affievoliscono le sfumature dei tabacchi Orientali, per lasciare spazio ai sentori più rotondi del Virginia e a un crescendo oserei dire rossiniano di Latakia. Il blend acquista corpo, tutta la struttura aromatica si irrobustisce conservando però la giusta pienezza di gusto. I timbri vegetali del Virginia dalle retrovie gestiscono la forza di un Latakia affumicato, ma dal canto suo, va detto, anche poco incensato. La svapata è sicuramente secca e legnosa, ma i suoi toni non risultano mai ruvidi e spigolosi.

Mai come nel caso di un english mixture organic e-liquid si può affermare quanto una svapata ricordi con buonissima approssimazione l’esperienza sensoriale di una fumata da pipa; Spitfire a mio avviso ne è una limpida e brillante dimostrazione. L’apice di questa assonanza tra pipa e svapo viene raggiunto proprio nelle fasi finali della boccata, in espirazione, quando viene fuori tutta la complessità e la ricchezza di un blend così ben articolato e bilanciato.

Ottima la resa aromatica sui entrambi gli atomizzatori scelti per l’occasione: più deciso e penetrante il sapore che restituisce il FEV 4.5 S, leggermente più morbide e arrotondate le performance aromatiche del Limit by Kizoku. Nel complesso comunque prestazioni più che soddisfacenti.

Spitfire: lo sputafuoco di TNT Vape adatto per qualsiasi momento della giornata.

Diluizione consigliata: 10%

Tempi di maturazione: pronto anche subito, consigliati 2-3 gg

Pro: Un ottimo english blend. Bilanciato alla perfezione per essere un validissimo all day

Contro: E se ci fosse stato un pizzico in più di Perique?

 

Provalo subito

follow us: